Una Lotus Evora per ricordare l'Esprit di James Bond

La Esprit S1 è diventata la fonte d’ispirazione per una Evora Sport 410 in esemplare unico.

JAMES BOND LA GUIDAVA SOTT’ACQUA - Il reparto della Lotus che si occupa di progetti speciali ha allestito una Lotus Evora Sport 410 per ricordare la prima generazione della sportiva Esprit, lanciata nel 1976 e considerata una fra le automobili più fortunate e di successo mai realizzate dalla Lotus: è stata prodotta fino al 2004 in oltre 10.000 esemplari, complice lo stile esterno molto azzeccato, che porta la firma di Giorgetto Giugiaro. La grande popolarità della Esprit S1 è dovuta anche all’apparizione nel film di James Bond “La spia che mi amava”, uscito 40 anni fa, dove si vedeva la coupé andare sott’acqua e riemergere poi dalla spiaggia. Il proprietario della Evora Sport 410 ha indicato proprio quell’auto come ispirazione. La Esprit S1 utilizzata per le riprese del film (foto qui sotto) è stata acquistata all’asta nel 2013 da Elon Musk, fondatore della Tesla.

IL TARTAN NELL’ABITACOLO - I tecnici della Lotus Exclusive hanno scelto la vernice bianca per gli esterni e sono ricorsi ad una serie di stratagemmi per accentuare le somiglianze, a partire dagli inserti a contrasto sui paraurti fino alla scritta Evora sul montante posteriore, che si rifà a quella presente sulla Esprit. Il lunotto rimane in fibra di carbonio, come sulla Evora Sport 410, ma aumentano le sezioni verniciate in tinta la carrozzeria: l’intento è di richiamare il portellone in vetro della Esprit. I sedili e una zona dei pannelli porta sono rivestiti in tessuto con fantasia tartan, la stessa utilizzata per l’auto del film. Le novità introdotte dalla Lotus Exclusive non interessano il motore, che rimane il V6 3.5 da 410 CV, indicato di prestazioni entusiasmanti: per l’accelerazione 0-100 km/h bastano 4,2 secondi. La Sport 410 è una versione alleggerita e in tiratura limitata (150 esemplari/anno) della normale Evora.



Leggi l'articolo su alVolante.it