Maserati Levante Trofeo: la più “cattiva” ha il V8

Il motore 3.8 della Levante Trofeo eroga 590 CV e rende la suv molto più grintosa, complici le modifiche all’assetto e ai freni.

A TUTTA POTENZA - La Maserati Levante era disponibile finora soltanto con motori 6 cilindri a benzina e gasolio. Quest'anno però arriva il più coinvolgente V8, mostrato in anteprima al Salone dell'automobile di New York sotto il cofano della Maserati Levante Trofeo V8, una versione che porta all’esordio anche nuove tecnologie per la sicurezza e l’assistenza alla guida. Il “pezzo forte” della Maserati Levante Trofeo è ovviamente il motore V8 biturbo di 3.8 litri, lo stesso dell’ammiraglia Quattroporte GTS, potenziato di 60 CV (per complessivi 590 CV oltre a 730 Nm di coppia a 2.250 giri) e costruito dalla Ferrari a Maranello. I tecnici hanno lavorato in profondità sul 3.8, ridisegnando il basamento e aggiornando una lunga serie di parti meccaniche: dall’albero motore alla pompa dell’olio, dai turbocompressori ai pistoni e agli alberi a camme.

ASSETTO RIVISTO - Le modifiche si sono rivelate molto efficaci, tant’è che il V8 3.8 della Maserati Levante Trofeo è il motore con la più alta potenza specifica (156 CV/litro) mai prodotto dalla Maserati. Il costruttore modenese dichiara per la “suvona” un’accelerazione 0-100 km/h in 3,9 secondi e una velocità massima di 300 km/h, valori di tutto rispetto per una vettura lunga 500 cm e larga quasi 200 cm. Il peso superiore a 2.000 kg non dovrebbe rappresentare un grosso ostacolo al piacere di guida, stando alla Maserati, che ha lavorato per mantenere l’ottimo bilanciamento dei pesi tipico della Levante (sono al 50:50 fra le parti anteriore e posteriore), rivedere la taratura delle sospensioni ad aria e migliorare l’impianto frenante, in grado di arrestare l’auto da 100 km/h in 34,5 metri. La trazione integrale permanente e il cambio automatico a 8 marce completano la dotazione tecnica.

ARRIVANO I FARI A LED - L’allestimento della Maserati Levante Trofeo V8 prevede cerchi in alluminio forgiato di 22” e dettagli più grintosi per la carrozzeria, a partire dalle cornici nere dei fendinebbia fino alle scritte Maserati con finitura cromata nera. All’esterno si trovano inoltre sfoghi dell’aria maggiorati sul fascione, mostrine laterali e il “labbro” sul paraurti in fibra di carbonio, un nuovo scivolo posteriore ed i fari anteriori a led, non disponibili sulle Maserati Levante in vendita finora che migliorano la visibilità di notte. Nuovi sono anche la modalità di guida Corsa (meno “filtrata”) e il sistema di controllo integrato del veicolo, una dotazione che affina il comportamento su strada dell’auto utilizzando i sistemi di bordo per anticipare eventuali errori nella guida sportiva. Non manca il sistema launch control per le partenze al fulmicotone. L’interno è anch’esso di foggia sportiva, grazie ai sedili in pelle con cuciture a contrasto, dettagli in fibra di carbonio (fra cui le palette del cambio) e la grafica rinnovata della strumentazione. La Maserati Levante Trofeo verrà costruita dall’estate 2018 e sarà disponibile all’inizio in Canada, Stati Uniti e alcuni paesi fuori dall’Europa.



Leggi l'articolo su alVolante.it