NEWS

La Mazda lavora alle CX-60 e CX80

Pubblicato 08 ottobre 2021

Nei prossimi due anni la Mazda lancerà in Europa due suv più grandi della CX-5: si chiamano CX-60 e CX-80 e saranno proposte anche con il motore ibrido plug-in.

La Mazda lavora alle CX-60 e CX80

DUE NUOVE SUV - La Mazda annuncia i suoi piani futuri per il mercato europeo. Nei prossimi due anni è previsto l’arrivo di due suv di dimensioni maggiori dell’attuale CX-5 (455 cm), che si chiameranno Mazda CX-60 e CX-80. La prima avrà sarà a cinque posti, la seconda, più grande, ne avrà sette su tre file di sedili. Entrambe saranno proposte con un motore ibrido plug-in, quindi con batterie ricaricabili dall’esterno, che potrebbe essere derivato da quello della Toyota Rav-4, ma anche con i nuovi 6 cilindri in linea Skyactiv-X mild hybrid a 48 V, sia a benzina che diesel, che la Mazda sta sviluppando. 

LA CX-5 NON SI TOCCA - Le due nuove Mazda CX-60 e CX-80 non sostituiranno la CX-5, che sarà ulteriormente rinnovata e ampliata nella gamma essendo uno dei modelli più venduti della casa giapponese.

TORNA IL ROTATIVO - Nella prima metà del 2022, sarà poi introdotta una nuova versione della crossover elettrica Mazda MX-30, che potrà contare su un piccolo motore rotativo che fa da generatore per le batterie e quindi estende l’autonomia. Bisognerà attendere il 2025 per vedere una nuova serie di auto elettriche ingegnerizzate su una inedita piattaforma dedicata. Questi modelli aiuteranno la Mazda ad elettrificare l’intera gamma entro il 2030.

Mazda CX-5
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
120
59
43
31
31
VOTO MEDIO
3,7
3.72535
284




Aggiungi un commento
Ritratto di Oxygenerator
8 ottobre 2021 - 12:52
@ Road Runner Vero ed auspicabile sotto un certo aspetto, ciò che afferma. Bisogna vedere se i tempi che han predisposto, per arrivare al target prefissato, del solo elettrico, siano cosí lunghi. Perchè dalla sua premessa, vuol dire far girare per altri 40/50 anni, le auto termiche. Mi sembra un tempo troppo lungo. Però. Chi lo sa ?
Ritratto di Neofita
8 ottobre 2021 - 11:17
"Se continuano a salire i prezzi dei carburanti, le termiche diventeranno sempre più sconvenienti a livello economico" Peccato che di pari passo il prezzo dell'energia elettrica è alle stelle, quindi non sono i carburanti fossili ad essere sconvenienti .....
Ritratto di Oxygenerator
8 ottobre 2021 - 13:06
@ Neofita Attualmente ? Certo che sono i carburanti ad essere sconvenienti. Ad andarle bene con una media di 20 km al litro, con una termica lei spende 9 € per 100 km. Con l’elettrica caricata a casa, spende 3,30 €, e caricata alle colonnine 6 €. Se fa una media di 10.000 km all’anno ( per semplificare ) con la benzina spende 900 €, con l’elettrica caricata a casa 330 €, e quella caricata solo alle colonnine 600 €. Di base si parla di 1/3 in meno. Se poi aggiunge i parcheggi gratuiti, ( a milano una media di 2 € l’ora , dipende dalle zone ) 5 anni senza pagare il bollo, l’ assicurazione calmierata, ( quasi la metà ) ingresso in area B e gratuito in area C, dove ci sono, nessun blocco del traffico, capisce che comincia a diventare importante la differenza di costo tra le due tipologie in esame.
Ritratto di Volpe bianca
8 ottobre 2021 - 11:27
@Oxygenerator e poi dovrebbero raddoppiare o triplicare i mezzi di trasporto pubblici perché la maggior parte della gente non potrà acquistare un'auto elettrica, non la vedo una cosa fattibile... Non credo che ci sarà qualcuno disposto a barattare la propria auto termica con un monopattino elettrico perché di più non potrà spendere, a meno che non si impegnino a sfornare modelli elettrici decenti e alla portata di tutti.
Ritratto di - ELAN -
8 ottobre 2021 - 12:34
1
A Bologna fanno le bike-lane per fare un pò di movimento green. Ho abitato per anni in centro a BO, facevo otto volte su e giù per trovare parcheggio.. ci fossero stati i parcheggi avrei inquinato molto meno e gravato meno sul traffico.
Ritratto di Oxygenerator
8 ottobre 2021 - 13:16
@ ELAN Ma perchè, se uno vuole usare l’auto tutti i giorni, va a viviere in centro ? È un’assurdità. Ma quale logica la porta a pensare di andare ad abitare in un centro della città, e poi passare 8 ore a cercare parcheggio ???? Uno che va a vivere in centro, in una città medio grande, perlomeno si muove principalmente coi mezzi. Se no è assurdo. I parcheggi, piano piano, li eliminano e i restanti li mettono a pagamento tranne che per i residenti. È già accaduto nelle grandi città europee. Alcune hanno parcheggi sotterranei a pagamento. È un trend che arriva anche da noi. Si paga al minuto.
Ritratto di - ELAN -
8 ottobre 2021 - 14:31
1
Oxy, meno male che c'è gente come te che ha la verità in tasca.
Ritratto di Oxygenerator
8 ottobre 2021 - 18:46
@ ELAN. Più che veritá in tasca, direi, logica in testa. Vado a vivere in centro cittá, prediligo i mezzi. Prediligo usare l’auto ? Non vivo in pieno centro, mi sposto un po’. Si sará rotto le @@ anche lei, tutte le sere, dopo il lavoro, a fare 8 giri dell’isolato per parcheggiare, per anni, nooo ?? Se ci mette 10 / 15 minuti, lei ha buttato letteralmente via 3 giorni della sua vita girottolando intorno a casa, nell’arco di un anno. Se l’ha fatto per 10 anni, ha buttato un mese di vita ad inkazzarsi per parcheggiare. Più, i litri di benzina, quindi il denaro che ha buttato. Uno sperpero di risorse. Sono sue, e lei è liberissimo di usarle come vuole. Il denaro, chissene, si rifá, ma il tempo, è l’unica risorsa finita che abbiamo.
Ritratto di PierSilver
9 ottobre 2021 - 10:23
@Oxy, visto ti senti molto logico: se invece vivessi fuori città e ogni giorno perdessi 10/15 min (così uso i tuoi stessi dati) per spostarmi, perderei 3 giorni della mia vita all'anno per spostarmi, e una quantità di litri di benzina non tropo diversa. Con la differenza che vivendo in centro quando mi va scendo a piedi e vado in uno dei mille bar, dei vari cinema, dei vari teatri, delle feste di strada, alla stazione centrale (e non secondaria), ecc. :-D
Ritratto di Oxygenerator
9 ottobre 2021 - 12:46
:-)))) Peró, ci rido, ma ho colleghi che si fanno 40/50 minuti di auto, perlopiú in coda, solo per tornare a casa. È una situazione kafkiana. 4 ore alla settimana, 16 ore al mese etc etc Terribile.
Pagine