NEWS

Lotus Emira: sarà lei l’ultima della specie

Pubblicato 27 aprile 2021

La Lotus annuncia i programmi futuri, tutti all’insegna dell'elettrificazione. L’ultima auto tradizionale sarà la Emira, che verrà svelata il 6 luglio.

Lotus Emira: sarà lei l’ultima della specie

VISION 80 - Il passaggio della Lotus al gruppo cinese Geely, già proprietario di Volvo e azionista di Daimler, ha di fatto inaugurato un nuovo corso per la casa inglese. Il primo frutto concreto della nuova proprietà è la Lotus Evija, elitaria hypercar elettrica costruita in soli 120 esemplari dal costo unitario di 2 milioni di euro, che entro breve sarà avviata alla produzione in serie. La Evija è il primo tassello del piano Vision 80 con il quale la Lotus delinea il proprio futuro, fatto di una completa rivisitazione del portafoglio prodotti.

LA EMIRA - In un evento online tenutosi oggi, la casa di Hethel annuncia una seconda grande novità, la Lotus Emira (della quale sono state diffuse alcune immagini teaser), l’ultima supersportiva tradizionale prima che l’azienda entri nel suo futuro, che sarà esclusivamente elettrificato. La Emira (il nome significa comandante) sarà presentata il 6 luglio e proposta esclusivamente con motore a combustione non ibrido. Conosciuta internamente con il nome in codice Type 131, la Emira è stata progettata per far rivivere lo “spirito” dell'Esprit. Il costruttore non ha svelato dettagli tecnici ma, secondo alcune indiscrezioni, la vettura dovrebbe essere disponibile con due opzioni di motore: un 4 cilindri turbo 2.0 litri, proveniente da un nuovo partner tecnico, e lo stesso 3.5 V6 di origine Toyota usato per la Evora. Lo stile sarà invece influenzato dall’hypercar elettrica Evija.

QUATTRO PIATTAFORME - I modelli futuri della Lotus saranno basati su quattro nuove piattaforme. La Emira utilizzerà la piattaforma leggera in alluminio di Lotus Sports Car conosciuta internamente come Elemental; si tratta di una versione largamente rielaborata del pianale della Evora. Oltre a questa piattaforma e a quella utilizzata dalla Evija, la terza, denominata Evolution, è stata concepita per i modelli premium che assicurano ampie marginalità, compresi suv e berline di lusso. La Evolution è stata sviluppata nel Regno Unito, tuttavia le auto realizzate su di essa saranno prodotte nel nuovo stabilimento Lotus a Wuhan, in Cina. La quarta piattaforma, denominata E-Sports, viene sviluppata congiuntamente con la divisione sportiva del Gruppo Renault, l’Alpine. È preposta allo sviluppo delle elettriche sportive, è flessibile e modulare, e darà vita a due modelli, uno a marchio Lotus e uno marchiato Alpine.

LO SPIRITO LOTUS - La Lotus ha assicurato che tutte le sue future vetture manterranno intatto lo spirito che ha sempre contraddistinto la casa, quindi saranno modelli con un design studiato in funzione dell’aerodinamica, in grado di assicurare doti di guida e maneggevolezza all’altezza del brand.





Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
27 aprile 2021 - 19:03
Strani i cinesi (Geely), fanno auto pazzesche le Geely appunto e anche le Volvo e le Lynk&Co e le Lotus meglio che nel passato e delle cose senza senso come il Maggiolino (che sarebbe una VW) a 4 porte, boh, però Geely sta davvero diventando il costruttore più interessante del mondo.
Ritratto di katayama
27 aprile 2021 - 20:17
@Giuliopedrali Hanno voglia di fare auto, e Wuhan è già un hub produttivo enorme.
Ritratto di marcoluga
27 aprile 2021 - 22:31
2
Grazie di avermi fatto la lista dei marchi a cui non dare un ghello.
Ritratto di Reallyfly
28 aprile 2021 - 08:44
passione de che, è solo roba da ricchi che non avremo mai, e noi che gli sbaviamo addosso come fossero cose nostre. Tifate per quello che è giusto non per le cose inarrivabili che magari non vedremo neanche mai in una vita
Ritratto di Quello la
28 aprile 2021 - 08:59
Ciao, Really: immagino che se ti sei preso la briga di cercare questo sito, leggere il blog, perdere tempo ad autenticarti e commentare qualche interesse per le auto tu ce l'abbia. Come dico spesso, io ho una Volvo di dieci anni, non Ferrari, Lotus e nemmeno auto "normali" che costano 50k euro. Ma guardare e sognare mi piace. E mi piace parlarne, discuterne. Come ora.
Ritratto di Ridolfo Giuseppe Ignotus
28 aprile 2021 - 21:42
@Reallyfly, giusta osservazione (comunque lei dice di avere ha una Gallardo, beato lei), però a me piacerebbe davvero potermi impossessare di una 720S con fibra di carbonio.
Ritratto di Oxygenerator
28 aprile 2021 - 09:30
@ Quello la Anche noi capiamo tutto. Ma una cosa, sopra ogni altra. La sappiamo. Non possiamo più permettercelo. Il termico intendo. Quindi la storia si studia, la tecnica si ammira, la tradizione ( a chi piace ) si sogna, ma non la si fa rivivere, riproponendola, fuori contesto. È a mio avviso un errore grave. Dovete solo accettare, che la passione prende connotati diversi da quelli a cui siete abituati. Quindi vi capiamo, anzi, ammiro l’abnegazione, per valvole e cilindri etc etc, ma, la festa è finita, gli amici se ne vanno, ed io rimango .......
Ritratto di Paolo Giulio
27 aprile 2021 - 19:12
Se il 4 cilindri fosse quello della AMG 45 da 421 cv (non lo sarà, sereni), magari "spalmato" su un peso poco sotto i 1.000 kg, beh, potrei anche esser contento (anche se non la comprerei mai... sono fuori target d'età :D ) ...
Ritratto di Giocatore1
28 aprile 2021 - 00:29
1
Dubito fortemente che Mercedes fornisca quel motore a terzi, se dovessi scommettere direi l'ecoboost della Ford
Ritratto di Ferrari V12 6-5L
27 aprile 2021 - 19:53
Il 6 luglio o il 7 giugno??? Perché se in Inghilterra scrivo 06/07/21 sto scrivendo 7 giugno 2021, se invece voglio scrivere 6 luglio scrivo 07/06/21.
Pagine