Lancia Voyager: sapore d'America

05 marzo 2011

Al Salone di Ginevra la Lancia presenta la nuova Voyager che nella gamma andrà a sostituire la Phedra. I punti di forza sono grande spazio e versatilità dell'abitacolo.

ORIGINI STATUNITENSI - La Voyager è la nuova monovolume di grandi dimensioni della Lancia. Si tratta della versione “europeizzata” della recentemente rinnovata Chrysler Town & Country, la cui versione precedente al lifting era importata fino a poco tempo fa in Europa come Chrysler Grand Voyager. Un'operazione che fa parte della strategia di Marchionne per la Lancia: importare in Europa modelli Chrysler con pochi interventi di adattamento, in attesa di una nuova generazione di auto sviluppata congiuntamente e appositamente per ciascuna sponda dell'Atlantico.

 

Lancia voyager ginevra 2011 5

DUE MOTORI - La vettura è lunga 514 cm, larga 199 cm e alta 172 cm, mentre il passo misura 310 cm. Esteticamente, oltre che per la specifica calandra Lancia, la Voyager è riconoscibile per i fari anteriori a led. Al momento del lancio sul mercato, la Lancia Voyager sarà disponibile con il motore 3.6 V6 a benzina da 283 CV e con il propulsore diesel 2.8 MultiJet da 163 CV.

SPAZIO PLASMABILE - La gamma della Lancia Voyager sarà declinata negli allestimenti Silver, Gold e Platinum. Tutte le versioni avranno potranno contare sul sistema Stow’n Go è il sistema che permette di ricavare spazio per i passeggeri ed i loro bagagli, senza necessità di rimuovere i sedili: prevede sedili ribaltabili che possono essere ripiegati a scomparsa nel pavimento per trasformare i cinque posti a sedere della seconda e terza fila in una vasta superficie di carico. Mantenendo i sedili in posizione eretta, gli scomparti nel pavimento della vattura possono essere utilizzati come pratici vani portaoggetti. Sulla Voyager ci sono porte scorrevoli e portellone (a comando elettrico) con sistema di rilevamento di eventuali ostacoli che venissero a trovarsi durante la chiusura.
 

Lancia voyager ginevra 2011 1

COME NEL SALOTTO DI CASA - Per questa nuova Voyager la Lancia punta molto anche sul sistema multimediale di bordo. Denominato Uconnect Tunes dispone di radio, cd, dvd, lettore mp3 e lettore video wma, porta Usb, ingresso ausiliario, hard-disk da 30GB, schermo a sfioramento, microfono incorporato nel retrovisore interno per i comandi vocali e Bluetooth. Inoltre è incluso il sistema ParkView con telecamera posteriore per la visione degli ostacoli durante le manovre di parcheggio, indispensabile su un veicolo di tali dimensioni. Solo a richiesta è disponibile la navigazione satellitare con mappe in 3D ed indicazioni progressive sul percorso. Completano il tutto l’impianto audio a nove altoparlanti con subwoofer ed amplificatore da 506 Watt ed il sistema di intrattenimento posteriore con lettore dvd  a doppio schermo da 9” dotati di telecomando e di cuffie senza fili.

VIDEO
Lancia Voyager
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
27
13
20
20
46
VOTO MEDIO
2,6
2.642855
126


Aggiungi un commento
Ritratto di mustang54
5 marzo 2011 - 20:44
2
Semplice al prossimo restyling sanno cosa cambiare per primo. Come è successo per la Yaris '09/'10, le Audi A4 '05 (che le S-Line le hanno fatte con la freccia bianca), la Bravo e tante altre auto in generale. Quelli poi in America fungono da fari di posizione. Sul nome sono d'accordissimo con te, e quella leva del cambio la mi fa veramente inc****re. Le adoro sui modelli USA, ma non da noi.
Ritratto di mustang54
5 marzo 2011 - 20:46
2
il 2.2 MultiJet 170hp della Phedra reggerebbe secondo voi sotto questa se lo faranno???
Ritratto di Mister Grr
5 marzo 2011 - 20:54
se così fosse sarebbe impossibile...al limite potrebbero (la vedo durissima) mettere il 2.0 fiat da 170.
Ritratto di bubu
7 marzo 2011 - 18:40
si il tuo ragionamento non fa un piega... è possibile che faranno così... ma a te sembra normale che lascino la parte arancione nei fari anteriori in una lancia???? anzi lancia mo....mi correggo, un'auto per il mercato italiano se non anche europeo???? allora fanno veramente schifo....
Ritratto di bigshaft
5 marzo 2011 - 21:23
Va bene tutto, va bene che bisogna adattarsi allo stile americano, e come ben sappiamo stile americano ed europeo sono come il diavolo e l'acqua santa, ma questa è proprio brutta per il mercato nostrano. Vendetela solamente negli USA con il marchio Chrysler e basta, non fate esperimenti per vedere se "forse vende bene...e se vende bene importiamo dell'altro dagli USA". Ma basta, nessuno ha più idee originali, va bene che c'è la crisi, ma qui mi sembra che ormai le auto sono fatte tutto con uno stampino uguale per risparmiare (vedi Fiat Alfa e Lancia, che fanno auto identiche con la sola distinzione del nome sul portellone posteriore).
Ritratto di Giacomo
6 marzo 2011 - 10:15
Altro che Marchionne.. qui si son messi di mezzo gli Addam's Family e Dario Argento! Questa macchina fa paura! E' triste e sembra un carro funebre! Torniamo in dietro di qualche anno, a me personalmente piacevano molto di è i modelli precedenti (Ulysse e company)... Ma questa è peggio di un veicolo commerciale... e poi gli INTERNI!!! In ogni caso, ho sentito dire che oggi, (IN VISTA DEL CARNEVALE), sarà in mostra per le vie di Venezia, a mò di Carro di Carnevale! :):)
Ritratto di bubu
7 marzo 2011 - 18:42
hai proprio ragione!!!!
Ritratto di Boghero
6 marzo 2011 - 10:21
Ora .. un conto è sviluppare due auto di due marchi diversi da un pianale, ma le due auto hanno senso se hanno un minimo di coerenza col marchio e se hanno una precisa identità. la 300c e la Voyager sono Crysler fino all'ultimo bullone, metterci su il marchi Lancia è una buffonata. Io avrei mantenuto candidamente il marchio Crysler in Europa.. Volete fare la Thema.. usate il Pianale della Giulia.. o farete n'antra furbata come 159.. un pianale un'auto... Da quel pianale semplificato deve uscire anche la nuova e vera croma. Stessa cosa è il marchio Dodge.. ha una personalità ben precisa... fara quel che si è fatto è follia pura. A sto' punto alla fiat manca una coupettona... perche non Facciamo la Fiat FF... a trazione integrale con motore diesel? visto che questa è la politica industriale!!!! Se poi non ci sono soldi tanto meglio.. evitate ste camuffature ridicole e risparmiate i soldi di sti "rimarchiamenti" ridicoli...
Ritratto di askarrabbad
6 marzo 2011 - 12:51
secondo me quest'auto non è per niente male. Ormai dobbiamo rassegnarci, il marchio Lancia come lo conoscevamo non esiste più, tuttavia questa Voyager non mi sembra tutta da buttare; sarà che mi piacciono i cassoni americani (come 300C) ma la linea così quadrata non mi dispiace, sono un po' deluso per gli interni, sembrano tornati indietro di 15 anni, anche se è da ammettere che di praticità ce n'è da vendere (leva del cambio, sedili a scomparsa e vari cazz.i e mazzi). Mi preoccupa il prezzo, con questa dotazione chissà quanto spareranno alto :S . Detto questo evitiamo di usare il nome "Lancia" per questi nuovi modelli che di lancia non hanno niente, ricordiamoci della Lancia come un marchio fantastico e non come un nome da appioppare ad altre auto.
Ritratto di money82
6 marzo 2011 - 13:44
1
E' una vergogna...a questo punto avrebbe avuto senso far morire la lancia e continuare con chrysler. Grazie fiat, prima hai distrutto il mito alfa, e ora la lancia...il prossimo passo saranno le ferrari con il motore della viper?
Pagine