NEWS

Maserati Grecale: costruito l’esemplare n°1

Pubblicato 27 gennaio 2021

Presente Carlos Tavares, ceo della Stellantis, a Cassino è stata assemblata la prima Grecale: la produzione in serie inizia a ottobre 2021.

Maserati Grecale: costruito l’esemplare n°1

PRODOTTA A CASSINO - La Maserati Grecale è la nuova suv medio-grande (lunga circa 480 cm) del tridente il cui arrivo nelle concessionarie è previsto entro la fine del 2021. Costruita utilizzando come base il pianale dell’Alfa Romeo Stelvio, come quest’ultima sarà prodotta nello stabilimento di Cassino. Essendo un modello strategicamente molto importante per il futuro della casa, all’uscita dalle linee di produzione dell’esemplare zero della Maserati Grecale, era presente anche il nuovo ceo della Stellantis, Carlos Tavares. Gli esemplari di pre-serie, debitamente camuffati come da tradizione, verranno utilizzati dalla Maserati per effettuare i consueti test su strada così da arrivare alla validazione dell’unità che, a partire da ottobre, verrà prodotta in serie.

ANCHE ELETTRICA - La Maserati Grecale, che riprende la tradizione introdotta nel 1963 con la Mistral di utilizzare il nome di un vento per una vettura, sarà leggermente più piccola della Levante e, grazie alle modifiche alla piattaforma “Giorgio”, entro il 2022 sarà proposta anche in una variante completamente elettrica con batteria da 90 kWh e sistema di ricarica a 800 volt.


> Nei disegni di questa pagina la nostra ricostruzione di come sarà la Maserati Grecale.

4 CILINDRI, POI FORSE 6 - Ancora non sono trapelate le specifiche dei motori della Maserati Grecale, ma si ipotizza la presenza di un 4 cilindri 2.0 a benzina con sistema ibrido leggero a 48 volt, lo stesso che ha esordito di recente sulla Ghibli, che dovrebbe avere 330 CV. Ci potrebbe essere anche la versione non ibrida da 280 CV. Più avanti potrebbe poi arrivare una versione supersportiva equipaggiata con il nuovo V6 di 3.0 litri Nettuno della MC20 (qui per saperne di più). Certa la presenza di sistemi di assistenza alla guida conformi al livello 2 e di un completo sistema multimediale interfacciabile da remoto con lo smartphone.

DAI 70 MILA - Per la Maserati Grecale si può ipotizzare un prezzo di partenza di circa 65-70.000 euro, simile a quello della sua rivale più diretta, la Porsche Macan.





Aggiungi un commento
Ritratto di motomarc
18 aprile 2021 - 18:03
difficile leggere tante idiozie tutte insieme! stendiamo un pietoso velo sull'augurio di fallimento, chiacchiere da bar sport, poi i numeri sparati a caso (108 a 74 mld nel 2019, 60 a 86 mld nel 2020) meno ancora la differenza in numero di veicoli, con una prevalenza di PSA in Europa, dove di fatto nasce Stellantis. Ma a parte i numeri che non hai azzeccato, nelle fusioni subentrano molti fattori, il fatturato è solo uno di questi, se non conosci tutto il panorama fai solo chiacchiere da bar, come quelle su CDA, ma che cosa significa? che siccome il manager X lavorava in PSA farà di tutto per far morire il marchio Alfa Romeo? lo capisci che è economia questa, non campanilismo da politico populista di quarta categoria? Per il CDA, si spera, avranno scelto gli uomini migliori (non dimentichiamo che il dopo Marchionne è stato piuttosto confuso per FCA) e tutti dovranno puntare verso lo stesso traguardo, saranno loro stessi i primi a guadagnarci, senza dimenticare il maggiore azionista del gruppo è la finanziaria di casa Agnelli, non i francesi. LA vera sfida sarà quella gestire 14 marchi, senza snaturare quelli maggiormente caratterizzati e senza fare auto replica più o meno simili, con marchio diverso. Chi rischia di più, questo è vero, sono Alfa Romeo e Maserati, prendiamo per buono il fatto che pare vogliano rilanciare il band Lancia in chiave premium, mentre con FCA sembrava destinato a morire. Poi si vedrà, Volkswagen sforna SUV che fai davvero fatica a distinguere, tra VW appunto, Skoda e Seat (anche bruttine oserei dire), eppure sono al primo posto (credo) di vendite. Io spero in un rilancio dei marchi storici italiani, ma immaginare in disegno politico dietro questa fusione per far prevalere la Francia sull'Italia è da menti malate.
Ritratto di alphia
27 gennaio 2021 - 11:00
Ma come ? Dal blog sembrava che con l'unione in Stellantis chiudevano svariati marchi fra cui Maserati ?
Ritratto di Meandro78
27 gennaio 2021 - 12:39
Quando si vende casa o un'automobile si fanno pulizia e piccole sistemazioni. Per il Marchio Maserati penso stia avvenendo proprio questo.
Ritratto di alphia
28 gennaio 2021 - 08:41
Perché a chi starebbero per vendere Maserati ?
Ritratto di Oxygenerator
29 gennaio 2021 - 01:29
@ alphia. Maserati non è in vendita. E speriamo che la grecale non sia orrenda come in questo rendering. Maserati è pur sempre Maserati, non può essere la brutta copia di un’alfa Romeo. Maserati dev’essere una eccellenza.
Ritratto di Check_mate
27 gennaio 2021 - 11:01
Promette bene, speravo in un prezzo un po’ più.. “amichevole”..
Ritratto di Miti
27 gennaio 2021 - 12:34
1
Come al solito il problema è questo in Maserati. Il prezzo. Io capisco la storia , il nome e varie. Ma questa casa vende poco e produce poco. La gente andrà lo stesso sulle teutoniche. Dove la scelta è molto più ampia. E che durante questi anni hanno venduto tanto. Comunque un bel SUV non a forma di scatola con le ruote. Ha personalità. Deve partire come prezzo sotto la Macan. Anche 5k euro sarebbero abbastanza. Perché di qualità c'è.
Ritratto di Check_mate
27 gennaio 2021 - 12:52
Il telaio adottato ne giustificherebbe in parte la consistenza, bisognerà vedere se tutto il resto sarà altrettanto all’altezza. In Giulia e Stelvio i prezzi, attualmente, non sono più giustificati, a mio avviso. I tempi biblici degli aggiornamenti le rendono assai poco appetibili davanti al resto della concorrenza, e dico purtroppo!
Ritratto di Miti
27 gennaio 2021 - 13:32
1
Concordo con te. Sono (FCA) o erano di una lentezza sadomaso veramente nei aggiornamenti. La Giulia ( non Giulioooo ahahahah) è stata un'occasione sprecata. Prima per la tipologia d'auto ( non a passo coi tempi) , motorizzazione, prezzi . La Stelvio leggermente più fortunata. Ma fare dei fari a led per FCA è come partorire. Fa un male tremendo.
Ritratto di Check_mate
27 gennaio 2021 - 14:18
Hanno affermato che un faro led avrebbe determinato un cambio sostanzioso del profilo stesso, cosa che non volevano fare perché ritenuto vincente. Poi li montano sulla Tipo. E allora uno si fa più di una domanda... :)
Pagine