NEWS

Mazda: i piani fino al 2030

Pubblicato 18 giugno 2021

Entro il 2030 un quarto delle Mazda sarà elettrico e il resto della gamma elettrificato. Tra il 2022 e il 2025 arriveranno 13 nuovi modelli.

Mazda: i piani fino al 2030

OBIETTIVO ZERO EMISSIONI - La Mazda annuncia la strategia che adotterà nei prossimi anni. L’obiettivo della casa giapponese è quello di diventare completamente a emissioni zero entro il 2050. Per raggiungere questo traguardo ha annunciato che entro il 2030 un quarto delle sue auto sarà totalmente elettrico, e il resto della gamma elettrificato.

PIATTAFORMA IBRIDA - Il primo passo della strategia della Mazda è l’introduzione di una nuova piattaforma “ibrida” denominata Skyactiv Multi-Solution Scalable Architecture che supporta la collocazione trasversale dei motori più piccoli, longitudinale di quelli di maggiore cilindrata, ma anche i motori elettrici. Questa piattaforma può ospitare vari gradi di elettrificazione dalla mild, alla plug-in con batterie ricaricabili dall’esterno, fino all’elettrica pura. Su questa ossatura la Mazda, tra il 2022 e il 2025, realizzerà 13 modelli, tra cui 5 ibride, 5 ibride plug-in e 3 elettriche. 


> Nella foto qui sopra la piattaforma Skyactiv Multi-Solution Scalable Architecture che ospita un motore 6 cilindri a benzina, collocato in posizione logitudinale, con sistema mild hybrid a 48 V.

SOLO PER LE EV - Nel 2025 sarà introdotta una seconda piattaforma, denominata Skyactiv EV Scalable Architecture, sviluppata appositamente per le auto elettriche pure, che verrà utilizzata per veicoli di varie dimensioni e tipologia di carrozzeria.

CARBURANTI ALTERNATIVI - Parallelamente la Mazda continuerà lo sviluppo dei motori a combustione interna, come il noto 4 cilindri e-Skyactiv X della Mazda CX-30, ed è inoltre prevista l’introduzione di una nuova famiglia di 6 cilindri in linea benzina e diesel. Motori termici che potranno essere alimentati anche con combustibili alternativi. La Mazda, che lo scorso febbraio in Europa è entrata a far parte della eFuel Alliance, sta infatti investendo in differenti progetti e partnership per promuovere lo sviluppo e l’uso dei combustibili rinnovabili sulle auto. Come quello in essere in Giappone dove la compagnia automobilistica è coinvolta in un progetto di ricerca congiunto tra industria, università e governo per promuovere l’adozione di biocarburanti ricavati dalla crescita di microalghe. 


> Nella foto qui sopra la piattaforma Skyactiv Multi-Solution Scalable Architecture che ospita un motore 4 cilindri a benzina, collocato in posizione logitudinale, con sistema ibrido plug-in.

ASSISTENZA ALLA GUIDA - Nel futuro della società nipponica c’è inoltre lo sviluppo di sistemi avanzati di assistenza alla guida, come il Mazda Co-Pilot 1.0, che debutterà a partire dal 2022. Questo sistema è in grado di monitorare le condizioni del conducente in ogni momento; qualora venisse rilevato un improvviso cambiamento nelle condizioni fisiche, il sistema è in grado di assumere la guida dell’auto il veicolo in un luogo sicuro, fermandolo ed effettuando una chiamata di emergenza.

COMUNICAZIONE FRA VETTURE - Inoltre, insieme a cinque produttori giapponesi, la Mazda svilupperà un progetto comune per i dispositivi di comunicazione di bordo di prossima generazione, al fine di arrivare a un sistema di comunicazione standardizzato in grado di fornire servizi di connessione più sicuri.





Aggiungi un commento
Ritratto di ELAN
18 giugno 2021 - 16:14
1
Check_mate sei un visionario! :- )
Ritratto di Check_mate
18 giugno 2021 - 22:24
Mi piace esserlo in contesti tortuosi, tipo quello FCA ;))
Ritratto di Andrea Doria
19 giugno 2021 - 16:08
@Check_mate. Finiamola di sparare sulla Croce Rossa: troppo facile :-)
Ritratto di cotter
18 giugno 2021 - 12:30
6 ciindri in linea benzina e diesel con conbustibili alternativi. Quindi penso una strategia che punta anche all'espansione sui segmenti con auto "impegnative". Staremo a vedere. Intanto sembra un piano equilibrato, non solo mirato all'elettrificazione.
Ritratto di Meandro78
18 giugno 2021 - 14:46
Combustibili alternativi sono essenzialmente i carburanti sintetici di Porsche, eh.
Ritratto di Andre_a
18 giugno 2021 - 16:30
9
Si parla di biocarburanti, quindi mi sembrerebbe piuttosto una via alternativa a Porsche. In ogni caso, sintetici o biologici che siano, mi sembrano un ottima alternativa all'elettrico in certe nicchie
Ritratto di katayama
18 giugno 2021 - 12:37
Skyactiv Multi-Solution Scalable Architecture sulla quale metti di tutto: per il lungo, per il largo, a benzina, ibrido, elettrico. E noi a Melfi solo la eVMP, la loro Skyactiv EV Scalable Architecture del 2025. E intanto loro ti fanno 10 modelli "ibridi" e 3 BEV, che resteranno sul mercato per anni. Stellantis a Melfi, il suo principale sito produttivo in Italia? Solo 3 BEV. Geni!!!
Ritratto di katayama
18 giugno 2021 - 12:50
...4 BEV, so sorry, mavfnclva.
Ritratto di Oxygenerator
18 giugno 2021 - 12:57
@ katayama …. si legge perfettamente….. :-)))))
Ritratto di katayama
18 giugno 2021 - 13:08
@Oxygenerator Formalmente no... ;) Cioé, vuoi che i giapponesi sono tutti deficienti?
Pagine