Mazda CX-3: per lei piccole novità

Al Salone di New York debutta la Mazda CX-3 restyling, con modifiche di dettaglio che non ne stravolgono la linea.

CAMBIANO I DETTAGLI - A differenza di altri costruttori la Mazda non sottopone i suoi modelli ad aggiornamenti troppo “invasivi” come nel caso della piccola suv Mazda CX-3, mostrata in anteprima al Salone dell’automobile di New York con alcune novità per l’esterno, la tecnologia ed i motori. La Mazda CX-3 rimane, a tre anni dal lancio, una vettura molto grintosa e personale, che la Mazda ha ritenuto di dover modificare soltanto in dettagli minori: l’edizione 2018 riceve una nuova mascherina con listelli più pronunciati, inedite ruote di 18” e la vernice rosso Soul Crystal.

ARRIVA IN ESTATE - All’interno della Mazda CX-3 sono presenti il bracciolo anteriore centrale, il freno di stazionamento a controllo elettronico e l’assistente per la guida nel traffico, che regola la velocità automaticamente e fa rallentare o riaccelerare la vettura a seconda che la fila di auto in colonna sia più o meno compatta. Con il 2018 debuttano anche i fari anteriori a led del tipo Matrix, con abbaglianti che si abbassano da soli per non abbagliare i guidatori delle auto che arrivano in direzione opposta. Il costruttore giapponese ha rinnovato i motori diesel per fargli rispettare le più recenti normative anti-inquinamento, quindi ora il 1.5 da 105 CV è dotato di un catalizzatore per diminuire i valori di ossidi d’azoto. Per lo stesso motivo è stato rinnovato il benzina 2.0. Stando a quanto annunciato dalla Mazda, la CX-3 arriverà negli autosaloni in Europa dall’estate 2018.



Leggi l'articolo su alVolante.it