NEWS

Mazda CX-3: per lei piccole novità

30 marzo 2018

Al Salone di New York debutta la Mazda CX-3 restyling, con modifiche di dettaglio che non ne stravolgono la linea.

Mazda CX-3: per lei piccole novità

CAMBIANO I DETTAGLI - A differenza di altri costruttori la Mazda non sottopone i suoi modelli ad aggiornamenti troppo “invasivi” come nel caso della piccola suv Mazda CX-3, mostrata in anteprima al Salone dell’automobile di New York con alcune novità per l’esterno, la tecnologia ed i motori. La Mazda CX-3 rimane, a tre anni dal lancio, una vettura molto grintosa e personale, che la Mazda ha ritenuto di dover modificare soltanto in dettagli minori: l’edizione 2018 riceve una nuova mascherina con listelli più pronunciati, inedite ruote di 18” e la vernice rosso Soul Crystal.

ARRIVA IN ESTATE - All’interno della Mazda CX-3 sono presenti il bracciolo anteriore centrale, il freno di stazionamento a controllo elettronico e l’assistente per la guida nel traffico, che regola la velocità automaticamente e fa rallentare o riaccelerare la vettura a seconda che la fila di auto in colonna sia più o meno compatta. Con il 2018 debuttano anche i fari anteriori a led del tipo Matrix, con abbaglianti che si abbassano da soli per non abbagliare i guidatori delle auto che arrivano in direzione opposta. Il costruttore giapponese ha rinnovato i motori diesel per fargli rispettare le più recenti normative anti-inquinamento, quindi ora il 1.5 da 105 CV è dotato di un catalizzatore per diminuire i valori di ossidi d’azoto. Per lo stesso motivo è stato rinnovato il benzina 2.0. Stando a quanto annunciato dalla Mazda, la CX-3 arriverà negli autosaloni in Europa dall’estate 2018.

Mazda CX-3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
186
104
44
16
18
VOTO MEDIO
4,2
4.152175
368


Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
30 marzo 2018 - 15:56
Non mi riferivo a questo modello ahah, dicevo una berlina tipo Mazda 6, come fa la Kia con Optima e Stinger, medesima categoria ma una dalla meccanica generalista e una raffinata.
Ritratto di Fr4ncesco
30 marzo 2018 - 15:57
Ah no letto male, pardon.
Ritratto di Fr4ncesco
30 marzo 2018 - 15:59
Una CX-3 integrale e col multilink sarebbe praticamente perfetta sul piano dinamico, un baby Stelvio.
Ritratto di mika69
30 marzo 2018 - 16:13
Tranqui
Ritratto di UnAltroFiattaro
30 marzo 2018 - 17:10
Secondo me l'unica cosa fuori luogo sulla CX-3 è il motore benzina 2.0 aspirato da 120/150cv... Su una SUV compatta come questa non ha senso, meglio un 1.2/1.4 turbo con più coppia e minori costi di gestione e consumi. E' disponibile il 1.5 Diesel, ma vista la guerra che stanno facendo ai motori a gasolio, ed il fatto che un vettura così "piccola" è più adatta all'uso in città o per medi spostamenti, un motore a benzina con cubatura inferiore ci stava tutto!
Ritratto di ELAN
3 aprile 2018 - 10:03
1
UnAltroFiattaro, sono motori aspirati con 14:1 di rapporto compressione proprio per fare a meno della turbina.
Ritratto di xmatte
30 marzo 2018 - 15:58
Ultimamente Mazda ha un tale approccio ragionato e prudente che temo non si vedrà mai una cosa simile :D
Ritratto di Fr4ncesco
30 marzo 2018 - 16:00
Sarebbe il gran passo per diventare un marchio premium a tutti gli effetti però!
Ritratto di tramsi
30 marzo 2018 - 16:05
"Tecnicamente" non mi pare nulla di speciale, considerato anche che alcune concorrenti hanno magari una sospensione posteriore teoricamente migliore.
Ritratto di ELAN
3 aprile 2018 - 10:04
1
"Ciclisticamente" no... anche se bisogna vedere come è realizzato.
Pagine