NEWS

Lexus RX L: arriva la 7 posti

6 aprile 2018

Derivata dalla RX, la RX L è più lunga di 11 cm per ricavare un abitacolo più spazioso e in grado di ospitare la terza fila di sedili.

Lexus RX L: arriva la 7 posti

PER SETTE - Lo stile grintoso ed i montanti del tetto inclinati non devono far pensare che la suv Lexus RX, concorrente di BMW X5 e Mercedes GLE, sia un modello poco spazioso all’interno. Anzi: il divano (scorrevole) è accogliente anche per tre persone e il pavimento piatto non ruba centimetri nella zona dei piedi. Lo spazio a bordo sarà ancora maggiore sulla versione a sette posti, la Lexus RX L, ordinabile in Europa da maggio 2018 e più lunga di 11 cm rispetto a quella già in vendita, da cui riprende la meccanica di base, i motori e gran parte dello stile. L’unica eccezione è nella zona posteriore, dove il lunotto più verticale smorza l’impressione di sportività che si ottiene guardando la suv di profilo (a vantaggio però dello spazio per la testa).

IN ITALIA SOLO IBRIDA - La nuova Lexus RX L raggiunge in lunghezza i 500 cm e guadagna la terza fila di sedili, alla quale si accede tirando una leva che fa scorrere in avanti il divanetto della seconda. Gli 11 cm in più sono ricavati nella zona posteriore dell’auto, secondo il costruttore, che ha allungato il pavimento del bagagliaio per aumentare lo spazio a disposizione per i passeggeri della terza fila. I tecnici hanno aggiunto bocchette di ventilazione e maniglie d’appiglio per i passeggeri della terza fila e rialzato la base del divanetto centrale, in maniera da far crescere lo spazio per i piedi a disposizione di chi siede sul sesto e settimo posto. La Lexus RX L sarà disponibile in Europa con in due versioni: con il motore a benzina 3.5 da 294 CV (RX 350L) e con l’ibrido da 313 CV (RX 450h L), l’unico previsto in Italia.

Lexus RX L
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
11
4
0
2
3
VOTO MEDIO
3,9
3.9
20
Aggiungi un commento
Ritratto di v8sound
7 aprile 2018 - 23:24
Perché Mazda non è premium e la 6, seppur la più bella tra le generaliste, è decisamente al di sotto a livello di design ed architettura rispetto a Giulia, 3er e classe C (che peraltro sono premium). La Volvo S60 anch'essa meccanicamente è una TA, il marchio sta riacquistando ora un certo appeal.
Ritratto di v8sound
8 aprile 2018 - 15:30
La A4 viene venduta perlopiù in versione SW, è considerata premium (non da me) e se da un lato concordo con te dal punto di vista meccanico, devo altresì riconoscere che la sua linea piuttosto classica incontra maggiormente i favori del pubblico. La classe A di premium ha il marchio e poco più, però piace e vende principalmente per la linea, non certo classicheggiante ma indovinata. Quindi, concordo con te che non è indispensabile la sostanza per vendere, ma nemmeno il marchio da solo è sufficiente se messo su un modello non apprezzato stilisticamente.
Ritratto di Fr4ncesco
8 aprile 2018 - 12:16
@v8sound, però anche le berline dei marchi europei stanno arrancando, tanti anni fa ne giravano parecchio, ora di Serie 5 e A4 sedan faccio molta ma molta fatica a vederne (3 volte è pure tanto e vengo da una zona abbastanza benestante) a differenza di X3 e Macan. I SUV sul mercato sono le nuove berline di una volta.
Ritratto di v8sound
8 aprile 2018 - 15:15
Certo Fr4ncesco, su questo concordo in pieno. Tuttavia resta il fatto che se anche le berline 3 volumi sono 1/10 rispetto a 20 anni fa (è un esempio ovviamente) Lexus percentualmente è assai distante dai numeri di ognuna della triade, anche considerando solo le berline. Per questo insisto a scrivere che non può essere solo perché manca il diesel, perché sono ibride o perché non ci sono le concessionarie, tutto ciò vale anche per NX, quindi presumo che siano le linee a non essere particolarmente gradite a noi europei.
Ritratto di tramsi
7 aprile 2018 - 16:51
Oddio, se appannano i vetri della tua IS200 di 20 anni fa quando la parcheggi vuol dire che abiti nei pressi di un ospedale psichiatrico. Se poi la seconda serie ti fa uscire gli occhi dalle orbite, mi sa che hai un esoftalmo. Hai controllato la tiroide?
Ritratto di tramsi
6 aprile 2018 - 18:19
Vengono i brividi!
Ritratto di ELAN
6 aprile 2018 - 18:25
1
Particolarissima e di grande qualità, può fare skifo a qualcuno assuefatto ad uno stile meno forte (e pure meno confuso). Tra le premium nipponiche notevole e maggiormente eqilibrata è l'ACURA RDX, per ora solo col 2.0 turbo da 272cv. https://www.netcarshow.com/acura/2019-rdx/
Ritratto di MAXTONE
6 aprile 2018 - 21:57
Non ha uno stile confuso, il messaggio che lancia è forte e chiaro. La ammiro perché non è ruffiana come le rivali: Ha un design estremo (Bold lo definiscono gli anglosassoni) che si ama o si odia ma quando si ama lo si fa con tutto il cuore come accadeva con le BMW di Bangle, oggi quando compri una tedesca non la compri perché ti fa innamorare il suo stile ma solo perché per il 90% degli europei i marchi tedeschi sono scelte obbligate quando si tratta di investire cifre importanti. Per gli americani, i russi e gli arabi questo fattore influisce nettamente meno e il problema dell'assenza del diesel da loro non è sentito come da noi dove da ormai vent'anni il gasolio è associato a immagine e prestigio.
Ritratto di Leonal1980
8 aprile 2018 - 10:17
3
Anche perché da noi un suv benzina, fatichi a permetterlo se fai qualche km ti sveni, certo se invece lo usi per andare al bar allora ci sta!
Ritratto di Giuliopedrali
6 aprile 2018 - 19:24
Cioè coi crossover si gioca tutti allo stesso livello, le berline solo la triade. Crossover notevoli li fanno i jap come francesi e coreani e anche noi. I cinesi si stanno mangiando tutti quanti!
Pagine