Lancia Ypsilon, rinnovo con moderazione

L’utilitaria cambia nelle forme (specie nel frontale) e negli interni; tre i motori disponibili, due dei quali anche bi-fuel, e prezzi a partire da 13.200 euro.
MULTICOLOR - Si rifà marginalmente il trucco la Lancia Ypsilon, gemella diversa della Fiat 500 con cui condivide il pianale, caratterizzata dalle cinque porte e dalle forme ovoidali, decisamente morbide. Il rinnovamento è più marcato nel frontale, dove cambiano il paraurti, la griglia all’interno della mascherina ridisegnata e i fendinebbia di dimensioni maggiori; in coda c’è un inserto in tinta con la carrozzeria nella zona del paraurti. Due i nuovi colori per l’esterno, avorio e blu, che si affiancano alla tre pastello, sei metallizzate e al bianco a tre strati. I cerchi hanno ora diametro pari a 16” per le versioni di punta.
 
PIÙ MULTIMEDIALE - All’interno della Lancia Ypsilon, appaiono modificati pomello del cambio e tunnel centrale, con la possibilità di richiedere rivestimenti bicolori; ridiesgnato il cruscotto a causa dell’inserimento del sistema multimediale Uconnect, già appannaggio di altre vetture del Gruppo Fiat, che comprende connettività USB e Bluetooth, riconoscimento vocale dei comandi, navigatore satellitare e sintonizzatore DAB. Lo schermo è di 5”: un po’ piccolo per gli standard attuali, ma ben integrato in vettura. 
 
ANCHE BI-FUEL - I prezzi della Lancia Ypsilon sono già fissati: partono da 13.200 euro per la 1.2 a benzina da 69 CV in allestimento Silver, che di serie offre “clima” ed ESP integrato con il sistema hill holder, per facilitare le partenze in salita. A benzina c’è anche il bicilindrico 0.9 TwinAir da 85 CV; entrambi i motori sono disponibili in versione bi-fuel (GPL per il 1.2 e metano per il TwinAir, che perde 5 CV). A gasolio c’è il collaudato 1.3 MultiJet II da 95 CV, brillante e parco nei consumi.


Leggi l'articolo su alVolante.it