Lexus LS: ecco la quinta generazione

09 gennaio 2017

La Lexus LS diventa più slanciata e dice addio al V8 con un nuovo motore V6 e un cambio a 10 marce. In vendita dal 2018.

Lexus LS: ecco la quinta generazione

I SEDILI TI COCCOLANO - La Lexus rinnova del tutto l’ammiraglia Lexus LS e introduce una serie di corposi aggiornamenti, in materia di estetica e soprattutto di tecnica, che saranno disponibili sul modello che sarà in vendita dal 2018 su novanta mercati a livello mondiale. La quinta generazione della berlina di lusso giapponese rimane un’automobile di grande prestigio, che sfida vetture come Audi A8, BMW Serie 7, Maserati Quattroporte e Mercedes S negli ambiti del lusso, della tecnologia e soprattutto del comfort a bordo. I sedili anteriori ad esempio si possono regolare in 28 modi e integrano le funzioni massaggio, riscaldamento e raffreddamento; le sospensioni ad aria facilitano l’ingresso a bordo (alzando l’assetto) e lo schienale del sedile posteriore sinistro è reclinabile fino a 48°, ma si può anche sollevare per accompagnare il passeggero fuori dall’abitacolo.

I VETRI SONO COLLEGATI - Nell’abitacolo della nuova Lexus LS sono presenti dettagli in legno naturale, alluminio e pellami di alta qualità. È previsto inoltre il sistema Active Noise Control, che sopprime in maniera artificiale il rumore esterno, oltre all’impianto stereo Mark Levinson con amplificatori nel soffitto, un sistema multimediale con schermo da 12,3 pollici e un raffinato head-up display, che proietta sul parabrezza informazioni di particolare utilità: la sensazione è quella di osservare uno schermo ampio 24 pollici. La Lexus LS 2018 adotta i più moderni sistemi di ausilio alla guida e prevede una versione aggiornata della base costruttiva introdotta sulla coupé LC 500, chiamata GA-L, rinnovata in funzione delle maggiori dimensioni esterne: la berlina è lunga 524 cm e ha un passo di 312 cm, maggiore di oltre 3 cm rispetto alla versione a passo lungo del modello oggi in vendita. Gli stilisti hanno ribassato la carrozzeria e conferito all’auto un look più filante, complice la soluzione dei vetri laterali che si raccordano a quello sul montante posteriore. La nuova base costruttiva assicura una riduzione dei pesi nell’ordine dei 90 chili e incrementa la rigidità torsionale, elemento che incide sull’assorbimento delle asperità.

ADDIO AL V8 - Il comportamento dinamico della nuova Lexus LS si può gestire attraverso il sistema Vehicle Dynamics Integrated Management, che interviene sullo sterzo, sull’impianto frenante, sul motore, sulle sospensioni e modifica il carattere dell’auto, privilegiando il comfort o la maneggevolezza. Questo obiettivo si raggiunge anche tramite la presenza delle barre antirollio regolabili. Le principali novità della Lexus LS 2018 riguardano però la meccanica: arriva un cambio automatico a 10 rapporti e il tradizionale motore a benzina V8 aspirato è sostituito da un nuovo V6 biturbo da 3.5 litri, accreditato di 421 CV, che promette un tempo sullo 0-96 km/h di 4,5 secondi e percorrenze superiori con un litro di benzina. Il nuovo cambio automatico migliora lo spunto da fermo, garantisce maggior comfort alle velocità di crociera e può essere utilizzato nelle modalità Normal, Sport e Sport+, che modificano anche la timbrica allo scarico.





Aggiungi un commento
Ritratto di MAXTONE
9 gennaio 2017 - 23:06
Ma cosa vuol dire l'immagine? L'immagine non è data dai fantasmi, la da ciò che si vede in giro, io la 7 la considero per 730d, null'altro (anche se allo stato attuale delle cose neanche quelle si vedono) e ovunque sta andando il motto del meno è molto meglio di più, non è detto che sia una cosa buona ma nel momento in cui bmw mi va a mettere i 3 cilindri sulla Serie 3 o su una sportiva ibrida da 140.000€ va da se che un V6 sotto una LS non è affatto un sacrilegio rimanesse pure l'unico propulsore in line up cosa che non sarà, Lexus da anni ormai basa il suo prestigio sulla raffinatezza dei suoi moduli ibridi più che sui motori plurifrazionati.
Ritratto di V6_Busso
10 gennaio 2017 - 21:17
Quindi seguendo il tuo ragionamento del "ciò che si vede in giro" non ci dovrebbero essere nemmeno le versioni iper pompate di alcuni modelli, i diesel top di gamma e quasi tutti i benzina: tanto non vendono. Direi di no........ direi che su ammiraglie come queste non è importante, ma è FONDAMENTALE avere un motore plurifrazionato. Altrimenti sarebbero delle banalissime berlinone, un pelo più grandi di una segmento E, e con gli interni un po' più opulenti.....
Ritratto di Challenger RT
10 gennaio 2017 - 17:42
Concordo pienamente con V6_Busso. I motori pluri-frazionati benzina V8 e V12 hanno un altro stile. Dalla sua la Lexus LS ha il prestigio di non avere le motorizzazioni diesel "da tassinaro" che adottano i tedeschi pur di vendere...
Ritratto di TommyTheWho
9 gennaio 2017 - 20:17
7
Bella linea, sicuramente contenuti all'altezza, ma per i miei personalissimi gusti il frontale, con quella griglia enorme, è davvero troppo, troppo, TROPPO pesante. Peccato, perchè per il resto la trovo molto equilibrata ma, mi ripeto, un po' più di "pulizia" non le avrebbe fatto assolutamente male.
Ritratto di luperk
9 gennaio 2017 - 20:57
Appena debutterà la A8 e tron con il powertrain da 462 cv, spazzerà via ogni auto di questo segmento
Ritratto di MAXTONE
9 gennaio 2017 - 23:17
Il problema è che, come al solito per audi, se non sono diesel non le compra nessuno (mai vista in giro una audi hybrid neanche per sbaglio) mentre fuori dall'europa a8 non la comprano neppure i cinesi i quali le preferiscono una più prosaica a6L...credo proprio che il paese dove ne piazzano di più, tra sconti e km 0, sia il nostro. Saluti.
Ritratto di monodrone
10 gennaio 2017 - 10:37
Ammiraglia con annessi e connessi. Interni così così. Deve piacere il genere.
Ritratto di UNO45
10 gennaio 2017 - 11:05
Bel mezzo ma non molto elegante a mio giudizio. Il grigliato frontale è nuovo ma decisamente eccessivo. Con la stessa somma non avrei dubbi nello scegliere una Audi o BMW.
Ritratto di Ottienzo
10 gennaio 2017 - 15:20
Il frontale è oggettivamente orrendo. Per quanto riguarda il resto la trovo un'auto interessante, ma non capisco chi la preferirebbe a un serie 7 o a una S.
Ritratto di aquilone
10 gennaio 2017 - 17:47
Macchina stupenda. Unico neo estetico, secondo me, la mascherina del frontale, davvero eccessiva
Pagine