NEWS

Mazda MX-5 2015: nuova nel segno della tradizione

04 settembre 2014

Tolto il velo sulla quarta generazione della Mazda MX-5. Ma nelle concessionarie arriverà entro l'estate del 2015.

Mazda MX-5 2015:  nuova nel segno della tradizione
SCOCCATA L’ORA “X” - Gli appassionati di tutto il mondo la chiamano Miata, anche se il nome commerciale è Mazda MX-5. È la spider Mazda già entrata nella leggenda con le sue oltre 900mila unità vendute nell’arco di tre generazioni (la prima è del 1989). E oggi, in contemporanea mondiale in Giappone, Europa e Stati Uniti è stata svelata l’ultima discendente di questa dinastia. 
 
TRADIZIONE E INNOVAZIONE - Tolti i veli alla nuova Mazda MX-5 del 2015, si notano i tratti salienti dello stile Kodo della Mazda abbinati alle proporzioni compatte che hanno fatto la fortuna della spider più conosciuta al mondo. Muscolosi i parafanghi e le nervature sul cofano, da cui invece scompare la tradizionale “gobbetta” centrale. Sotto la pelle ci sono i pilastri della filosofia SkyActiv delle ultime Mazda: motori efficienti e costruzione leggera per ridurre i consumi e aumentare il piacere di guida. Guardando il tunnel della trasmissione si nota il “classico” longherone con parti vuote per ridurne il peso. La capote è in tela, ma non mancherà una versione con tetto rigido retrattile, come nell’attuale versione Roadster Coupé.
 
 
A BORDO  - Anche nell’abitacolo della Mazda MX-5 non mancano i forti richiami al passato: volante verticale, leva delle marce corta al centro della massiccia consolle centrale. Al loro fianco tocchi di modernità come lo schermo del sistema multimediale nella parte alta della plancia controllata dai pulsanti tra i sedili. Tradizionale invece il freno a mano, con una classica leva. I comandi sono ben raccolti attorno al posto di guida, e la capote si può azionare facilmente a mano senza spostarsi dal sedile.
 
QUALCHE DATO - La nuova Mazda MX-5 del 2015 è lunga 392 cm, dieci in meno del modello attuale, a garanzia di un’estrema agilità tra le curve. Inoltre, per garantire l’apprezzato piacere di guida, i progettisti hanno confermato la tradizionale ripartizione dei pesi, ugualmente distribuiti tra ruote anteriori e posteriori. Nulla trapela ancora sui motori se non che sono ad iniezione diretta di benzina e sono abbinati a un cambio manuale a sei marce e al differenziale autobloccante per le versioni più potenti. Come da tradizione, la potenza viene scaricata a terra attraverso le ruote posteriori, che (come quelle anteriori) hanno dimensioni non esagerate: 195/50 R 16. 
 
 
QUANTO C’È DI FIAT? - Il progetto della nuova generazione della Mazda MX-5 è stato interamente portato avanti dai tecnici della casa giapponese, ma da questa vettura deriverà anche un modello del gruppo FCA (Fiat Chrysler). Ma cosa avrà in comune con la spiderina giapponese? Di sicuro il telaio SkyActiv e i principali organi meccanici, motore escluso. Inoltre la carrozzeria sarà specifica per il modello del gruppo italo-americano. Di fatto dal giappone usciranno degli “scheletri” di vetture, che verranno poi completati negli stabilimenti del gruppo FCA.
 

 

Mazda MX-5
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
261
68
28
20
23
VOTO MEDIO
4,3
4.31
400




Aggiungi un commento
Ritratto di Racing75
4 settembre 2014 - 11:44
Aspettiamo e vediamo!!
Ritratto di Pierre Cortese
4 settembre 2014 - 14:31
1
E Questa e' un auto per chi ama guidare la propria auto e non essere guidato (per quello ci sono alternative molto piu' comode. Quanto al doppia frizione,tct e c@g@tine varie che servono solo alla casa per arricchirsi col post vendita, li lascio volentieri a costruttori piu' effimeri di Mazda.
Ritratto di Racing75
4 settembre 2014 - 16:45
da quando i sequenziali guidano per te? Ormai TUTTE le auto sportive di un certo peso hanno questo sistema, come TUTTE le auto da corsa al mondo esistenti, ma chi lo usa più il manuale?? E' roba vecchia ormai, come ostinarsi a usare ancora il cambio senza sincronizzatore, ma perchè? Tempo 10-15 anni e sulle sportive il cambio manuale sarà solo un ricordo, totalpiù un passatempo di nicchia per persone di una certa età nate e abituate a certi cambi lenti e noiosi da guidare, anche perchè una volta provate le palette al volante il manaule ti sembra roba da Flienstones!! XD
Ritratto di BrettSinclair
4 settembre 2014 - 18:35
Evidentemente non hai mai provato una MX5.... sennò capirossi cosa vuol dire cambio manuale.... eppoi basta con questa storia delle sportive vere=cambio automatico doppia frizione =tecnologia avanzata! Sai perché li adottano???perché sennò 3/4 degli "abilissimi" possessori di queste formidabili SupercSiii brucerebbero frizioni in pochi km....invece l'elettronica sistema tutto...ed evita figure da cioccolatai soprattutto in partenza!!!
Ritratto di Racing75
4 settembre 2014 - 19:03
Basta, son 20 anni che gido con sta leva e mi sono leggermente stufato! Quello della MX5 sará pure preciso quanto vuoi, ma sempre manuale rimane. Ormai il futuro parla "sequenziale", questa è roba da amatori e nostalgici, altro che "piloti". :-) Gli amanti della sportivitá ormai guidano con le palette al volante, non col pedale della frizione della Bianchina di Fantozzi... XD ... scusa l'esagerazione di questa esternazione ma per me il manuale è "out" in tutti sensi, non riesco a vederlo su auto sportive moderne, anche esteticamente la leva è troppo vintage...nnaaahhh...via via!!!
Ritratto di onlyroma
9 settembre 2014 - 08:02
Sarà più comodo nel traffico,ma io preferisco usare il cambio manuale. Poi sul discorso frizione è vero,sai quante persone con auto da 50-60 cavalli bruciano le frizioni solo xchè lasciano il piedino sinistro appoggiato sul pedale della frizione mentre guidano? Poi se ci mettiamo parecchi cavalli ognivolta che spostano sfrizionano e il gioco è fatto.
Ritratto di marian123
5 settembre 2014 - 11:15
magari un giorno ci mettono il tuo bel cvt così ti fanno contento. Le c@g@tine a doppia frizione le lasciamo ai marchi seri tra cui ferrari.
Ritratto di M93
4 settembre 2014 - 09:35
Bellissima, design pulito ma caratterizzato, come le precedenti generazioni di MX-5/Roadster/Miata.
Ritratto di Flavio Pancione
4 settembre 2014 - 09:41
7
Temevo che assomigliare banalmente alle nuove Mazda 3 e 6. Invece ripercorre il vecchio stile in chiave moderna. Ottima mossa le dimensioni ridotte, ora attendiamo validi motori. La quadratura del cerchio con un aspirato e un turbo compresso a scelta.l, rasenterebbe la perfezione.
Ritratto di cris25
4 settembre 2014 - 09:43
1
mentre nella coda non mi piacciono i fanali rotondi, ma forse perché ancora devo farci l'abitudine...cmq complimenti alla Mazda per il suo Kodo design, è davvero azzeccato!!
Pagine