NEWS

Mahindra KUV100: ora anche a Gpl 

21 dicembre 2018

A sei mesi di distanza dalla presentazione della Mahindra KUV100 la casa indiana annuncia la variante m-Bifuel a Gpl.

Mahindra KUV100: ora anche a Gpl 

DUE VERSIONI - La Mahindra KUV100, la citycar costruita in India, verrà offerta anche nella variante m-Bifuel a Gpl. Così come la versione benzina, la Gpl, che arriva a circa sei mesi di distanza dalla variante standard, verrà offerta in due diversi allestimenti: K6+ e K8. L'equipaggiamento delle versioni a Gpl K6+ m-Bifuel e K8 m-Bifuel, è il medesimo delle versioni benzina, tranne che per l’assenza del kit riparazione e gonfiaggio pneumatici in sostituzione della ruota di scorta, il cui spazio è destinato al serbatoio del Gpl che ha una capienza di 34,5 litri.

CAMPAGNA DI LANCIO - Le prime consegne ai concessionari della Mahindra KUV100 m-Bifuel sono previste per gennaio 2019. Per convertire le KUV100 a Gpl sono disponibili anche i kit della BRC per modificare le vetture in commercio. La BRC è un’azienda specializzata in impianti Gpl scelta dalla casa indiana per l’installazione dei kit. Il lancio della Mahindra KUV100 m-Bifuel prevede una campagna con uno sconto: aderendo al finanziamento Fiditalia si avranno 1600 euro sul prezzo di listino e 3 anni di polizza furto e incendio inclusa.

IL FINANZIAMENTO - La Mahindra Europa promuove un finanziamento con un TAN, il tasso di interesse puro applicato ad un finanziamento, del 5,25%. Questa promozione, disponibile fino dal 1° gennaio al 31 marzo 2019, sarà applicata a tutte le KUV100 m-Bifuel dotate in origine di impianto Gpl ma anche alle KUV100  benzina modificati con l’apposito kit BRC. Il prezzo al pubblico della K6+ m-Bifuel è di 13.066 euro; aderendo al finanziamento si ha diritto all’incentivo di 1600 euro e 3 anni polizza furto e incendio. Il prezzo in promozione della K6+ m-Bifuel  scende quindi a 11.466 Euro. Il prezzo di listino della K8 m-Bifuel è invece di 14.286 euro, che scendono a 12.686 euro aderendo al finanziamento.

I VANTAGGI DEL GPL - Il possesso di un’auto a Gpl, oltre ad i vantaggi economici, offre l’esenzione o la riduzione del pagamento della tassa automobilistica in molte regioni, l’accesso libero e gratuito nelle aree a traffico limitato di tanti centri cittadini, con la possibilità di circolare durante i blocchi del traffico.

Mahindra KUV100
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
61
49
38
22
93
VOTO MEDIO
2,9
2.859315
263




Aggiungi un commento
Ritratto di tramsi
22 dicembre 2018 - 15:50
Indianaro, oltre che cinesaro? Buono a sapersi! Dovesse debuttare una start-up ugandese, sappiamo già chi sarà il primo fan per partito preso in questo blog.
Ritratto di Giuliopedrali
22 dicembre 2018 - 17:20
Partito preso, sono interessantissime le auto dai paesi esotici anche perché di solito poi progrediscono alla velocità della luce, in effetti c'è anche una start-up ugandese, non ricordo il nome. Io questa Mahindra non la prenderei mai però con cosa compete, con una Panda che sarà leggermente migliore ma in ogni caso ha zero stelle EuroNCAP.
Ritratto di tramsi
22 dicembre 2018 - 18:17
Tutte le cinesate che si logorano solo a guardarle, puntualmente spacciate come anni luce migliori dei prodotti europei, quando anche in USA le automobili europee son sempre state un punto d'arrivo. Tornando all'obbrobrio in questione, compete anche con tante altre macchine e la stessa Panda è un prodotto collaudato e affidabile, oltre che immediatamente rivendibile.
Ritratto di Giuliopedrali
23 dicembre 2018 - 10:42
Si discorsi validi 15 anni fa. Ma avete visto le cinesate chi stanno superando? Cioè al momento in molti paesi solo la triade resiste un minimo, le cosidette "cinesate" sono già anni luce più vendute di FCA, Renault, Opel ecc, ecc, (Nio vende parecchie volte Renault, x es in Cina) se ai cinesi piacciono solo le auto straniere, perché da loro: Fiat, Alfa e Maserati vendite (potete guardare Bestsellingcars.blog) zero. Ma zero davvero.
Ritratto di tramsi
23 dicembre 2018 - 11:49
Il gruppo Renault ha fatto registrare vendite da record con 5.538.530 di unità nel primo semestre dell'anno. Tornando ai singoli marchi, invece, Volkswagen vende oltre 2 volte e mezzo Geely e si piazza al primo posto. Terzo a quarto posto per Honda e Toyota, Nissan sesta. Confermo quanto rilevato qualche giorno addietro da un altro blogger: in Cina si vedono Vw e automobili giapponesi e coreane; chi può, poi, acquista europee o americane di lusso, tanto che Buick è 8°, Mercedes è 12°, Audi 13° e BMW 16°, Cadillac è 30°. Gli stessi cinesi acquistano automobili costose automobili straniere. I numeri vanno al di là delle chiacchiere! Oltretutto, esuli SEMPRE da 2 concetti fondamentali: QUALITà e AFFIDABILITà!
Ritratto di Giuliopedrali
23 dicembre 2018 - 19:41
Insomma l'unico marchio europeo in Cina è VW che poi è quello che fa davvero cinesate, auto che noi non compreremo mai, Buick, Cadillac vendono in Cina e non in USA, guarda quante auto cinesi vere si vendono in Cina, un infinita', ci sono almeno 70 marche cinesi... Grandi vendite le fanno solo Toyota e Honda. Audi BMW o Mercedes anche qui la fanno da padrone nel lusso, e noi si avremmo una tradizione! Se uno guarda i dati è uno dei mercati con meno auto straniere a parte Germania e Giappone probabilmente. VW solo non troppi anni fa aveva la maggior parte del mercato oggi una frazione, poi hanno un successo enorme tante auto cinesi molto costose, più di una Jaguar o Maserati che infatti sono scomparse.
Ritratto di tramsi
23 dicembre 2018 - 20:31
Vw è il primo produttore in assoluto in Cina, per il resto valgono i numeri che ti ho già postato. Poi, sul fatto che Vw faccia "cinesate" potrei risponderti: perché, i cinesi che automobili fanno?!?
Ritratto di Giuliopedrali
23 dicembre 2018 - 21:29
VW ha iniziato a costruire in Cina con Deng Xiao Ping nei primi anni 80, una volta era pure l'unico costruttore, ancora oggi fa il doppio di Geely che però è nata dal nulla, privatamente, anni dopo, anzi faceva ancora frigoriferi 20 anni fa... Poi ci sono altre decine, quasi 70 altri costruttori cinesi a seguire... Tra l'altro forse le cinesate, le auto più cinesi, cioè non adatte ad essere esportate le fanno proprio i costruttori stranieri che vendono auto che qui sarebbero invendibili. Comunque i cinesi che auto fanno? Ne cito una sola, anzi due: le Nio Es8 e Es6 sono auto che neanche Tesla è in grado di fare. E queste sono solo la punta dell'iceberg...
Ritratto di tramsi
23 dicembre 2018 - 22:27
I cinesi fanno milioni di auto letteralmente inesportabili con standard ridicoli rispetto a quelli europei. E quando ci riusciranno, avranno prezzi allineati a quelli della concorrenza, come già avviene per altri prodotti. E le auto più cinesi sono proprio quelle... cinesi!
Ritratto di Giuliopedrali
24 dicembre 2018 - 08:37
Diciamo che una nostra Ypsilon in Cina manco quelli abituati agli yak del Sinkiang Uighur... Guarda che siamo nel 2020 non nel 1985...
Pagine