NEWS

Inizia l'integrazione di Lancia e Chrysler

20 maggio 2010

I concessionari europei dei due marchi si integrano sotto l'insegna Lancia. Sparisce il marchio Chrysler, tranne in Inghilterra, in preparazione per i futuri modelli comuni delle due case.

IL MATRIMONIO AL VIA - A maggio parte l'unificazione della rete di vendita della Lancia e della Chrysler sotto l'unica insegna Lancia. L'operazione rappresenta il primo passo verso le sinergie annunciate dal numero uno del gruppo, Sergio Marchionne, per queste due case (nella foto un nostro fotomontaggio). Fino ad oggi, però, la Fiat non aveva reso noto in quali Paesi i modelli Lancia verranno venduti con il marchio Chrysler o viceversa. Ora sembra che in tutta Europa i modelli comuni saranno marchiati Lancia, con l'unica eccezione della Gran Bretagna, dove la casa di Chivasso non è presente e dove verrà, quindi, mantenuto il logo Chrysler.

MILLE PUNTI VENDITA
- Da oggi dunque si procederà alla fusione dei due “network” commerciali che lavoreranno insieme per la distribuzione della nuova gamma di prodotti Chrysler-Lancia e per tutto ciò che riguarda l'assistenza alla clientela. Da questo sodalizio nascerà una rete costituita da oltre mille concessionari entro il 2014 ai quali verrà affidato un nuovo mandato. Sempre nel solco dell'integrazione, la finanziaria della Fiat ha già iniziato a gestire in Europa i servizi finanziari di Chrysler, Jeep e Dodge.





Aggiungi un commento
Ritratto di albfri71
20 maggio 2010 - 20:18
ma siete tutti così nostalgici di un marchio che negli ultimi anni ha sformato macchine come la Lybra e la Thesis, meglio una 300C con il marchio Lancia (magari fatta in Italia)
Ritratto di Al86
20 maggio 2010 - 20:31
Ma perchè non sono Lancia, se Marchionne & friends vogliono far morire Lancia, facciano almeno una cosa seria, come GM con Pontiac e Hummer, stabilisci una data e dici da quella data Lancia cesserà di produrre auto, non è che prendi gli stemmini Lancia e li attacchi con la super attak alle Chrysler che arrivano dagli USA facendo poi la faccia tosta ed esclamando "guardate che belle le nuove Chry... ehm Lancia 300C e Voyager", il cliente Lancia sceglie Lancia perchè vole un'auto italiana di "rappresentanza", se voleva un'auto americana non comprava Lancia. Che ultimamente Lancia abbia fatto modelli un po' così, concordo, ma secondo me dovevano usare la sinergia con Chrysler per condividere pianali e tecnologie che in Fiat non hanno (e viceversa) per creare un prodotto migliore e maggiormente competitivo. Detesto i "l'avevo detto", ma l'avevo detto che Lancia faceva questa fine fin dall'inizio, e tutti i fiattisti a dire che non era vero, erano solo provocazioni per smuovere le acque, non avevo prove, bè i fatti parlano da sè...
Ritratto di mpresti
21 maggio 2010 - 09:52
Al, è giusto così, non ha senso avere in famiglia marchi che si farebbero la guerra fra di loro. Lancia finisce dove Crysler comincia ed è logico che si fondano insieme, e dobbiamo gioire che Lancia rappresenti la nuova gamma in europa, lascia perdere l'americano il cinese e l'italiano, sai bene che ormai tutti i componenti sono costruiti e comprati dove è più conveniente gioisci del fatto che la gamma avrà deisgn e stile italiano. Non subito, ma in futuro vedrai! Cerca con google nuova thema ......
Ritratto di Al86
21 maggio 2010 - 10:09
Non è una questione di dove sono prodotte, se dovessero fare una fusione dei due marchi, intesa come condivisione di pianali e tecnologie, ne sarei più che contento, così Lancia utilizzando i pianali Chrysler può tornare ad avere delle vere ammiraglie, e Chrysler utilizzando i pianali Fiat può immettere nel mercato americano vetture medie che attualmente gli mancano, ma se la fusione che avverrà sarà semplicemente cambiare gli stemmi a determinati marchi, questo non mi va bene, perche le Chrysler hanno uno stile tipicamente americano con linee massicce e pesanti (guarda la 300c), che poco hanno a che fare con lo stile Italiano
Ritratto di osmica
21 maggio 2010 - 00:54
Macchina stupenda! fenomenale! Ma.... non e' per caso una Fiat Bravo??? No... la lybra e' lancissima!
Ritratto di ImAlphaMan
23 maggio 2010 - 13:11
al massimo la marea...
Ritratto di nickysuper88
20 maggio 2010 - 20:36
La Lancia con la nuova Delta ha fatto un bel passo avanti ma manca ancora qualcosa per competere con Audi, Bmw e Mercedes. La rete di distribuzione con 1000 punti vendita è bel passo avanti però devono migliorare la qualità e l'affidabilità dei loro prodotti per attirare nuovi clienti. I problemi con il dpf avuti su 500 (e non solo purtroppo) con l'utilizzo in città dell'auto sono sotto gli occhi di tutti ormai e non sono stati fatti presenti ai clienti all'acquisto della una nuova auto (parlo per esperienza personale). Se questo è il modo di trattare i clienti allora il gruppo Fiat non farà molta strada...
Ritratto di albfri71
20 maggio 2010 - 20:56
io credo invece che proprio la Lancia abbia, negli ultimi anni, perso la bussola. Le lancia di una volta erano macchine che, nel panorama italiano si inserivano tra le fiat (economiche) e le Alfa (tipicamente sportive), ora, vuoi per la moltitudine di costruttori di auto, vuoi per ragioni di economie, le Lancia sono auto come le altre esempio la musa che è sotto sotto una Idea, la Phedra che è una fiat/peugeot/citroen e il fatto che gli italiano, a differenza ad esempio dei francesi, comprano la macchina che gli piace infischiandosene di dove la fanno (e che lo Stato non può più comprare "solo" italiano) o fa così o chiude.
Ritratto di money82
20 maggio 2010 - 21:15
1
mi vengono i brividi a pensare di vedere una 300C con il logo lancia....sarei curioso di vedere, se esce un modello del genere, quanti avrebbero il coraggio di acquistarlo.
Ritratto di alberto89
20 maggio 2010 - 21:20
io la compro....
Pagine