NEWS

Leggeri ritocchi per la Lancia Ypsilon

9 febbraio 2018

Tre nuovi allestimenti per la citycar torinese Lancia Ypsilon, in offerta a partire da 9.500 euro.

Leggeri ritocchi per la Lancia Ypsilon

SEMPRE RICHIESTA - Negli ultimi due anni la Lancia Ypsilon è stata la seconda auto più venduta in Italia (la prima è sempre la Fiat Panda). E, anche se non è più una novità (ha debuttato nel 2011 ed è stata ristilizzata nel 2015), è ancora richiesta. Per questo la Lancia ha ridefinito la gamma, proponendo la vettura in tre inediti allestimenti (invariati i motori a benzina, a Gpl, a metano e a gasolio). L’Elefantino Blu ha un approccio giovanile: nel look, giocato sui tanti dettagli neri (mascherina, calotte per le ruote, selleria interna), e nei prezzi (dai 13.500 euro della 1.2 a benzina da 69 CV ai 17.250 per la 0.9 a metano con 80 CV), che includono il climatizzatore manuale e la radio. La più elegante Gold si distingue per i tanti dettagli in tinta con la carrozzeria e in nero lucido, oltre che per la selleria in tessuto Jacquard. I prezzi della Gold vanno da 14.750 euro a 18.500 e includono la radio con lo schermo tattile di 15”, il Bluetooth, i retrovisori a regolazione elettrica e i sensori posteriori di distanza. La ricercata Platinum (da 16.000 a 19.750 euro) aggiunge molti elementi cromati (fra cui il profilo che corre sotto le porte), i cerchi in lega di 15”, il climatizzatore automatico, i sedili in Alcantara e i vetri posteriori scuri. Per tutte sono di serie gli airbag per la testa, mentre quelli laterali anteriori sono un optional da 250 euro (la Elefantino Blu non può averli). A breve sarà disponibile l’app Mopar Connect per monitorare alcune funzionalità dell’auto con il telefonino: per esempio, se le porte sono chiuse. Peccato che con l’aggiornamento non siano proposti sistemi di sicurezza, come la frenata automatica d’emergenza (utile, in un’auto prettamente cittadina).

OFFERTE DI LANCIO - La rinnovata Lancia Ypsilon è già in vendita, con un “porte aperte” specifico il fine settimana del 10 e 11 febbraio. Non mancano interessanti promozioni. Per esempio, la Elefantino Blu 1.2 a benzina è ribassata a 9.500 euro (anziché 13.500) per chi sceglie il finanziamento Menomille: non si versa nessun anticipo, e si pagano 72 rate mensili di 171,50 euro (elevato, però, il Taeg: 9,5%). Per i clienti con partita Iva che “danno dentro” un’auto del gruppo FCA sono previsti optional in omaggio per un valore di oltre 500 euro.

VIDEO
loading.......
Lancia Ypsilon
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
107
76
73
73
131
VOTO MEDIO
2,9
2.902175
460
Aggiungi un commento
Ritratto di HaldeX
9 febbraio 2018 - 22:57
1
Mi viene da piangere a pensare che fine i vertici di FCA hanno regalato a questo glorioso marchio. Invece di pensare solo ad Alfa, ed ai finti sportivi abarth, non sarebbe male riproponessero alcuni modelli del passato in chiave moderna. I designer non dovrebbero nemmeno sforzarsi così tanto nel riproporre una Stratos, una Fulvia di cui un prototipo moderno già esiste. E noi siamo qui a parlare di un modello ormai morto e sepolto, riproposto da n anni in versioni sempre diverse solo nel nome.....
Ritratto di gjgg
10 febbraio 2018 - 07:19
1
Molto bello e attuale quel prototipo di nuova fulvia
Ritratto di gjgg
10 febbraio 2018 - 07:20
1
Molto bello e attuale quel prototipo di nuova fulvia
Ritratto di bridge
9 febbraio 2018 - 23:13
1
Quando leggo un articolo sulla Ypsilon mi viene l'angoscia. Rimasta l'unica auto con il marchio Lancia in listino e solo nel mercato italiano. Nel 2016 il 90% delle Ypsilon sono state vendute in Italia. Nel 2017 è stata ritirata da tutti i mercati esteri. Questa edizione della Ypsilon non mi è mai piaciuta (anche se con l'aggiornamento del 2015 trovo che il frontale sia migliorato) e lo sempre considerata più una via di mezzo tra una segmento A e una segmento B che una vera utilitaria. Il problema è la sostanza: basata su un telaio da citycar, l'abilità interna non è nulla di speciale così come il baule, motore bicilindrico poco adeguato per un'auto che dovrebbe puntare sull'eleganza e sul comfort, finiture e assemblaggi non esenti da critiche, sicurezza scarsa e tecnologia datata. E i venditori FCA delle concessionarie fuori Italia spingevano ad acquistare la 500 o la Panda invece che la Ypsilon. Questa edizione della piccola Lancia doveva essere costruita sulla base della Grande Punto e assemblata a Termini Imerese ma ormai è inutile piangere sul latte versato. Mi spiace per il marchio Lancia e per la Ypsilon. Preferisco non scrivere nulla sulla "brillante" operazione di fusione Lancia Chrysler perché ormai è rimasto solamente un brutto ricordo.
Ritratto di gjgg
10 febbraio 2018 - 07:26
1
Secondo me questa è la classica auto da signora che per recarsi al lavoro vuole qualcosa di più spazioso della 500 ma senza rinunciare ad un oggetto chic nelle forme. Non per niente, per chi ci deve fare quotidianamente molta strada che magari lavora a 40-50km ci sono oltre al diesel anche sia gpl che metano. Un' auto ds questo punto di vista molto completa/pratica che magari uno rinuncia alla plastica più morbida o al decimo di "g" in curva e fra i birilli ma a fine anno ha risparmiato la metà col carburante che più trova vicino casa.
Ritratto di ziobell0
9 febbraio 2018 - 23:51
Lancia. Un tempo era al livello di Mercedes. Ora ha a listino solo questo cesso a quattro ruote...fine peggiore non poteva fare.
Ritratto di tramsi
10 febbraio 2018 - 18:57
Infatti, piange il cuore!
Ritratto di lybram
10 febbraio 2018 - 09:33
Da evitare come la peste. Una vera presa x il c... da parte di FCA. Come è già stato fatto notare da qcno, la prima Y elefantino blu del 1997 uscì 1 anno dopo il lancio di quella che fu la migliore fra le Y seppur a 3 sole porte e senza diesel. E ciò che la distingueva era la freschezza degli alleatimenti con tessuti dai colori vivaci, motivi eleganti e cmq robusti. La Y di allora era anche posteriormente molto abitabile (anche se meno accessibile per colpa delle 3 sole porte). Le finiture interne, i contenuti mon immediatamente visibili, e le dotazioni una spanna sopra la migliore concorrenza dell'epoca. Questa Ypsilon è un'offesa non solo per ciò che è stato il brand Lancia...ma anche per ciò che è stata la Y. FCA ha pianali e mecxanica già pronti in casa.. Quanto .azzo avrebbero dovuto investire per fare un ricarrozzamento della 500Xsu linee e contenuti Lancia per ampliarne la gamma e fare concorrenza non tanto a se stessi ma a tutti gli altri competitor?? Anche la nuova B, la nuova Punto quasi al via in Serbia potrebbe essere affiancata da una nuova berlinetta Lancia comoda e spaziosa che potrebbe riproporre il fortunato nome MUSA
Ritratto di IloveDR
10 febbraio 2018 - 11:00
4
Lancia non può più esistere perché FCA ha tutto l'interesse per spingere il più possibile il marchio Jeep anche in Europa, basta notare come stanno spingendo Compass e Renegade che offrono margini di guadagno maggiori. Per quanto riguarda la possibile produzione della Nuova Punto in Serbia, io ho molti dubbi..con la Tipo che per vendere deve avere prezzi analoghi alle concorrenti del Segmento B e, a quanto si dice, a una futura Panda che dovrebbe avere dimensioni da quasi Segmento B, lasciando alla 500 più spazio nel segmento A
Ritratto di Fr4ncesco
10 febbraio 2018 - 13:05
La Y prima serie ce l'abbiamo come terza auto a casa e per quanto riguarda abitabilità e comfort è ancora meglio di utilitarie odierne e si guida piacevolmente, inoltre era ben costruita perchè a discapito di anni e km regge all'usura e non ha problemi di affidabilità. La seconda serie anche è una buona auto ed è un'evoluzione della prima. Con la terza invece sono retrocessi e dal segmento B passando ad un segmento A allungato, quindi una finta utilitaria o piuttosto una citycar a 5 porte che per quanto curata dal pdv estetico ha dei limiti derivati da un pianale più piccolo e poi è diventata troppo femminile, mentre la prima serie era disponibile anche in versioni dal look più sportivo. Un'ottima Ypsilon sarebbe stata la MiTo; piuttosto che dedicare quel segmento all'Alfa l'avrebbero dedicato alla Lancia più consona avendo già un'utilitaria dal '96.
Pagine