NEWS

Mazda 3: al via le prevendite

14 dicembre 2018

La nuova Mazda 3, recentemente presentata al salone di Los Angeles, sarà disponibile nelle concessionarie italiane a partire da marzo 2019.

Mazda 3: al via le prevendite

UN’AUTO TUTTA NUOVA - La Mazda ha annunciato la disponibilità in prevendita della nuova Mazda 3; le prime 350 unità saranno disponibili a partire da marzo 2019 e i primi clienti che la acquisteranno avranno in omaggio il pacchetto Celebration pack (dal valore di 2.000 euro) incluso nel prezzo, che comprende i servizi Mazda Best5, ovvero l’estensione della copertura dai guasti imprevisti fino a 5 anni e 200.000 km, il ServicePlus Essence che include i primi 5 tagliandi di manutenzione programmata, e una personalizzazione dedicata. Il nuovo modello della Mazda 3, oltre ad essere stato totalmente rivisto esteticamente, è realizzato sulla nuova piattaforma Skyactive Vehicle Architecture, che offre molti vantaggi preatici.

I MOTORI - La nuova Mazda 3 sarà disponibile inizialmente con due motori 4 cilindri, uno a gasolio e uno a benzina ibrido. Il motore diesel ha una cilindrata di 1.8 litri e sviluppa 116 CV, è dotato di una turbina a geometria variabile e, secondo la casa giapponese, dovrebbe avere consumi medi che si attestano intorno a 24,4 km/l. Il motore a benzina è un 2.0 litri da 122 CV, dotato di sistema micro ibrido che si serve di un piccolo motore elettrico alimentato da una batteria a 24 Volt a supporto del propulsore termico, con un sistema di rigenerazione dell’energia in frenata e la disattivazione automatica di due cilindri in modo da aumentare l’efficienza del motore nei casi in cui non sia necessaria un’elevata coppia motrice. I motori della nuova Mazda 3 sono entrambi omologati nel rispetto della normativa Euro 6d-Temp. A partire da giugno 2019 la Mazda 3 sarà equipaggiata anche con il nuovo propulsore 2.0L Skyactiv-X, un motore a benzina con accensione a compressione tipica del motore a gasolio, che dovrebbe offrire una migliore risposta dell’acceleratore, consumi contenuti e un’erogazione lineare. Il listino e i dati tecnici della Mazda 3 equipaggiata con il motore Skyactiv-X saranno disponibili a primavera 2019.

COS'HA DI SERIE? - Tutte le versioni della nuova Mazda 3 saranno equipaggiate con i sistemi di assistenza alla guida i-Activsense di serie, che comprendono: il sistema di frenata di emergenza in caso di immediato pericolo, che integra il sistema di riconoscimento dei pedoni e della segnaletica stradale; i fari a led adattativi, che rilevano il veicolo che precede e il veicolo che procede in senso opposto; il sistema di rilevazione della stanchezza del guidatore, dotato di allarmi acustici e visivi; il sistema di controllo del mantenimento della carreggiata; il sistema di assistenza per la partenza in salita; il cruise control adattativo, che permette di mantenere una velocità costante senza usare il pedale dell’acceleratore e la corretta distanza di sicurezza dal veicolo che precede. 

GLI ALLESTIMENTI - La Mazda 3 è disponibili con 4 allestimenti. L’Evolve comprende cerchi in lega da 16 pollici, il climatizzatore automatico bi-zona, i sensori di parcheggio posteriori e il nuovo sistema multimediale con display a colori da 8,8 pollici e HMI Commander (una manopola per il comando delle funzioni), l’ integrazione per Apple Carplay e Android Auto, il navigatore satellitare, l’impianto audio Mazda Real Stage con 8 altoparlanti, e il controllo dinamico dell’auto G-Vectoring Plus che agisce sullo sterzo, sulla coppia del motore e sui freni per migliorare l’esperienza di guida. La versione Executive aggiunge i cerchi in lega da 18 pollici, i vetri posteriori scuri,  i sensori di parcheggio e la Smart Key, la chiave intelligente che permette di aprire le portiere senza agire sul telecomando e avviare il motore senza inserirla nel quadro. La versione Exceed è equipaggiata coni fari a LED a matrice dotati di 20 blocchi indipendenti, e finiture esterne dei montanti di colore nero lucido. La versione Exclusive, la top di gamma, comprende i rivestimenti in pelle, sedile di guida regolabile elettricamente, memoria del posizionamento dei sedili, i sistema head-up display, che proietta le informazioni di marcia sulla superficie interna del parabrezza, e impianto audio Bose composto da 12 altoparlanti e amplificatore digitale.

I PREZZI - Il listino e la scheda tecnica completa del motore diesel 1.8 Skyactive-D è già disponibile, mentre per il motore 2.0 benzina con tecnologia Hybrid si dovrà attendere a gennaio 2019. La Mazda 3 con motore 1.8 diesel e allestimento Evolve ha un prezzo di 25.400 euro, con l’allestimento Executive 26.100 euro, la Exceed costa 27.700 e la Exclusive 29.350 euro. La versione 2.0 Skyactive-G M Hybrid partirà da 23.300 euro con l’allestimento Evolve.

Mazda 3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
124
74
42
37
36
VOTO MEDIO
3,7
3.68051
313




Aggiungi un commento
Ritratto di ELAN
14 dicembre 2018 - 17:22
1
Questa del ponte torcente più silenzioso è come la Corazzata Potemkin per Fantozzi. Devono venderlo ed hanno mitigato sì il comfort magari ...ma in altro.
Ritratto di Fr4ncesco
14 dicembre 2018 - 17:31
2
OK che ingombra meno, ma il multilink non dovrebbe essere più confortevole poi?
Ritratto di ELAN
14 dicembre 2018 - 18:26
1
A meno che non facciano una barra di torsione in PONGO l'indipendenza delle ruote è sempre preferibile anche come confort. Poi questa ha 2,70 di passo... non so in curva come possa andare con un ponte ed un assetto non hard. Mah, avran trovato un buon compromesso.
Ritratto di 82BOB
14 dicembre 2018 - 21:04
2
Al solito, oltre che dalla tipologia della struttura, i risultati in termini di comodità e tenuta di strada dipendono anche da taratura e materiali! Tenendo conto delle potenze contenute, anche se la mole della vettura è imponente, usando materiali adeguati e una taratura ben centrata si può avere una semindipendenza accettabile, con conseguenti benefici sulla tenuta di strada e comportamento sullo sconnesso! Ovvio che per potenze superiori il rischio è di trovarsi con sotto il sedere una pseudo muscle-car americana a trazione anteriore...
Ritratto di tramsi
14 dicembre 2018 - 21:32
Le motorizzazioni d'accesso si presuppone che siano destinate principalmente a chi ha una concezione utilitaristica dell'automobile e, in tal senso, una sospensione più semplice potrebbe avere una giustificazione. Viceversa, le versioni più performanti sono scelte di proposito da chi in un'automobile cerca anche le prestazioni, cui l'handling non è estraneo, ed ecco,ì quindi ecco il multilik. Però la Civic ha il multilink, standard su tutte le motorizzazioni e gliene va dato atto, anche a fronte di alcune cadute sui materiali dell'abitacolo, comunque - m'è parso - robusti, o di sciocchezze come le plafoniere con le lampadine a incandescenza.
Ritratto di Maffio73
14 dicembre 2018 - 16:11
Era ora qualcosa di originale ......bella
Ritratto di ELAN
14 dicembre 2018 - 17:29
1
Alfasud direbbe Pedrali.
Ritratto di Illuca
14 dicembre 2018 - 16:41
Posteriore imbarazzante
Ritratto di ELAN
14 dicembre 2018 - 17:24
1
E certo, il lunotto è piatto e per raccordarlo han fatto un mega montante. Un sedere quadrato come la Focus del 2005 che però aveva il finestrino dietro.
Ritratto di Al Volant
14 dicembre 2018 - 17:19
Confermato che in italia la versione 4 porte NON arriverà ? Questa 5 porte non mi convince per nulla, troppa "Latta", mi viene quasi timore che rientri la lamiera appoggiandosi semplicemente.. Ad ogni modo, come già detto, attendiamo di vederla dal vivo.
Pagine