NEWS

Maserati Alfieri: la coupé della svolta

29 agosto 2018

Look sensuale, da vera sportiva italiana, ma anche motori ibridi ed elettrici per la Maserati Alfieri attesa nel 2020.

Maserati Alfieri: la coupé della svolta

SI CHIAMA COME IL FONDATORE - La Maserati GranTurismo sarà sostituita dalla Maserati Alfieri, una vettura con un carattere più marcatamente sportivo e meno da… gran turismo. Sarà più corta (460 contro 491 cm) per essere più leggera e agile per meglio competere con le rivali Aston Martin Vantage e Mercedes-AMG GT. Il nome è di quelli ricchi di storia: si chiamerà Alfieri, come il pilota e uomo d'affari che nel 1914 ha fondato la Maserati. Il nuovo modello arriverà nella prima metà del 2020 e avrà un look ricco di personalità in grado di esprimere allo stesso tempo grinta e eleganza, caratteristica da sempre nel Dna della casa modenese. Per la nostra ricostruzione grafica (qui sopra) ci siamo ispirati al prototipo Maserati Alfieri del 2014, che sarà la fonte d'ispirazione per l'auto definitiva, da cui verranno ripresi il lungo cofano, la coda avvolgente e le tre feritoie sulle fiancate (un classico per la Maserati).

IBRIDA ED ELETTRICA - Per la Maserati Alfieri la casa del tridente non sta lesinando risorse in termini di sviluppo. Non solo sta mettendo a punto un nuovo telaio in alluminio, ma anche nuovi motori ibridi con batterie ricaricabili e addirittura una variante puramente elettrica. Nel piano industriale 2024 della Maserati è previsto infatti che un terzo delle vendite complessive nel 2025 sarà costituito da modelli ibridi o elettrici, ragion per cui la Alfieri non potrà “sottrarsi”. I motori ibridi ed elettrici rappresentano una novità per la casa del Tridente, a maggior ragione su una sportiva, ma gli appassionati più legati alla tradizione potranno consolarsi con le prestazioni: per la Alfieri elettrica è stimato uno 0-100 km/h in 2 secondi. In alternativa ci sarà comunque un benzina V6, un'evoluzione di quello presente sulle Maserati Ghibli, Quattroporte e Levante, mentre non è confermato il V8 3.9. A seguire verrà lanciata la Alfieri cabriolet, che prenderà il posto della GranCabrio.



Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
30 agosto 2018 - 08:51
Forse Maserati è la cartina di tornasole di FCA: se non sono in grado di rilanciare Maserati... Al limite va bene così, la gamma è quasi perfetta manca solo il cross-over "medio", però le vendite restano a livello artigianale, voglio dire a parte lo stratosferico successo della 500 (del 2007 però) e Jeep che vende in alcuni mercati ma tutto sommato sostituisce l'inesistente Lancia e la sempre più evanescente Fiat. L'unico boom si può dire è stata la Stelvio in un settore decisamente premium tra l'altro, speriamo crei una tendenza.
Ritratto di Leonal1980
30 agosto 2018 - 09:32
3
Aspetta che la Stelvio faccia 1 anno pieno, poi vediamo le vendite. Ora è la novità, se fa come Giulia, il secondo anno vende la metà e si si allinea.
Ritratto di Giuliopedrali
30 agosto 2018 - 10:06
No sta in un altro pianeta la Stelvio, cioè la clientela che prende una berlina, quei pochi, ormai è difficile si facciano affascinare da un marchio nuovo, non dico MG o Borgward o Geely ma pure il marchio più mitico della storia: Alfa Romeo, cioè guardate anche Lexus o Infiniti o Jaguar in Europa, per loro è difficile, uno guarda le tedesche: fine! Ce ne vorrà del tempo perché si venga notati... Invece coi cross-over è tutta un altra storia, anche i prestigiosi marchi Audi BMW Mercedes nelle cross-over non hanno una vera tradizione, e prendere un marchio nuovo che può essere paradossalmente Alfa Romeo, come Chevrolet o Porsche o MG o Alpine o Dacia o Chery quasi non fa differenza (nelle rispettive categorie di prezzo ovviamente), non ci sono mostri sacri intoccabili.
Ritratto di Giuliopedrali
30 agosto 2018 - 10:12
Secondo me Fiat e soprattutto Alfa Romeo per il discorso dei cross-over hanno potenzialità volendo infinite, altro che Jeep. I marchi che sconvolgeranno di più nei prossimi anni 20 (a parte i cinesi ovviamente) saranno Alpine, MG e Lotus. E se volessero il nostro e più mitico Alfa Romeo.
Ritratto di Giuliopedrali
30 agosto 2018 - 10:19
Lotus secondo me è l'acquisto più sconvolgente fatto da una casa automobilistica, la Geely che si appresta a competere con VAG e Toyota... Molto più sconvolgente di Volvo sempre di Geely, semplicemente chi, anche fra noi dai, non prenderebbe un cross-over molto dinamico col marchio e packaging Lotus e la qualità Volvo. Alfa avrebbe le stesse potenzialità ma dietro ci sono quei lumaconi "tu vuo fa l'americano" di FCA...
Ritratto di Giuliopedrali
30 agosto 2018 - 11:59
Però io se con un golpe prendessi il controllo di FCA passerei per le armi tutti quelli che vogliono produrre non dico la bella Alfieri ma le auto inutili, le annunciate Alfa 6C, 8C o altre amenità del genere, dirotterei tutte le risorse per costruire al più presto cross-over medi molto più vendibili e con cui conquistare tutta una nuova clientela per Alfa e volendo anche Fiat. Però tutto ciò romperebbe le scatole a tutta la nuova dirigenza americana...
Ritratto di PaoloPerego
30 agosto 2018 - 16:20
Affascinante e grintosa; una vettura notevole. Magari potessi permettermela........
Ritratto di 3200GT
30 agosto 2018 - 20:42
Dire bella è riduttivo, le musure e le proporzioni ci sono tutte, solo i tempi sono lunghi, ma la direzione è quella giusta, Forza Italia!
Ritratto di ciusse
2 settembre 2018 - 16:01
WOW! mi toccherà iniziare a trovare un lavoro da adesso eheh ;D
Pagine