NEWS

Mazda MX-5 2015: nuova nel segno della tradizione

04 settembre 2014

Tolto il velo sulla quarta generazione della Mazda MX-5. Ma nelle concessionarie arriverà entro l'estate del 2015.

Mazda MX-5 2015:  nuova nel segno della tradizione
SCOCCATA L’ORA “X” - Gli appassionati di tutto il mondo la chiamano Miata, anche se il nome commerciale è Mazda MX-5. È la spider Mazda già entrata nella leggenda con le sue oltre 900mila unità vendute nell’arco di tre generazioni (la prima è del 1989). E oggi, in contemporanea mondiale in Giappone, Europa e Stati Uniti è stata svelata l’ultima discendente di questa dinastia. 
 
TRADIZIONE E INNOVAZIONE - Tolti i veli alla nuova Mazda MX-5 del 2015, si notano i tratti salienti dello stile Kodo della Mazda abbinati alle proporzioni compatte che hanno fatto la fortuna della spider più conosciuta al mondo. Muscolosi i parafanghi e le nervature sul cofano, da cui invece scompare la tradizionale “gobbetta” centrale. Sotto la pelle ci sono i pilastri della filosofia SkyActiv delle ultime Mazda: motori efficienti e costruzione leggera per ridurre i consumi e aumentare il piacere di guida. Guardando il tunnel della trasmissione si nota il “classico” longherone con parti vuote per ridurne il peso. La capote è in tela, ma non mancherà una versione con tetto rigido retrattile, come nell’attuale versione Roadster Coupé.
 
 
A BORDO  - Anche nell’abitacolo della Mazda MX-5 non mancano i forti richiami al passato: volante verticale, leva delle marce corta al centro della massiccia consolle centrale. Al loro fianco tocchi di modernità come lo schermo del sistema multimediale nella parte alta della plancia controllata dai pulsanti tra i sedili. Tradizionale invece il freno a mano, con una classica leva. I comandi sono ben raccolti attorno al posto di guida, e la capote si può azionare facilmente a mano senza spostarsi dal sedile.
 
QUALCHE DATO - La nuova Mazda MX-5 del 2015 è lunga 392 cm, dieci in meno del modello attuale, a garanzia di un’estrema agilità tra le curve. Inoltre, per garantire l’apprezzato piacere di guida, i progettisti hanno confermato la tradizionale ripartizione dei pesi, ugualmente distribuiti tra ruote anteriori e posteriori. Nulla trapela ancora sui motori se non che sono ad iniezione diretta di benzina e sono abbinati a un cambio manuale a sei marce e al differenziale autobloccante per le versioni più potenti. Come da tradizione, la potenza viene scaricata a terra attraverso le ruote posteriori, che (come quelle anteriori) hanno dimensioni non esagerate: 195/50 R 16. 
 
 
QUANTO C’È DI FIAT? - Il progetto della nuova generazione della Mazda MX-5 è stato interamente portato avanti dai tecnici della casa giapponese, ma da questa vettura deriverà anche un modello del gruppo FCA (Fiat Chrysler). Ma cosa avrà in comune con la spiderina giapponese? Di sicuro il telaio SkyActiv e i principali organi meccanici, motore escluso. Inoltre la carrozzeria sarà specifica per il modello del gruppo italo-americano. Di fatto dal giappone usciranno degli “scheletri” di vetture, che verranno poi completati negli stabilimenti del gruppo FCA.
 

 

Mazda MX-5
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
261
68
28
20
23
VOTO MEDIO
4,3
4.31
400




Aggiungi un commento
Ritratto di Moreno1999
4 settembre 2014 - 11:04
4
Io invece sono contento che l'abbiano distaccata dal resto della gamma, così mantiene la sua identità
Ritratto di lucios
4 settembre 2014 - 11:40
4
....che il kodo design delle berline è veramente fantastico, però questa non mi ha stupito molto.....la MX5 era si carina ma non proprio entusiasmante nelle linee (un po' troppo tondette)..........io la vedo un po' anonima, ricorda qualche Honda.......
Ritratto di Giuss
4 settembre 2014 - 12:51
Qui il bellissimo Kodo design lo hanno proprio dimenticato... Davanti fa molto Toyota GT dietro invece sembra una Jaguar. Le qualità non si discutono ma in quanto a stile, rispetto alle altre Mazda per me perde molto!
Ritratto di Erdadda
4 settembre 2014 - 10:24
1
1) pessima scelta imho il doppio scarico laterale e non doppio come prima. 2) peccato per la gobbe tra sul cofano 3) davanti non so perché mi richiama alla gt86. Detto ciò, bellissima, non spudorata nel kodo, interni finalmente migliori, quella prima sì rigava col vento. Anche se ci vuole un bell aspirato, un bel turbetto piccole e leggero ci starebbe da dio. Solito rosso superlativo, aspettiamo i prezzi
Ritratto di Erdadda
4 settembre 2014 - 10:25
1
Comunque i parafanghi e il parabrezza è tale e quale la prima serie. Da paura
Ritratto di NeroneLanzi
4 settembre 2014 - 10:46
Concordo su tutti e tre i punti. Lo scarico singolo in fondo ci starebbe (ulteriore richiamo alla NA e alla NB e risparmio di peso). Il doppio laterale sembra un po' un compromesso. Sulla gobba concordo ma nel senso opposto: troppo poco marcata. La Miata nasce con quello stilema qui si perde un po'. Così come i gruppi ottici che sono stravolti. Considera una cosa, se avesse avuto i muscoli sui passaruota anteriori ma niente gobba, con quei fari sarebbe sembrata ancor di più una Toyobaru :-/
Ritratto di Moreno1999
4 settembre 2014 - 10:58
4
Gli scarichi sono doppi e quei due cosi cromati sul posteriore sono finiti. Guarda più in basso verso destra nella foto...
Ritratto di NeroneLanzi
4 settembre 2014 - 11:17
Cosa significa "quei due cosi sono finiti"?
Ritratto di Moreno1999
4 settembre 2014 - 11:20
4
Finti, scusa è il T9 del telefono. Intendo che c'è il doppio scarico e che quei due "accenti" cromati al bordo del paraurti posteriore non sono gli scarichi (anche se a me sarebbe piaciuto).
Ritratto di Moreno1999
4 settembre 2014 - 11:20
4
Finti, scusa è il T9 del telefono. Intendo che c'è il doppio scarico e che quei due "accenti" cromati al bordo del paraurti posteriore non sono gli scarichi (anche se a me sarebbe piaciuto).
Pagine