Lexus LF-30: per un futuro "elettrico"

Pubblicato 23 ottobre 2019

La LF-30 anticipa il futuro linguaggio stilistico che verrà utilizzato sulle vetture elettriche della Lexus. 

Lexus LF-30: per un futuro "elettrico"

LA POTENZA NON MANCA - La Lexus, con la LF-30, ha voluto mostrare la sua personale filosofia della mobilità elettrica, che è all’insegna delle prestazioni, ma anche del comfort. La LF-30 racchiude i frutti della ricerca che la casa giapponese sta portando avanti sull’implementazione di nuove tecnologie avanzate di controllo integrato di motore, sterzo, sospensioni e freni, che permetteranno di disporre della migliore guidabilità in funzione del contesto (la LF-30 può viaggiare a trazione anteriore, posteriore o integrale). Questo è reso possibile anche grazie ai quattro motori elettrici integrati nelle ruote, che permettono di gestire in modo ottimale la coppia motrice e che garantiscono complessivamente 544 CV e 700 Nm di coppia, numeri che consentono di spostare l’importante massa di 2.400 kg della Lexus LF-30 da 0 a 100 km/h in 3,8 secondi. La velocità massima è di 200 km/h e l’autonomia, garantita dalla batteria da 110 kWh, è di 500 km; per gestire al meglio la carica l’intelligenza artificiale analizza il percorso, regolando l’assetto e il motore a seconda delle condizioni stradali. L’accumulatore che può essere ricaricato anche con sistema wireless a 150 kW.

MOTORI NELLE RUOTE - Esteticamente la Lexus LF-30 ha forme avveniristiche che danno l’impressione di essere di fronte a un’auto plasmata dal vento. Importanti le dimensioni: lunghezza 5 metri, larghezza 2 metri e altezza 1,5 metri. Il passo, grazie ai compatti motori elettrici posizionati sulle ruote, è di 3,2 metri. L’iconica mascherina a clessidra che troviamo sulle Lexus attuali ha lasciato il posto ad un frontale “vuoto” con grosse feritoie e a movimentati fari a led a forma di “c” che si estendono a tutta lunghezza. L’affilata parte posteriore, l’ampia vetratura dei finestrini, che si estendono per quasi tutta la lunghezza della fiancata, il parabrezza inclinato e le portiere con sistema di apertura ad ali di gabbiano, contribuiscono a definire un linguaggio stilistico molto audace.


 
LEI GUIDA DA SOLA - Essendo una concept, anche gli interni della Lexus LF-30 sono minimal e futuribili. La posizione del guidatore e la forma del volante ricordano da molto vicino il cockpit di un aereo. Diversi gli schermi presenti; oltre ai tre collocati di fronte al volante, dai quali è possibile visualizzare la strumentazione e gestire i vari parametri dell’auto, è stato posizionato anche uno destinato al passeggero. Gli occupanti possono inoltre regolare l’opacità dei finestrini, così da avere un livello di privacy, sia di notte, che in altre situazioni. Non mancano i sistemi avanzati di guida automatizzata, come le modalità Chauffeur e Guardian, che consentono alla Lexus di andare a prendere il proprietario davanti casa e di trovare un parcheggio.





Aggiungi un commento
Ritratto di Giulio Menzo
2 novembre 2019 - 17:18
2
a mio modesto parere
Pagine