NEWS

Lexus ES: in Europa al posto della GS

27 aprile 2018

La nuova berlina a trazione anteriore ha un motore ibrido da 218 CV e rientra nella stessa categoria di Audi A6 e BMW Serie 5.

Lexus ES: in Europa al posto della GS

TUTTA NUOVA - Giunta alla settima generazione, la berlina Lexus ES arriva per la prima volta in Europa e sarà in vendita da settembre 2018 al posto della GS. Per il costruttore giapponese è una novità di non poco conto, visto che la ES adotta un nuovo pianale a trazione anteriore e non scarica quindi la potenza sulle ruote posteriori come la GS. Questo cambiamento non dovrebbe intaccare il piacere di guida, stando alla Lexus, che ha realizzato per la ES 2018 una piattaforma costruttiva molto evoluta (si chiama GA-K) in grado di avvicinare i livelli di rigidità strutturale di quella a trazione posteriore utilizzata per la coupé LC e l’ammiraglia LS (la GA-L), migliorando così il comportamento dell’auto su strada e la bontà delle reazioni al volante. Sulla versione F Sport si possono avere inoltre le sospensioni a smorzamento controllato.

PIÙ LUNGA E SPAZIOSA - La rigidità della piattaforma è fondamentale anche per migliorare il comfort di bordo, visto che un’ossatura molto resistente fa lavorare meglio le sospensioni e permette all’auto di assorbire con più efficacia le asperità della strada. Ciò è fondamentale per una classica berlina a quattro porte come la Lexus ES, che per dimensioni e prezzo sfida le Audi A6, BMW Serie 5 e Mercedes Classe E: misura infatti 496 cm in lunghezza, 187 cm in larghezza e ha un passo (la distanza fra le ruote anteriori e posteriori) di 287 cm. L’altezza è l’unica dimensione in cui la ES 2018 non è cresciuta rispetto al vecchio modello (- 0,5 cm), più corto di quasi 7 cm e con un passo di 282 cm: ciò significa che la nuova edizione dovrebbe rivelarsi più spaziosa all’interno, nonostante gli stabilisti abbiano ribassato la linea del tetto nella zona posteriore per far sembrare l’auto più slanciata.

IN ITALIA SOLO IBRIDA - Lo stile della carrozzeria richiama le ultime automobili della Lexus e si contraddistingue per il frontale molto aggressivo, dove sono presenti la classica mascherina a forma di clessidra e fari a led assai rastremati. L’abitacolo e le rifiniture sono curate al pari di tutte le Lexus, complice l’utilizzo di materiali di qualità e dello schermo a sfioramento di 12,3” nella consolle. La Lexus ES 2018 arriverà nel nostro paese con il solo motore ibrido della versione ES 300h, basato su un benzina 2.5 a ciclo Atkinson (più “economo” dei normali benzina a ciclo Otto) e su un modulo elettrico più compatto di quello montato sulla vecchia edizione. Il costruttore parla di un consumo medio nell’ordine dei 20 km/l, a fronte di una potenza di 218 CV. La batteria al nichel-metallo è anch’essa di dimensioni inferiori rispetto al passato e si trova al di sotto del divano posteriore, dove non ruba spazio al portabagagli.

Lexus ES
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
27
9
5
6
5
VOTO MEDIO
3,9
3.903845
52


Aggiungi un commento
Ritratto di Ivan92
28 aprile 2018 - 10:31
6
Il discorso sta diventando surreale, cioè se BMW o Mercedes avessero osato costruire le loro Serie 5 e Classe E a trazione anteriore avrebbero letteralmente distrutto i loro modelli, quando invece Lexus propone una berlina spompa a trazione anteriore allora viene spacciata come auto esclusiva per intenditori (quando invece meccanicamente è alla pari di una Renault Talisman) Atenzo Max dice che una tedesca ibrida non la vorrebbe neanche regalata (e non deve preoccuparsi perchè nessuno gliela regalerà) senza però averci capito nulla su quanto queste auto siano davvero rivoluzionarie. Per prima cosa il motore elettrico sulle tedesche non deve compensare le scialbe prestazioni del motore a benzina bensì serve come supporto nelle situazioni che non richiedono tanta potenza, puoi farti i 250 km/h con il motore che lavora a meno di 4'000 giri (mentre il limitatore è a oltre 7'000 giri) uscire dall'autostrada e attraversare un centro abitato ad emissioni zero viaggiando a 50 km/h per poi prendere una strada di montagna e divertirti con un ottimo cambio a 8 marce, un telaio perfetto, un motore 6 cilindri turbo da 340 cv e la trazione posteriore con i controlli elettronici totalmente disinseribili e poi arrivare di nuovo in un centro abitato e attraversarlo ad emissioni zero, facendo in media 15-16 km/l con una guida normale e 11-12 km/l con una guida sportiva pur avendo 340 cv a disposizione. Ibrido non vuol dire solo consumi ma vuol dire soprattutto efficienza, una Toyota Prius potrà fare anche 25 km/litro a 40 km/h, ma se poi a 160 km/h ne fa 13 km/l andrà bene giusto per qualche tassista, perchè un appassionato di motori, ma anche un conducente normale morirebbe di noia a guidarla dopo mezzora.
28 aprile 2018 - 14:16
Non ti rispondo neanche più Ivan, goditi la tua bmw ibrida e buon weekend. P.S Anche se me la regalassero una tedesca ibrida, e non c'è pericolo giustamente perché tanto non me la regala nessuno, la rivenderei prima ancora di salirvi sopra oppure chiederei di cambiarla con la corrispondente versione diesel.
Ritratto di tramsi
28 aprile 2018 - 14:35
E chi se ne frega?!?
Ritratto di Ivan92
28 aprile 2018 - 15:08
6
Non serve che mi rispondi, tutto il dialogo iniziato da gio ha avuto un inizio penoso con: "ma quelli che preferiscono le tedesche, seriamente, che problemi hanno" su un articolo dove si parla di una semplice berlina ibrida a trazione anteriore disponibile nella sola versione da 218 cv, e chi preferisce una 5er o una Classe E "ha dei problemi", anzi, se osi preferire magari una BMW M5 o una Mercedes E 63 AMG sei pure un "contadinotto" perche la ES a trazione anteriore e "migliore sotto ogni punto di vista". P.S se mai dovessi ricevere in regalo una tedesca ibrida, non cambiarla per la corrispondente versione diesel, ma mettici la differenza per la corrispondente versione M o AMG, è solo un consiglio. Buon weekend anche a te!
Ritratto di tramsi
28 aprile 2018 - 15:43
Non farci caso, Ivan: i Lexussari sono come i vaggari e i fiattari: si inventano le cose, le spacciano per vere, ritengono adesso "valore aggiunto" quel che prima hanno additato come difetto di questa o quella azienda (leggasi trazione anteriore su una segmento E!!!) e ribaltano sistematicamente la realtà delle cose. Pensa che Maxtone si inventò pure che la CT200 va (riporto testualmente) "come una macchina da 180 cv", quando, alla prova dei fatti, è più lenta di una Ignis. Inutile aggiugnere altro.
28 aprile 2018 - 17:54
Se l'ho scritto è perché l'ho ritenuto vero, per me. È più rapida di quel che pensi in ripresa e fila via che è un piacere. Poi ci sono 180 cv e 180 cv, se sono aspirati un attimo dormienti ai bassi lo sono.
Ritratto di tramsi
28 aprile 2018 - 18:57
I numeri NON sono un'opinione. Non esiste un "per me". A parte gli articoli con i rilevamenti delle performance letteralmente dormienti della CT200h, non è affatto vero che in ripresa "fila via" o meglio, non più di qualsiasi altra macchina ben meno potente, perché in ripresa il CVT adegua il rapporto di trasmissione e risulta comunque più lenta di qualsiasi altra macchina con 136 cavalli provvista di cambio automatico. Anzi, di più: nonostante l'automatico, in ripresa è DECISAMENTE più lenta di una 116i (che ha la stessa potenza, 136 cv) manuale. http://www.zeperfs.com/en/duel4542-3891.htm E questo a tacer di altri dati, come quelli inerenti l'accelerazione (3" di distacco sullo 0-100 km/h, che diventano 10 - DIECI! - a 160 km/h), la velocità, addirittura 8" sul circuito di Autocar, etc... Dovresti mettere un limite alle scempiaggini, stante che la CT200h sta dietro financo alla Ignis. Quei 136 cv segnano i rilevamenti di 100 cv, altro che 180. Per favore...
Ritratto di Mark R
30 aprile 2018 - 11:37
Sempre la questione prestazioni..... Riflettete su quale sia lo scopo di un'auto....
Ritratto di GiO1975
1 ottobre 2018 - 11:34
tramsi, se scoprissi che ho guidato più Audi e Mercedes di te? poi, che mi diresti?
Ritratto di studio75
29 aprile 2018 - 13:58
5
Ivan, volevo chiederti, ma l'ibrido toglie spazio al vano bagagli?
Pagine