NEWS

Maserati Levante: l'attesa è grande

31 luglio 2015

Il calo di vendite e profitti della Maserati, registrato fin qui nel 2015, dovrebbe invertirsi nel 2016 con l'arrivo dell'attesissima suv.

Maserati Levante: l'attesa è grande
IL TREND COMMERCIALE - Nel 2014 la Maserati ha venduto nel mondo 36.448 vetture, in crescita del 137% rispetto al 2013. Il fatturato per l’intero 2014 è stato di 2,8 miliardi di euro. Però. nei primi sei mesi del 2015, le vendite mondiali non hanno superato quota 15.587 unità, pari all’11% in meno rispetto allo stesso periodo del 2014. 
 
USA E CINA SPINE NEL FIANCO - I risultati sono condizionati sensibilmente dalle realtà del mercato statunitense e da quello cinese. Negli Usa il primo semestre del 2015 la Maserati ha registrato un calo del 2,5% nel primo semestre dell’anno, con 5.304 unità immatricolate; in Cina c’è stato invece un ridimensionamento del 37%. Tutto ciò ha inevitabilmente avuto conseguenze sui conti economici della marca. Il margine operativo nel secondo trimestre dell’anno è stato il 7% del fatturato, mentre l’anno scorso era stato del 9,9%. Il fatturato complessivo nei sei mesi è stato di 1,1 miliardi di euro, con il profitto di 79 milioni, in calo del 34%. Alcuni analisti interpellati da Automotive News, si sono detti stupiti di come la crescita della Maserati si sia già fermata dopo soli due anni.
 
ATTORNO AI 100 MILA EURO - Da parte sua la Maserati procede a passo spedito per portare sul mercato il modello che dovrebbe invertire questo trend di discesa: la Maserati Levante (vedi i disegni spia qui). Si tratta della nuova suv di alta gamma, elegante e sportiva, che sarà presentata a gennaio 2016 al Salone di Detroit per essere in vendita nella primavera del prossimo anno. Nei giorni scorsi, negli stabilimenti di Mirafiori a Torino, sono stati realizzati i primi esemplari di preserie, mentre l'inizio della produzione di serie è previsto per il mese di gennaio. La nuova Maserati Levante (nella foto in alto la concept Kubang che ne anticipava i contenuti) è realizzata sulla piattaforma della Maserati Ghibli. Il prezzo non è stato ancora comunicato, ma le stime prevedono prezzi a partire da poco meno di 100.000 euro.
Aggiungi un commento
Ritratto di Highway_To_HelI
3 agosto 2015 - 22:33
Un altra meraviglia prodotta dalla casa automobilistica più prestigiosa del mondo
Ritratto di Roberto Carnevale
4 agosto 2015 - 11:24
Le Maserati si vendono un pò meno: che gioia per qualcuno (forse azionista di Porsche o altro o semplice fan). In realtà una lieve flessione delle vendite, dopo il boom del 2014, era anche prevedibile. Comunque se si vuole scalare il mercato, occorre avere più modelli (se uno vende meno sarà compensato da altri che venderanno di più). Per questo ben vengano il SUV (Levante) e la nuova GT (Alfieri). Poi il tetto delle 50.000 unità/anno sarà raggiungibile. Maserati dovrà restare marchio semi esclusivo e non dovrà essere alla portata di tutti (sarebbe bene porre un tetto max alla produzione). Insomma vendere di meno ma guadagnare di più. P.S. Se qualche commento viene bannato è segno che se lo merita (basta insulti e noiosi commenti ripetitivi solo per criticare o elogiare questo o quest'altro marchio. Commentate, se potete, solamente sul tema in questione.
Ritratto di Automotive
4 agosto 2015 - 16:56
x Roberto - quoto al 100%
Ritratto di jabadais
4 agosto 2015 - 11:51
Come si fa a criticare un marchio che triplica il suo volume di vendite in 3 anni? Verissimo che su alcune cose c'è ancora da imparare dalla famosa triade tedesca (tecnologia e rete di vendita su tutto) ma è altrettanto vero che in quanto a motori e a stile la casa del tridente ha molto da insegnare. Ovvio poi che a livello di numeri non andrà a scontrarsi con Mercedes o Lexus tanto per citarne due a caso. L'importante è che si riesca a ritagliare la sua nicchia. Insomma io non tifo per quello o per questo ma qua dentro pare che faccia schifo se un marchio italiano fa bene...
Ritratto di andre9191
5 agosto 2015 - 16:45
una stella in piu' per il made in Italy, bella davvero
Ritratto di anthomino
6 agosto 2015 - 10:25
Vi accapigliate per ovvietà: 1) bmw e mercedes, a parità di costo, vantano un livello tecnologico maggiore di FCA, ma per strada ci si gira a guardare una maserati, non la stereotipata serie 7 o classe E 2) ghibli (nome errato per una berlina) pesta i piedi alla somigliantissima quattroporte dalla quale differisce di pochi dettagli e centimetri 3) la quattroporte è sempre stata un auto da numeri sulle punta delle dita per scelta commerciale. probabilmente tale doveva rimanere (con prezzi quasi da Rolls). ma nel 2009 non si poteva fare diversamente per rilanciare il marchio. 4) gli stilisti commettono un errore di "identificazione" eliminando il tipico richiamo ai 4 fanali nelle berline maserati 5) la alfieri è destinata a sostituire la coupé non ad ampliare la gamma 6) il maggiore numero di auto vendute, come già è stato osservato da qualcuno, è differente dall'obiettivo aziendale di massimizzazione del profitto. Tali due aspetti non necessariamente coincidono. Per tale motivo FCA non sostituisce la Punto. 7) che FCA faccia più soldi ci fa piacere. ma di italiano rimane sempre di meno; idem di indotto e ricchezza distribuita 8) dobbiamo essere, dunque, più contenti se quantitativamente Maserati venda più auto di Porsche o se ne vende molte meno ma con conti sono solidi e immagine crescente? 9) il lancio della eventuale Suv va valutato in un'ottica internazionale. magari in Italia ne venderanno 0, mentre nei ricchi paesi arabi molte.
Ritratto di maxxx666
27 settembre 2015 - 18:08
Agli italiani piace rimanere a piedi con classe che arrivare a destinazione in maniera ordinaria.
Pagine