NEWS

La UX 300e è la prima elettrica della Lexus

Pubblicato 22 novembre 2019

È la crossover media UX il primo modello a batterie della Lexus: ha 204 CV e 400 km di autonomia.

La UX 300e è la prima elettrica della Lexus

NUOVA ERA - Insieme alla Toyota, della quale è il marchio di lusso, la Lexus ha fatto dei sistemi ibridi una vera e propria “bandiera”: il primo è del 2005 e oggi tutte le Lexus hanno un motore elettrico ad assistere il benzina. Ora però è arrivato il momento dell’elettrico puro, che sarà in vendita dal 2020 per la crossover di medie dimensioni Lexus UX 300e, variante “alla spina” dell’ibrida UX Hybrid. Il nuovo modello deriva meccanicamente dalla UX ed è basato sul pianale GA-C, lo stesso della “cugina” Toyota C-HR, ma è stato rinforzato e si abbina a rinnovati ammortizzatori. La casa giapponese ha lavorato inoltre per attenuare i rumori aerodinamici e di rotolamento dei pneumatici, mentre le specifiche ruote e la copertura per il fondo della carrozzeria migliorano la resa aerodinamica. 

BATTERIE SOTTO CONTROLLO - La Lexus UX 300e si avvale dell’esperienza maturata dalla casa giapponese con i sistemi ibridi, che hanno dettato lo sviluppo del motore elettrico da 204 CV e 300 Nm di coppia, dell’inverter, della trasmissione automatica monomarcia e delle batterie agli ioni di litio da 54,3 kWh, alloggiate sotto il pavimento per migliorare la distribuzione dei pesi e sottrarre meno spazio. La trazione è anteriore. A vigilare sul corretto funzionamento delle batterie c’è un sistema per la gestione della temperatura, studiato per prolungarne la durata nel tempo evitando il surriscaldamento durante le ricariche in climi caldi. Le batterie supportano una potenza di ricarica fino a 50 kW in corrente continua (fino a 6,6 kW in corrente alternata) e assicurano fino a 400 chilometri di autonomia, calcolati secondo il ciclo di omologazione Nedc.

Lexus UX
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
67
50
26
25
24
VOTO MEDIO
3,6
3.578125
192




Aggiungi un commento
Ritratto di Roomy79
22 novembre 2019 - 23:08
1
Ciao ragazzi, ma chi sa spiegare effetti della ricarica e degli sbalzi di temperatura sulle batterie. Ad esempio la posso caricare tutte le sere o meglio farla arrivare al 30-40%? La ricarico sempre al 100% o alla lunga questo può fare danni? Caricare lentamente a basse temperature non è piu salutare che dargli delle botte di supercharger a 250 kw e trovarsi con le batteire fritte dopo 5 anni? Ci propongono dei gran test con accelerazioni e riprese brucianti...ma chi se frega se poi dopo 5 anni l’auto (da 30.000 €) fa la fine di uno smartphone che non tiene la carica con migliaia di € per ripristinarla. Si punta l’accento sulle prestazioni di mezzi che al 90% comprerà gente che si muove in strade coi limiti a 50 e dossi ogni 200 metri,,,
Ritratto di Zot27
22 novembre 2019 - 23:19
La ricarica rapida da quasi 0 al 65-80% circa non fa alcun danno (anche se poi rallenta tantissimo), soprattutto se la si inizia con batteria nè fredda nè molto calda, e se si evita spesso di arrivare al 100% la vita degli accumulatori diventa quasi infinita
Ritratto di Roomy79
22 novembre 2019 - 23:27
1
Si pero non e che puoi metterti la sveglia alle 3 di notte per andare a staccare la spina...ho letto di app (bticino) in cui puoi programmare la carica...spero perché in futuro 1 auto sulle 2 di famiglia se i prezzi calano mi intrippa..
Ritratto di Zot27
22 novembre 2019 - 23:36
Logico che si può timerizzare, io a casa ho tantissimi timer (anche da app), da moltissimi anni, gli smartphones per es. li carico così
Ritratto di Gwent
23 novembre 2019 - 03:37
2
Quindi meno spesso carichi le batterie al 100% e più lunga sarà la loro vita? E c'è differenza tra il partire dallo 0% come spesso accade con lo smartphone quando si scarica completamente spegnendosi da solo, o il partire che so, dal 40% della carica per portarla al 100%? Chiaramente mi riferisco alla ricarica dell'auto, non dello smartphone. Ringrazio anticipatamente per la cortese risposta.
Ritratto di Zot27
23 novembre 2019 - 14:27
Magari lo 0% è da evitare, ma difficile che la vita della batteria ne risenta. E` molto più importante evitare di andare sopra l'80%, poichè è il range che fa scaldare di più gli elementi.
Ritratto di neuropoli
23 novembre 2019 - 07:23
@Zot27: non vedo dove sia il problema per la batteria d'arrivare al 100%, se dal 80% in avanti rallenta la carica.
Ritratto di Zot27
23 novembre 2019 - 14:29
In effetti è limitato il problema, sempre che il sistema stacchi definitivamente la carica al 100% e non faccia come negli smartphones che segnano sempre il 100% ma la ricarica effettua un attacca e stacca ogni qualvolta la reale % scende a 98 o 97
Ritratto di Roomy79
23 novembre 2019 - 15:48
1
Per me, per ora, rimane molto più semplice economico e rilassante fermarmi quando e dove voglio mettere biglietti da 20 € o il bancomat nella fessura e fare il pieno...
Ritratto di Zot27
23 novembre 2019 - 15:56
magari di gasolio che lo è realmente solo al 70%, come capitato in due distributori che la finanza ha fatto chiudere
Pagine