NEWS

Lexus LC 500: parliamo di tecnica

18 gennaio 2016

La coupé Lexus LC 500 porta all'esordio un cambio di nuova generazione ed una piattaforma modulare.

Lexus LC 500: parliamo di tecnica
TECNICA DI PRIM’ORDINE - La coupé Lexus LC 500 è un modello fra i più ricchi di significato introdotti nella storia recente della casa giapponese. Ha uno stile di rottura, molto audace, a cui corrispondono particolari meccanici di notevole livello: porta all’esordio una nuova piattaforma modulare ed un inedito cambio automatico a 10 rapporti. Ora la casa ha diffuso ulteriori informazioni di natura tecnica su questo modello, esposto in anteprima allo scorso salone di Detroit, che arriverà sul mercato statunitense già quest’anno. Il posizionamento della Lexus LC non è facile da definire: si configura come una via di mezzo tra la BMW Serie 6 e la Mercedes-AMG GT.
 
SCARICO A DUE TONI - Elemento cardine della Lexus LC 500 è il motore V8 5.0, a benzina, realizzato in alluminio e parente stretto dell’unità presente sotto il cofano delle RC F e GS F. Sviluppa 473 CV e fornisce allo stesso tempo 527 Nm, valori che si traducono in un tempo di 4,5 secondi nel passaggio 0-96 km/h. La Lexus gli riconosce un’apprezzabile rotondità di funzionamento, una erogazione molto lineare della potenza ed il timbro vocale caratteristico dei V8, ottenuto lavorando anche sul lato aspirazione. Il V8 prevede bielle forgiate e valvole in titanio. L’impianto di scarico è del tipo a due tonalità, quindi il timbro del 5.0 viene filtrato in determinate condizioni di marcia: ciò avviene per esempio in città o quando l’automobile procede a ridotta andatura, ma non all’accensione.
 
 
VELOCE COME UN DOPPIA FRIZIONE - Abbinato al V8 della Lexus LC 500 c’è un nuovo cambio automatico a 10 rapporti, che la Lexus descrive come fra i più evoluti sul mercato: su questo giudizio influiscono il peso ridotto, le dimensioni contenute (è più compatto degli automatici ad 8 marce) e la velocità nel cambiare rapporto, equiparabile ad un cambio doppia frizione normalmente più veloce se rispetto agli automatici tradizionali con il convertitore di coppia. Secondo la casa, la presenza di dieci rapporti consente di avere sempre la marcia giusta in relazione al percorso. Il cambio interagisce con l’elettronica di bordo e viene gestito da un software particolarmente evoluto, grazie al quale vengono anticipati determinati comportamenti del guidatore: il cambio si adegua in relazione ai valori di accelerazione laterale ed alla pressione sui pedali di acceleratore e freno.
 
PESI IN BASSO - La Lexus LC 500 è un modello fondamentale perché introduce la nuova piattaforma costruttiva GA-L, a trazione posteriore, destinata a tutte le future Lexus con architettura motore anteriore/trazione posteriore. I tecnici hanno prestato molta cura alla distribuzione dei pesi, collocando il motore ed i passeggeri in maniera da tener basso il baricentro: ne traggono beneficio il comportamento su strada e l’agilità. Non a caso la Lexus dichiara che in realtà il motore si trova in posizione anteriore/centrale, perché collocato tra l’assale anteriore e l'abitacolo. La batteria si trova nel vano bagagli e contribuisce anch’essa all’ottimale distribuzione delle masse, parametro fondamentale su una vettura indicata per la guida sportiva: la casa dichiara un rapporto fra i due assi del 52/48. Il telaio monoscocca viene considerato il più rigido mai realizzato. Optional il tetto in fibra di carbonio.
Lexus LC
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
103
34
19
15
20
VOTO MEDIO
4,0
3.968585
191




Aggiungi un commento
Ritratto di MAXTONE
19 gennaio 2016 - 01:55
auto davvero da patito la a6 allroad...m'avesse detto che so, la BMW 850 CSi, la Lotus Esprit, la Porsche 911 avrei anche capito ma l'a6 allroad, senza nulla togliere all'auto, ma cosa c'entri in questo contesto lo sa solo lui. Ma già chiedere ad un amico se "non si vergogna a girare con la Civic...", mi solleva molto il sol fatto che un gioiello come questa Lexus venga criticato da un tipo simile. E'un pò come, vediamo se posso farti capire, io, fanatico cultore di DAVID BOWIE, venissi deriso da un amante della musica neomelodica partenopea, un genere da cui gli stessi napoletani prendono giustamente le distanze considerata la tradizione che hanno di grandi artisti come Daniele, Jam Senese, Barra, Montecorvino, Ranieri e Gragnaniello.
Ritratto di Lucio88
19 gennaio 2016 - 08:18
Ripeto l'italia non è il centro del mondo, anzi quello che a noi pare strano e bizzarro, in altri posti è quotidianità. Noi Italiani abbiamo sempre il vizio di pensare che noi facciamo bene e gli alti sono out, purtroppo x noi non è + così da almeno 2000 anni
Ritratto di Lucio88
19 gennaio 2016 - 09:47
bè vabbè siamo su un forum non cè bisogno di stizzirsi per così poco, sono certi atteggiamenti da bambino che non capisco, comunque capitolo chiuso
Ritratto di MAXTONE
19 gennaio 2016 - 13:44
E per fortuna che avrà pure 50 anni suonati :)
Ritratto di MAXTONE
20 gennaio 2016 - 12:37
io adoro le opinioni dei 50 enni, sto benissimo tra le persone mature, che poi 50 anni li considero quasi miei coetanei avendone io 39, ma preferisco sempre che l'età anagrafica sia accompagnata da una maturita'di atteggiamento consona.
Ritratto di Lucio88
19 gennaio 2016 - 08:20
e poi non capisco che problema ci sia se una persona è fiera della propria auto anche se ha qualche anno sulle ruote... bo
Ritratto di MAXTONE
19 gennaio 2016 - 09:18
Più anni ha meglio e'! E' vintage! La stessa IS successiva alla mia non ha i doppi triangoli e non ha il sei in linea della Supra infatti quando ho cercato l'IS prima serie (XE10) e' perché volevo esattamente quella. Non ci sono arrivato andando a casaccio come fanno quelli che cercano una qualunque Premium usata nei vari plurimarche...l'ho cercata per mesi e quando ho trovato l'esemplare giusto mi son fatto ben 400 km per andarmelo a prendere ma non hai idea della soddisfazione. Proprio ieri al distributore, il ragazzo ci girava intorno chiedendosi che auto fosse, alla fine sopraffatto dalla curiosità mi dice "ma che e' un nuovo modello coreano?", sorridendo gli ho risposto "no,uno vintage giapponese...".
Ritratto di MAXTONE
19 gennaio 2016 - 09:07
Cos'ha la mia IS di Premium? Forse 4 sospensioni a doppi triangoli sovrapposti come le auto da corsa (soluzione più raffinata di un multilink e molto più esclusiva), forse un sei cilindri in linea che e' lo stesso famoso JZ2 della Supra? Forse perché già nel 98 montava lo schermo del GPS a scomparsa sulla plancia ripreso da bmw e Audi a3 nel 2012? O magari la qualità costruttiva, le doti dinamiche, il piacere di guida...se oggi quella stessa auto può contare su migliaia di fan sulle pagine FB a essa dedicata, che l'hanno mitizzata (spendendoci belle cifre per upgrade di telaio,meccanica e motore) sia come Altezza RS che come Lexus IS ci sarà ben più di un motivo. Poi cosa vuol dire nelle fiere non ci sono japponesate? E' più che normale non trovarle in Italia (già in giro per l'europa la situazione cambia), nelle fiere che trovi? Le solite 500, Fulvia, giulia, giuliette, alfette e 124, sono queste le auto diffusesi in Italia a quei tempi. Certo non puoi pretendere di trovare Toyota 2000 GT, Mazda Cosmo, Isuzu Bellet o Nissan Skyline (solo alcune che mi vengono in mente di quegli stessi anni 60). Già che ci sono vorrei consigliare a tutti il bellissimo canale YT "WasabiCars" che va a scoprire sempre pezzi rari e prestigiosi di storia automobilistica nipponica, davvero molto piacevole e godibile.
Ritratto di MAXTONE
19 gennaio 2016 - 13:54
La 156 ha venduto solo in Italia e tra alti e bassi in Europa ma la IS sia come Lexus che come Toyota ha venduto in tutto il mondo. Sulla brillantezza inutile discorrere perché due decimi di secondo in più o in meno non significano nulla in confronto alla affidabilità sul lungo termine e qui Lexus non la batte nessuno. Poi se vogliamo parlare di qualità costruttiva, ergonomia e posizione di guida lascia perdere, io ne ho guidate tante di 156 e la posizione di guida rispetto alla mia IS e' da utilitaria anni 80: Volante mezzo orizzontale, pedaliera disassata e incernierata alla catz di cane e appoggio piede sx quasi inesistente. Io non ci cambierei un bullone tra la mia IS e 156 ma neanche sotto tortura anche perché io oggi le 156 le vedo in mano agli extracomunitari (pure la 147) mentre la IS la vedi solo in mano a veri appassionati di auto tra cui me. E piantala di insultare la mia auto perché io a te non ti conosco, non vengo a mangiare a casa tua e non voglio avere nulla a che fare con te.
Ritratto di MAXTONE
19 gennaio 2016 - 14:28
Ma chissenefrega cosa faresti o non faresti con la mia auto. A me nummene po'frega' de meno, in pista non va come la a4 o la serie 3...ma perché hanno mai corso insieme? la Altezza/IS ha corso nei campionati turismo giapponese e coreano e si è fatta ben rispettare vincendo il titolo nel 2004. E comunque le auto da turismo c'entrano con quelle di serie come i cavoli a merenda senza considerare che per vincere campionati oltre alle auto ci vogliono piloti e team ben organizzati, non sono certo quattro triangoli sovrapposti e un gran motore a far la differenza. Quello serve a farla su strada. Ma la domanda principale è: SE TI FANNO COSI'SCHIFO LE LEXUS PERCHE'SEI SEMPRE QUI A COMMENTARLE? A me, per dire, ci sono diversi marchi dei quali nummene po'frega'de meno e mica vado a perdere il mio, prezioso, tempo andando a commentare questo o quel modello, evidentemente se hai tanta voglia di sparare a zero su questa LEXUS LC è perché il fatto che Lexus abbia costruito e tra pochi mesi sarà già in vendita sul mercato USA, un auto così ti fa rodere il fegato anche se per ragioni a me sconosciute (perché la puoi solo guardare forse?).
Pagine