Lancia Ypsilon 30th Anniversary: buon compleanno

25 febbraio 2015

Al Salone di Ginevra la Lancia presenta l’allestimento “30th Anniversary” della Ypsilon.

Lancia Ypsilon 30th Anniversary: buon compleanno
GIOVANE MATURITÀ - Per un modello automobilistico 30 anni sono tanti. Pochi sono quelli che hanno raggiunto questo traguardo. Ci sono riuscite le auto che hanno dimostrato una forte identità. Proprio come è stato ed è per la Lancia Ypsilon che quest’anno festeggia i suoi trent’anni (con 2,7 milioni di esemplari venduti) considerando anche la stagione iniziale della Y10, che in Italia portava il marchio Autobianchi ma all’estero ebbe successo come Lancia. La FCA Automobiles celebra l’evento con una proposta esplicitamente dedicata alla ricorrenza: la Lancia Ypsilon 30th Anniversary, che sarà sullo stand della marca al salone di Ginevra, in apertura il 5 marzo.
 
FILOSOFIA D’ORIGINE - Comprendendo le iniziali Y10, nel corso della sua carriera il modello ha avuto quattro edizioni, tutte capaci di proporsi all’insegna dell’eleganza e del bon ton, al tempo stesso nella tradizione della marca Lancia e con uno spirito sempre fuori dalle convenzioni più diffuse. Un mix che ha trovato e trova il suo ambiente naturale soprattutto nel pubblico femminile (in Italia il 70% delle vendite è a donne). 
 
ELEGANZA CROMATICA - L’allestimento 30th Anniversary della Lancia Ypsilon è all’interno di questo solco caratterizzato dallo spirito della moda. Sullo stand di Ginevra ci saranno due esemplari della vettura, entrambi con inedite e ambiziose soluzioni cromatiche. Ci sarà la Lancia Ypsilon 30th Anniversary in scuro, con la carrozzeria color Blu Oltremare e l’abitacolo in color beige Castiglio. Accanto a questa proposta ci sarà un riferimento al passato, addirittura alle origini del modello. Il secondo esemplare sarà infatti con l’esterno bicolore, appunto come proponeva la Y10 del 1985. Le tinte proposte sono il Cipria Glam e il nero Vulcano. Il secondo colore è utilizzato per il portellone.  
 
PERSONALITÀ SENZA ESAGERAZIONI - L’equipaggiamento della Lancia Ypsilon 30th Anniversary prevede i cerchi da 15” neri, mentre sulle fiancate si fa vedere, ma senza rischi di inelegante pacchianeria, il logo creato per i 30 anni del modello. Ricco e curato è poi l’allestimento dell’abitacolo con i comandi al volante per la radio (con CD ed MP3 con sistema Blue&Me). L’estetica interna è affidata  a un rivestimento in tessuto nero o beige. La dotazione comprende il climatizzatore a comando manuale e il sistema ESC per il controllo di stabilità. 
 
ANCHE GPL E METANO - Sotto il cofano della Lancia Ypsilon 30th Anniversary sono previsti il motore Fire EVO II da 69 CV, il Twin Air 0,9 da 85 CV (che offre la scelta tra cambio manuale o robotizzato), il turbodiesel 1.3 Multijet II da 95 CV e il due versioni a gas: quella 1.2 Fire EVO II benzina/gpl anch’esso da 69 CV, e il Turbo Twin Air benzina/Metano da 80 CV. La Lancia Ypsilon 30th Anniversary sarà in vendita già da marzo.
Lancia Ypsilon
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
161
91
95
113
200
VOTO MEDIO
2,8
2.848485
660




Aggiungi un commento
Ritratto di Sepp0
25 febbraio 2015 - 21:11
...nel tuo "in Italia". Purtroppo l'appeal estero di Y/Musa/Delta e compagnia tende a meno infinito. E oggi per Lancia, più di ieri, NON è possibile sopravvivere generando utili con il solo mercato italiano. Certo, un rilancio in grande stile del marchio per promuoverlo pesantemente a livello EUR è fattibile, ma richiederebbe investimenti molto ingenti in modelli nuovi e marketing adeguato. Investimenti che richiede anche la sua "sorella" di sfiga Alfa Romeo. Siccome FCA non può permettersi due rilanci "in grande stile" di due marchi diversi contemporaneamente, pena il rischio di andare a bagno se uno dei due fallisce, bisogna accontentarsi e sperare che il rilancio di Alfa vada talmente bene da convincere Maglionne a provarci pure con Lancia.
Ritratto di fabri99
25 febbraio 2015 - 21:43
4
Almeno il restyling della Y, non penso sia troppo oneroso pur essendo comunque quasi solo per l'Italia. E poi devono tentare anche con le piccole in Europa, non solo le grandi berline Alfa che ci hanno promesso, e che comunque non stanno arrivando, Non è un rilancio di Lancia, è una sorta di rilancio delle piccole Lancia che in Italia sono molto apprezzate e potrebbero avere successo in Europa, dove, come segmento B, FCA offre solo la Punto, la Y e la MiTo, che non sono proprio tanto competitive. Vanno rinnovate e la Y secondo me potrebbe piacere anche fuori dall'Italia. Poi non sono un esperto di marketing, non so quanto costi e tutto il resto, però la vedo così.
Ritratto di Sepp0
25 febbraio 2015 - 23:09
...sulle segmento A e B per il rilancio di un marchio di lusso come Lancia equivale oggi ad un suicidio. Sono i segmenti MENO REDDITIVI in assoluto, perchè la concorrenza è troppo ampia e chi si rivolge a questi segmenti bada molto al soldo e poco al lusso. Non è un caso che l'offerta FCA nel segmento B presenti putacaso 3 auto (Y, Mito, Punto) che hanno più anni del papa e i cui successori all'orizzonte non si vedono ancora. Marchionne l'ha detto chiaro e tondo, non si sa nemmeno se ci sarà un'erede per la Punto. E non è un caso che il primo modello del rilancio Alfa sia una segmento D, dove in caso di successo i margini di ricavo sono molto più elevati. Se mai si punterà a rilanciare anche Lancia, stai sicuro che un'eventuale segmento A/B erede di Y sarà proprio l'ultima a uscire, sempre che esca.
Ritratto di fabri99
26 febbraio 2015 - 14:23
4
Mentre invece, se una segmento D non ha successo è un flop molto pesante. Per quanto riguarda Marchionne, i piani fanno ben sperare certo, ma ha sempre promesso auto e nuovi modelli e non sono mai arrivati. Questa forse sarà la volta buona, ma io sono ancora molto scettico.
Ritratto di Sepp0
26 febbraio 2015 - 16:47
...e solo in Italia NON è sinonimo di successo. Anzi. Certo, la segmento D è una scommessa tanto quanto, ma se va bene i margini saranno molto più alti. E' rischioso, ma il piano di Maglionne è chiaro: vendere meno pezzi ma con più margine. Se avrà ragione e se ci crede davvero lo si inizierà a vedere con Giulia, sulla quale le aspettative a questo punto sono altissime. In tutta sincerità, non sentirò la mancanza della serie Y, non mi sono mai piaciute, troppo piccole e linea troppo ammiccante al pubblico del gentil sesso. Una nuova Delta con le forme simili al compianto Deltone, quella si mi farebbe battere il cuore.
Ritratto di Gino2010
27 febbraio 2015 - 09:37
seppo.Ma poi sono le VW quelle sovraprezzate.Un po' più di coerenza non farebbe male.
Ritratto di lucios
28 febbraio 2015 - 14:57
4
....è semplicemente il prolungamento di almeno un'altro paio di anni o poco più di 'esistenza sul mercato per questo marchio, salvo ripensamenti (CHE RABBIA >:- I). In futuro, credo che sarà qualche modello della linea 500 a soppiantare la Y.
Ritratto di IloveDR
2 marzo 2015 - 10:15
4
io credo che la futura 500 5porte sarà la diretta erede della Lancia Y e continuerà ad essere prodotta in Polonia sul pianale Mini Evo, mentre la prevista erede della Bravo prodotta in Turchia su pianale Small sarà una segmento B - C (tipo la Rapid/Toledo del Gruppo VW) che andrà a rilevare l'eredita della Bravo e della Punto con la versione 2volumi...solo ipotesi, di certo c'è che Lancia sarà solo un piacevole ricordo.
Ritratto di lucios
2 marzo 2015 - 23:15
4
......peccato!
Ritratto di andrea120374
25 febbraio 2015 - 21:47
2
Concordo
Pagine