Mazda: a Ginevra un'inedita suv

05 febbraio 2019

Anteprima mondiale al Salone di Ginevra per un inedito modello della Mazda: è una suv dalle dimensioni compatte.

Mazda: a Ginevra un'inedita suv

UNA SUV COMPATTA - Una nuova suv della Mazda farà il suo debutto mondiale al Salone Internazionale di Ginevra 2019, che si terra dal 7 al 17 marzo e oggi la casa giapponese ne ha diffuso una prima immagine in chiaro scuro. Si tratta del secondo modello della gamma, dopo la Mazda 3, basato sulla piattaforma Skyactiv-Vehicle Architecture. La casa conferma che si tratta di una suv compatta, pertanto dovrebbe posizionarsi, in termini di dimensioni, tra la Mazda CX-3 (lunga 427 cm) e la Mazda CX-5 (lunga 455 cm). L’inedita suv sarà disponibile anche con i nuovi propulsori SkyActive X della Mazda (qui per saperne di più), basati su un esclusivo metodo di combustione che combina la scorrevolezza di un motore a benzina con la prontezza di risposta superiore di un diesel.

LE ALTRE NOVITÀ - Al Salone di Ginevra è previsto anche il debutto sul mercato europeo della Mazda MX-5 30th Anniversary Edition, a celebrare i 30 anni dal suo esordio mondiale al Salone di Chicago del 1989. Inoltre, sarà presentata la nuova Mazda 3 e la rinnovata suv Mazda CX-5, che sarà dotata della seconda generazione del sistema G-Vectoring Control (GVC Plus), che agisce sui freni e la coppia del motore per controllare l'effetto imbardata, il rollio e il beccheggio della vettura  in curva, rendendo la marcia più gradevole per gli occupanti della vettura (qui per saperne di più). 





Aggiungi un commento
Ritratto di ELAN
7 febbraio 2019 - 12:13
1
Tanto meglio... e lo trovi poco valido? A me è piaciuto più quello sulla CX-5 provata che quello sulla 220d AT. Dove non intendono l'automatico come un elemento di sportività facile, ovvero nel resto del Mondo, penso sia molto apprezzato. Forse anche per la maggiore morbidezza ed affidabilità rispetto ad un doppia frizione.
Ritratto di mika69
7 febbraio 2019 - 12:21
Lo trovo valido come dolcezza di funzionamento e come gestione elettronica... un po' meno come spaziatura dei rapporti, e poi non è particolarmente veloce in alcuni frangenti ( ...ma non è il solo in ambito convertitore). In particolare se abbinato ad un propulsore aspirato, con coppia alta, il frazionamento ridotto si fa sentire. Non è un caso che tutti puntino al 8 marce. Una prova per me evidente, un amico ha una 3008 aut. 6 rapporti, quindi tra le prime uscite.. Ho provato di recente la stessa auto, stesso propulsore, ma con automatico 8 rapporti e devo dire che cambia davvero il modo di andare, di guidare, di comfort. Ed è anche diesel...sul benzina sarà ancora più evidente.
Ritratto di ELAN
7 febbraio 2019 - 14:34
1
Affondando il gas, l'automatico sulla 220d mi sembrava salisse più di giri e fosse meno efficiente.
Ritratto di Fdet_
7 febbraio 2019 - 09:30
A giudicare dai commenti sui blog, qui in italia dovremmo essere invasi di auto giappo, tra tutti i pareri favorevoli fra Mazda, Infiniti, Lexus, Honda ecc... poi esci in strada e cosa vedi? Q2, TRoc, C4 Cactus...
Ritratto di ELAN
7 febbraio 2019 - 10:47
1
Beh no, ci sono molti fan di case tedesche e "italiane". Ecco, il caso delle francesi, invece, rimane fuori dalle arene virtuali... forse è un popolo vasto che, zitto zitto, è fedele alle case transalpine.
Pagine