NEWS

Lexus: in Europa niente più CT, IS e RC

Pubblicato 16 ottobre 2020

La Lexus ridimensiona la sua gamma europea: per puntare maggiormente sulle suv, elimina due berline e una coupé.

Lexus: in Europa niente più CT, IS e RC

MERCATO A DUE FACCE - Se le vendite di suv e crossover non danno segni di rallentamento in Europa, quelle di berline e coupé sono da anni in diminuzione. E così, per le case automobilistiche è arrivato il momento di prendere le contromisure e cambiare le strategie: la Lexus, il marchio di prestigio della Toyota, ha fermato la produzione delle versioni per l’Europa della berlina compatta CT (foto qui sotto), della media IS (foto qui sopra, della quale ha appena presentato la nuova generazione, qui per saperne di più) e della coupé RC (foto più in basso). I tre modelli non usciranno immediatamente dal mercato, ma continueranno ad essere venduti fino a quando non termineranno gli stock; in seguito, non saranno più disponibili.

TRACOLLO - Fra gennaio e agosto 2020, secondo i dati della Jato Dynamics, le immatricolazioni della CT sono diminuite del 35% rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso, attestandosi a 2.344 unità, mentre la IS ha perso il 50% delle vendite, raggiungendo i 1.101 esemplari, e la RC ha totalizzato 422 nuove immatricolazioni. Di contro, le vendite delle suv e crossover sono state molto più soddisfacenti: la compatta UX è stata venduta in 10.291 unità, la media NX in 7.730 e la grande RX in 3.473. È grazie a questi tre modelli se la Lexus è riuscita a limitare le perdite fra gennaio e agosto 2020: le vendite sono diminuite del 21% in Europa, quando il mercato si è ridotto del 33%. 

LE “SUPERSTITI” - La Lexus ha deciso di non eliminare dalla gamma tutte le sue berline, perché continuerà ad offrire la ES, le cui vendite sono aumentate del 3% nel 2020, e la lussuosa LS, il modello più prestigioso della casa giapponese che, però, ha totalizzato solo 58 esemplari nei primi otto mesi dell’anno. Sopravviverà, in alcuni mercati, anche la RC-F, versione sportiva con motore V8 della RC.





Aggiungi un commento
Ritratto di Meandro78
19 ottobre 2020 - 14:24
Esattamente, non mi conosci. Ma, banalmente, il mio essere libertario e ostile alle costrizioni mi rende assai indigesta ogni imposizione. Specie se preconcetta. Ah già, ma obbligare la transizione green salverà il pianeta. Certo...
Ritratto di 82BOB
19 ottobre 2020 - 15:16
Hai soluzioni più efficaci? Proponile... Nel frattempo non insultare chi va in monopattino e chi aderisce ai fridays for future! P.S.: non hai ancora scritto chi sarebbe il vaggaro...
Ritratto di Meandro78
19 ottobre 2020 - 16:35
Il vaggaro è una triste creatura convintamente stolida nell'asserire una presunta superiorità morale ancor più che tecnologica e di prodotto alle produzioni teutoniche in genere, meglio se non bavaresi. Sai, si dice la tara mentale, non il nome del fisagiato di turno...
Ritratto di 82BOB
19 ottobre 2020 - 17:48
Mò hai lanciato il sasso... chi è il vaggaro? Tu? Quello la? Hai risposto ad un mio commento, ovvero al commento di un fiattaro, quindi vorrei capire chi sarebbe il vaggaro...
Ritratto di Challenger RT
16 ottobre 2020 - 21:56
Peccato davvero! La IS è una delle migliori berline della sua categoria e la RC, soprattutto col V8, è molto interessante.
Ritratto di domila
16 ottobre 2020 - 22:50
Sono d’accordo
Ritratto di luperk
17 ottobre 2020 - 08:58
una delle peggiori semmai. A4, serie 3, c class, xe, giulia, ATS, s60, tutte di gran lunga superiori.
Ritratto di ELAN
17 ottobre 2020 - 15:44
1
Ma che stai a dì luperk! Posa er fiasco!
Ritratto di Giuliopedrali
17 ottobre 2020 - 18:11
luperk francamente non le trovo così diverse una dall'altra ste coupè odierne, l'assurdo è che non sono più un punto di riferimento per il design, il punto di riferimento sono i crossover, quando c'erano le Flaminia e Fulvia Coupè e le GTV, le Ferrari 330 GTC e volendo anche le 850 coupè quelle erano il punto di riferimento, le berline al massimo seguivano.
Ritratto di ELAN
18 ottobre 2020 - 01:08
1
Aggiungiamo la Corvette C2 e la Cisitalia.
Pagine