NEWS

Mazda MX-5 2015: nuova nel segno della tradizione

04 settembre 2014

Tolto il velo sulla quarta generazione della Mazda MX-5. Ma nelle concessionarie arriverà entro l'estate del 2015.

Mazda MX-5 2015:  nuova nel segno della tradizione
SCOCCATA L’ORA “X” - Gli appassionati di tutto il mondo la chiamano Miata, anche se il nome commerciale è Mazda MX-5. È la spider Mazda già entrata nella leggenda con le sue oltre 900mila unità vendute nell’arco di tre generazioni (la prima è del 1989). E oggi, in contemporanea mondiale in Giappone, Europa e Stati Uniti è stata svelata l’ultima discendente di questa dinastia. 
 
TRADIZIONE E INNOVAZIONE - Tolti i veli alla nuova Mazda MX-5 del 2015, si notano i tratti salienti dello stile Kodo della Mazda abbinati alle proporzioni compatte che hanno fatto la fortuna della spider più conosciuta al mondo. Muscolosi i parafanghi e le nervature sul cofano, da cui invece scompare la tradizionale “gobbetta” centrale. Sotto la pelle ci sono i pilastri della filosofia SkyActiv delle ultime Mazda: motori efficienti e costruzione leggera per ridurre i consumi e aumentare il piacere di guida. Guardando il tunnel della trasmissione si nota il “classico” longherone con parti vuote per ridurne il peso. La capote è in tela, ma non mancherà una versione con tetto rigido retrattile, come nell’attuale versione Roadster Coupé.
 
 
A BORDO  - Anche nell’abitacolo della Mazda MX-5 non mancano i forti richiami al passato: volante verticale, leva delle marce corta al centro della massiccia consolle centrale. Al loro fianco tocchi di modernità come lo schermo del sistema multimediale nella parte alta della plancia controllata dai pulsanti tra i sedili. Tradizionale invece il freno a mano, con una classica leva. I comandi sono ben raccolti attorno al posto di guida, e la capote si può azionare facilmente a mano senza spostarsi dal sedile.
 
QUALCHE DATO - La nuova Mazda MX-5 del 2015 è lunga 392 cm, dieci in meno del modello attuale, a garanzia di un’estrema agilità tra le curve. Inoltre, per garantire l’apprezzato piacere di guida, i progettisti hanno confermato la tradizionale ripartizione dei pesi, ugualmente distribuiti tra ruote anteriori e posteriori. Nulla trapela ancora sui motori se non che sono ad iniezione diretta di benzina e sono abbinati a un cambio manuale a sei marce e al differenziale autobloccante per le versioni più potenti. Come da tradizione, la potenza viene scaricata a terra attraverso le ruote posteriori, che (come quelle anteriori) hanno dimensioni non esagerate: 195/50 R 16. 
 
 
QUANTO C’È DI FIAT? - Il progetto della nuova generazione della Mazda MX-5 è stato interamente portato avanti dai tecnici della casa giapponese, ma da questa vettura deriverà anche un modello del gruppo FCA (Fiat Chrysler). Ma cosa avrà in comune con la spiderina giapponese? Di sicuro il telaio SkyActiv e i principali organi meccanici, motore escluso. Inoltre la carrozzeria sarà specifica per il modello del gruppo italo-americano. Di fatto dal giappone usciranno degli “scheletri” di vetture, che verranno poi completati negli stabilimenti del gruppo FCA.
 

 

Mazda MX-5
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
261
68
28
20
23
VOTO MEDIO
4,3
4.31
400




Aggiungi un commento
Ritratto di Flavio Pancione
4 settembre 2014 - 18:47
7
non lo vuole più nessuno. Secondo te Alfa Romeo e Renault interessa che il cambio sia adatto ad una vettura moderna sia coinvolgente e quant'altro? O interessa il discorso che stiamo facendo noi? Interessa che non lo vuole nessuno, interessa di vendere quei 4 pezzi in più, e chi acquista sono tutti contenti col ( finto ) launch control ridicolo su auto del genere. Io non parlo di guida sportiva, e chi deve andare più veloce in strada, sto soltanto a dire che per vetture piccole e sportive il cambio giusto è il manuale. Perchè io sinceramente esco con un sorriso da una curva con la leva del cambio alla mia destra e con le mani che non sanno dove andare prima tra sterzo e cambio, facile arrivare al limitatore col doppia frizione che ti alza la marcia da solo. Invece di prendere come esempio il nuovo giocattolone renault con i finti sound nello stereo prenderei come esempio la M3, tanto criticata addirittura per la leva del freno a mano classica , ma disponibile anche con manuale e con un doppia frizione ( o automatico classico nelle meno spinte serie 3) , e sai che fa questo automatico? nelle modalita sport NON cambia mai marcia da solo neanche al limitatore proprio per non interferire nella guida. Facile intuire perchè. A mio parere chi vede giusto è Bmw, pur offrendo insieme al manuale un'automatico che cerca di interferire poco.
Ritratto di Racing75
4 settembre 2014 - 18:57
...in modalitá sequenziale sei tu a decidere quando cambiare marcia e NON cambia da solo al limitatore! Provato, ed è quanto di più bello abbia mai guidato! Alto che leva del cambio, quello si che è che gidare veramente! Purtroppo come dicevo prima il vero problema è che qui in Italia abbiamo ancora un vecchio concetto di "guida sportiva" ormai superato, ma le richieste del manuale su questa tipolgia di auto diminuisce di anno in anno, facciamoci una domanda e diamoci una risposta no?;)
Ritratto di Flavio Pancione
4 settembre 2014 - 19:33
7
Sono diverse dal concetto "guida sportiva". Tra tutto non ho detto che il cambio automatico non può essere complice della sportivitá in un auto. Ad esempio il tct sulla 4c tutto sommato non è male, le da un aria da baby supercar. Ma non per questo il cambio manuale non è più adatto, al contrario su alcune auto è più divertente. Inoltre questo concetto di cui tu parli non credo che esista più, ormai tutto è sportivo tra TA, finte trazione integrali, basta che esce sound dallo scarico è sportivo. Oggi che molte auto sono precise e veloci si dovrebbe riformare questo concetto a mio parere
Ritratto di Racing75
4 settembre 2014 - 21:56
Hai fatto l'esempio migliore: la 4C! Ecco cosa intendo per sportiva moderna e bene han fatto a mettergli il TCT, non il manuale che sarebbe stata certamente una scelta sbagliata. Oggi persino lo Sport ha abbandonato il manuale in favore dei sequenziali e in generale qui in Europa dobbiamo sfatare il mito "frizione=pilota" perchè non è vero! È solo una nostra abitudine guidare il cambio manuale perchè da noi si è sempre diffuso poco, un po' per diffidenza, un po' per attaccamento a vecchie abitudini, pensando (erronemente) che il manuale sia per veri piloti, non è vero! In fondo questo cambio ha l'inconveniente della frizione che non serve a nulla e venga comandata dal pilota, è solo un impiccio nella guida sportiva e non ti fa andare più veloce, cosa e dovrebbe essere sempre l'obbiettivo di una maci a sportiva: la ricdrca massima delle prestazini. E bisognerebbe sfatare anche altri miti, come quello del "maggior coinvolgimento" del manuale classico: nulla di più errato! Anch'io credevo tempo fa che il miglior divertimento fosse questo, ma sslo perché non avevo mai provato un sequenziale con palette al volante. Ebbene, dopo averlo provato ti giuro che la reazione è stata "cosa mi sono perso!!!"...e da li capisco tante cose, soprattutto il perché nelle supercar non è più richiesto dai clienti e del perchè anche sulle auto meno potenti viene richiesto sempre di più: perché è più coinvolgente e divertente! Non solo, parli di TA sportiva, certo perchè no? Per quale motivo dovrebbe essere considerata sportiva solo un auto a TP? Non è quello a determinarne la sportività, ma una miriade di altri fattori...
Ritratto di PariTheBest93
4 settembre 2014 - 19:48
3
Racing75 come spiegano correttamente gli altri: 1) l'attuale mx5 offre di serie il manuale e l'automatico powershift opzional per accontentare tutti e molto probabilmente anche per la nuova generazione sarà così. 2) la mx5 è una vettura intant classic poiché la prima generazione era ispirata dalla lotus elan dei favolosi anni 60 sia come linea che come impostazione tecnica. 3) L'automatico nelle supercar è solo un pretesto per far abbassare i consumi dichiarati dal costruttore.
Ritratto di NicoV12
7 settembre 2014 - 18:13
2
Senza offesa, ma per definire il cambio manuale "una levaccia del cavolo e una frizione che non serve più a nulla" i casi sono due: O la tua massima esperienza di guida è stata guidare una X2011 in GT6 oppure sei uno di quegli imbranati che non hanno mai azzeccato una cambiata o una partenza in tutta la vita. Se il cambio lo sai usare col cavolo che è d'impiccio! Ma poi ovvio che è più lento, ma io aggiungerei: esticaz.zi? Cioè, devi stabilire ogni giorno un record sullo Stelvio in stile Pikes Peak dove mezzo secondo è fondamentale, oppure ti devi divertire? Rispetto la tua opinione, ma se ti diverti a "spalettare" c'è qualcosa che non va nella tua concezione di "divertirti come un matto". Poi le frasi "launch control come in un videogioco" e "è pericoloso perchè devi staccare sempre una mano dal volante" sono da sbellicarsi.
Ritratto di Erdadda
4 settembre 2014 - 10:21
1
Tosto e preciso come un bisturi. Forse uno dei pezzi migliori
Ritratto di Moreno1999
4 settembre 2014 - 09:59
4
SUPERBA. Ne voglio una. Nel mio box. SUBITO!
Ritratto di fabri99
4 settembre 2014 - 10:13
4
Davvero bellissima, complimenti. Pensavo anche io che avrebbero usato il Kodo design come sulle ultime berline e la avrebbero rovinata, invece è davvero bellissima, piccola e filante. Anche gli interni finalmente sembrano ben fatti, e sicuramente alla guida non deluderà. Comincio a fare un po' di posto in garage.... ;)
Ritratto di lucios
4 settembre 2014 - 10:19
4
.....avrei preferito più kodo design all'anteriore......in modo da richiamare le berline.....così sembra meno originale.....e lo dico da Mazdista
Pagine