Mazda CX-30: il modello che non c'era

06 marzo 2019

La Mazda aggiunge alla sua gamma un nuovo modello, che si colloca tra la CX-3 e la CX-5.

Mazda CX-30: il modello che non c'era

MOTORI DIESEL E BENZINA IBRIDI - La Mazda ha presentato al Salone di Ginevra la nuova Mazda CX-30, la suv compatta che si pone, come dimensioni, tra la Mazda CX-3 e la Mazda CX-5, con una lunghezza di 439 cm e una larghezza di 179 cm. Il design esterno della nuova Mazda CX-30 è minimalista e coniuga le linee filanti e  slanciate di una coupé con la robustezza di una suv. La Mazda CX-30 è basata sulla nuova piattaforma Skyactiv Vehicle Architecture ed è equipaggiata con la gamma di propulsori Skyactiv diesel e benzina, conformi alla normativa antinquinamento Euro 6d-TEMP. Tutti i nuovi motori disponibili sulla nuova Mazda CX-30 sono dotati della tecnologia SPCCI (accensione per compressione controllata da candela), che combina la fluidità di erogazione di un benzina con la prontezza di risposta di un diesel; i propulsori a benzina sono affiancati dal nuovo sistema ibrido Mazda M Hybrid che comprende un motore elettrico che assiste quello endotermico nelle fasi in cui è richiesta più coppia; l’alimentazione è affidata ad una batteria agli ioni da litio 24V.

TRAZIONE INTEGRALE I-ACTIV - La Mazda CX-30 è dotata di trazione integrale assistita elettronicamente dal sistema i-Activ AWD, che rileva l’intensità del carico verticale sulle quattro ruote e agisce congiuntamente con il sistema GVC Plus per controllare la ripartizione della coppia tra le ruote anteriori e le ruote posteriori. Inoltre, il sistema GVC Plus agisce sensibilmente sui freni quando il veicolo affronta le curve, contribuendo ad una incrementarne la tenuta di strada; i vantaggio si traducono anche in una maggior efficienza sui fondi stradali sconnessi e, secondo la Mazda, una significativa riduzione dei consumi di carburante. 

TECNOLOGIA DI BORDO - La Mazda CX-30 vanta una ricca dotazione tecnologica:  dispone del sistema Active Driving Display, (che proietta le informazioni di marcia sul parabrezza), oltre ad un ampio schermo touch da 8,8 pollici posizionato sulla parte centrale della plancia. Il sistema multimediale Mazda Connect, comandabile con una manopola, supporta Apple CarPlay e Android Auto, il collegamento dello smartphone avviene tramite una porta USB; disponibile anche l’interfaccia Bluetooth. Il sistema audio standard della Mazda CX-30 è costituito da 8 altoparlanti a 3 vie, mentre come optional è disponibile  l’impianto Bose con 12 altoparlanti, che aggiunge un altoparlante centrale da 8 cm, una coppia di diffusori satellite posteriori e un subwoofer.

SICUREZZA E COMFORT - Le ricche dotazioni di sicurezza i-Activsense della nuova Mazda CX-30 comprendono il sistema rilevazione della stanchezza, che agisce grazie ad una telecamera a infrarossi che rileva  le espressioni del viso del conducente; in caso di pericolo, un allarme sonoro lo allerta e il sistema interviene automaticamente sui freni. È disponibile anche il sistema di rilevazione del traffico in uscita parcheggio anteriore: quando si procede in avanti, il radar collocato in posizione frontale rileva la presenza di veicoli in avvicinamento dai punti ciechi e avvisa il conducente della loro presenza. La vattura dispone anche del CTS (Cruising and Traffic Support), ovvero l’assistente alla marcia in presenza di traffico intenso: il sistema agisce sull’acceleratore, sul freno e sullo sterzo contribuendo ad incrementare la sicurezza e il comfort di marcia del conducente. La Mazda CX-30 è equipaggiata di serie con l’airbag per le ginocchia del conducente, che riduce le lesioni a gambe, torace e addome.

VIDEO
Mazda CX-30
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
97
66
32
26
33
VOTO MEDIO
3,7
3.661415
254




Aggiungi un commento
Ritratto di ELAN
6 marzo 2019 - 23:12
1
CX-4 esiste già da anni in Cina. Questa sarebbe giustissima se non avesse il retrotreno di una segmento B
Ritratto di slvrkt
7 marzo 2019 - 15:23
4
fa soffrire anche me la parole "torcente", cioe', fa proprio male il termine, e' un dolore fisico dirlo, trovi? pero', dopo aver letto decine di test di autorevoli fonti assolutamente non italiane, pare che il ponte to... posso chiamarlo torsion beam? posso? ma fa schif0 pure torsion, chiamiamolo ponte di brooklyn,ok? ecco, pare che brooklyn sia pure meglio del precedente multilink da un pdv dinamico e persino sportivo.
Ritratto di ELAN
7 marzo 2019 - 16:09
1
Quei test sono pubblicità, e affermare che la nuova sia meglio in tutto è assurdo. Una cosa è certa: quella col multilink aveva un assetto non sportivo morbido e una taratura molto votata al comfort. Ergo già solo cambiando gli ammo (anche senza abbassare l'assetto) la "vecchia" cambia. Ed ha margini ampi, dato che non ha le ruote interconnesse.
Ritratto di slvrkt
7 marzo 2019 - 17:22
4
ci sono dei siti che scrivono non solo per pubblicita', come purtroppo fanno tutti in italia: diversi siti USA hanno pesantemente bocciato la nuova serie 3 (Road&Track per esempio), credi che vedrai mai in italia una sola parola negativa al riguardo? la nuova 3 ha esaltato tutti, per una volta concediamo il beneficio del dubbio ad una soluzione apparentemente inferiore, almeno sino a che non guiderai te, ed io.
Ritratto di lucios
7 marzo 2019 - 17:17
4
Beh, non sapevo che in Cina vendevano una Mazda con quel nome.
Ritratto di kilpin
9 marzo 2019 - 07:32
per il prezzo cosa ne dite?
Ritratto di Giulio Menzo
4 settembre 2019 - 15:20
2
concordo
Ritratto di dubbioso
7 marzo 2019 - 09:50
La Volkswagen, anche solo con il suo marchio "principale", vende t-cross, t-roc e tiguan: 4.11, 4.22, 4.49. Mixando con gli altri marchi vende 8 suv tra i 4 e i 4.5 metri. Ci sono problemi?
Ritratto di treassi
7 marzo 2019 - 11:09
No, nessun problema… solo che paragonare il primo gruppo costruttore al mondo con un piccolo marchio indipendente che vende circa un decimo, non ha senso… per fortuna Mazda sa benissimo il proprio ruolo e cosa proporre senza dover mettersi in competizione e poi in difficoltà, anche se purtroppo ogni tanto qualche modello non ottiene i risultati sperati..
Ritratto di slvrkt
7 marzo 2019 - 15:20
4
solo "invadenti"? sono immensi, e passi la plastica su un mezzo "giocoso", molto sportivo e da look giovanile ed aggressivo come la CX-3, ma qui rovinano tutto in maniera definitiva. peccato, il resto era, al solito, splendido.
Pagine