Lexus ES: in Europa al posto della GS

La nuova berlina a trazione anteriore ha un motore ibrido da 218 CV e rientra nella stessa categoria di Audi A6 e BMW Serie 5.

TUTTA NUOVA - Giunta alla settima generazione, la berlina Lexus ES arriva per la prima volta in Europa e sarà in vendita da settembre 2018 al posto della GS. Per il costruttore giapponese è una novità di non poco conto, visto che la ES adotta un nuovo pianale a trazione anteriore e non scarica quindi la potenza sulle ruote posteriori come la GS. Questo cambiamento non dovrebbe intaccare il piacere di guida, stando alla Lexus, che ha realizzato per la ES 2018 una piattaforma costruttiva molto evoluta (si chiama GA-K) in grado di avvicinare i livelli di rigidità strutturale di quella a trazione posteriore utilizzata per la coupé LC e l’ammiraglia LS (la GA-L), migliorando così il comportamento dell’auto su strada e la bontà delle reazioni al volante. Sulla versione F Sport si possono avere inoltre le sospensioni a smorzamento controllato.

PIÙ LUNGA E SPAZIOSA - La rigidità della piattaforma è fondamentale anche per migliorare il comfort di bordo, visto che un’ossatura molto resistente fa lavorare meglio le sospensioni e permette all’auto di assorbire con più efficacia le asperità della strada. Ciò è fondamentale per una classica berlina a quattro porte come la Lexus ES, che per dimensioni e prezzo sfida le Audi A6, BMW Serie 5 e Mercedes Classe E: misura infatti 496 cm in lunghezza, 187 cm in larghezza e ha un passo (la distanza fra le ruote anteriori e posteriori) di 287 cm. L’altezza è l’unica dimensione in cui la ES 2018 non è cresciuta rispetto al vecchio modello (- 0,5 cm), più corto di quasi 7 cm e con un passo di 282 cm: ciò significa che la nuova edizione dovrebbe rivelarsi più spaziosa all’interno, nonostante gli stabilisti abbiano ribassato la linea del tetto nella zona posteriore per far sembrare l’auto più slanciata.

IN ITALIA SOLO IBRIDA - Lo stile della carrozzeria richiama le ultime automobili della Lexus e si contraddistingue per il frontale molto aggressivo, dove sono presenti la classica mascherina a forma di clessidra e fari a led assai rastremati. L’abitacolo e le rifiniture sono curate al pari di tutte le Lexus, complice l’utilizzo di materiali di qualità e dello schermo a sfioramento di 12,3” nella consolle. La Lexus ES 2018 arriverà nel nostro paese con il solo motore ibrido della versione ES 300h, basato su un benzina 2.5 a ciclo Atkinson (più “economo” dei normali benzina a ciclo Otto) e su un modulo elettrico più compatto di quello montato sulla vecchia edizione. Il costruttore parla di un consumo medio nell’ordine dei 20 km/l, a fronte di una potenza di 218 CV. La batteria al nichel-metallo è anch’essa di dimensioni inferiori rispetto al passato e si trova al di sotto del divano posteriore, dove non ruba spazio al portabagagli.



Leggi l'articolo su alVolante.it