NEWS

Maserati Alfieri: la coupé della svolta

29 agosto 2018

Look sensuale, da vera sportiva italiana, ma anche motori ibridi ed elettrici per la Maserati Alfieri attesa nel 2020.

Maserati Alfieri: la coupé della svolta

SI CHIAMA COME IL FONDATORE - La Maserati GranTurismo sarà sostituita dalla Maserati Alfieri, una vettura con un carattere più marcatamente sportivo e meno da… gran turismo. Sarà più corta (460 contro 491 cm) per essere più leggera e agile per meglio competere con le rivali Aston Martin Vantage e Mercedes-AMG GT. Il nome è di quelli ricchi di storia: si chiamerà Alfieri, come il pilota e uomo d'affari che nel 1914 ha fondato la Maserati. Il nuovo modello arriverà nella prima metà del 2020 e avrà un look ricco di personalità in grado di esprimere allo stesso tempo grinta e eleganza, caratteristica da sempre nel Dna della casa modenese. Per la nostra ricostruzione grafica (qui sopra) ci siamo ispirati al prototipo Maserati Alfieri del 2014, che sarà la fonte d'ispirazione per l'auto definitiva, da cui verranno ripresi il lungo cofano, la coda avvolgente e le tre feritoie sulle fiancate (un classico per la Maserati).

IBRIDA ED ELETTRICA - Per la Maserati Alfieri la casa del tridente non sta lesinando risorse in termini di sviluppo. Non solo sta mettendo a punto un nuovo telaio in alluminio, ma anche nuovi motori ibridi con batterie ricaricabili e addirittura una variante puramente elettrica. Nel piano industriale 2024 della Maserati è previsto infatti che un terzo delle vendite complessive nel 2025 sarà costituito da modelli ibridi o elettrici, ragion per cui la Alfieri non potrà “sottrarsi”. I motori ibridi ed elettrici rappresentano una novità per la casa del Tridente, a maggior ragione su una sportiva, ma gli appassionati più legati alla tradizione potranno consolarsi con le prestazioni: per la Alfieri elettrica è stimato uno 0-100 km/h in 2 secondi. In alternativa ci sarà comunque un benzina V6, un'evoluzione di quello presente sulle Maserati Ghibli, Quattroporte e Levante, mentre non è confermato il V8 3.9. A seguire verrà lanciata la Alfieri cabriolet, che prenderà il posto della GranCabrio.

Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
29 agosto 2018 - 18:33
Migliore di tutti i tempi in base a cosa? Non si può essere il migliore di tutti in campo automobilistico perchè è un'area troppo variegata e i fattori sono molteplici.
Ritratto di Giuliopedrali
29 agosto 2018 - 19:03
Chiaramente ci sono i gusti, ma tecnicamente non c'è mai stata un auto come l'Alfasud, cioè con tutte le caratteristiche che può avere un auto insieme: compatta ma prestigiosa, spaziosa ma divertente, meccanica avanti di anni e pure la carrozzeria ma anche originale e sportiva, quello che vorrebbero esser i cross-over di oggi. Poi basta confrontarla alla concorrenza dell'epoca, semplicemente non c'era ancora la concorrenza...
Ritratto di Fr4ncesco
29 agosto 2018 - 19:11
Allora era la migliore della categoria e ai suoi tempi.
Ritratto di Giuliopedrali
29 agosto 2018 - 19:24
No di tutti i tempi, cioè l'auto totale, che so per spiegare: la Mustang, la 2CV, la Golf, la GTO messe insieme... L'unica auto che le rappresenta tutte, mentre gli altri capolavori lo sono perché sono specifiche. Disegnando da quando esisteva l'Alfasud me ne rendo conto, anche se alcune auto mi possono piacere anche di più: Jensen Interceptor, Buick Riviera, NSU Ro80, SAAB 99, Monteverdi 375L ecc solo per citare quelle "moderne" però se prendiamo a caso la Jensen o la Monteverdi col V8 Chrysler 7200 facevano 3km con un litro e già per quello non possono essere le migliori auto della storia per quanto stratosferiche, è pura matematica la vittoria dell'Alfasud l'hanno sempre detto le riviste specializzate inglesi.
Ritratto di Giuliopedrali
29 agosto 2018 - 19:48
Semplicemente la media matematica di tutte le auto della storia l'Alfasud. La praticità della Panda unite alle sensazioni di una muscle car più tutto il resto messo insieme, ovviamente è solo una media, non ha le caratteristiche di una Panda e di una Mustang ma di tutte e due insieme... Tutte le altre o tendono da una parte o dall'altra ovvio...
Ritratto di Fr4ncesco
29 agosto 2018 - 20:27
Pretenziosamente il discorso ci può stare accomunando i pregi di varie auto, ma non era nemmeno tutte quelle auto messe assieme. Non era economa come una Panda, non era una muscle car, non era affidabile come la coeva Golf e soprattutto non era comfortevole e sicura come medie di oggi. Una delle migliori, la migliore della sua epoca, la tua preferita, ci può stare, ma la migliore in assoluto...Troppi segmenti, troppe interpretazioni, troppi anni...
Ritratto di Giuliopedrali
29 agosto 2018 - 21:09
No la media matematica proprio. Non avrà mai la praticità della Renault 4 o della 2CV o l'economicità della Panda o le dimensioni da parcheggio della 500 o la brutalità della Mustang o la comodità della Rolls-Royce o la perfezione della Mercedes S o le prestazioni della Bugatti, ecc ecc ecc però di tutte magari uno zero virgola ce l'ha e credete non c'è nessuna auto che sta in mezzo a tutte come l'Alfasud, è matematica, potete stare tutta la vita a cercarne un altra...
Ritratto di Leonal1980
30 agosto 2018 - 09:30
3
No vabbè la Gto lasciala stare in sto discorso....
Ritratto di Giuliopedrali
30 agosto 2018 - 09:56
La GTO da un lato e la Duna dall'altro capite... O la Dyane e la Jaguar E. Comunque Ferrari è nata da una costola di Alfa Romeo...
Ritratto di Giuliopedrali
29 agosto 2018 - 17:10
Però fa tristezza che insomma Maserati più di così non può vendere perché ha già i migliori modelli della sua storia, a meno di non invadere il campo ad Alfa Romeo... Invece sapete quale casa italiana può davvero moltiplicare le vendite se solo lo volessero: Fiat.
Pagine