NEWS

Mercedes, tutte le suv prossime venture

13 maggio 2015

Nel corso del 2015, la Mercedes amplierà e rinnoverà la sua gamma di suv: ecco il “calendario” delle novità in arrivo.

Mercedes, tutte le suv prossime venture
GLA ENDURO: È PARTITA BENE -  Nel corso di un evento organizzato all’autodromo di Monza, la Mercedes ha illustrato le proprie strategie di espansione della gamma di suv e fuoristrada della casa. Partendo dal dato più recente: il debutto, poche settimane fa, della GLA Enduro, una versione più adatta alle escursioni fuori dall’asfalto (ha l’assetto rialzato di 3 centimetri) della modaiola crossover lanciata nel 2013. A sentire i responsabili della casa tedesca, gli ordini per la Enduro stanno superando le aspettative: un successo che, del resto, va di pari passo con il buon andamento del mercato italiano (+16,2% tra gennaio e aprile del 2015 rispetto a un anno prima, con il marchio della Stella che ha fatto segnare un buon +10,2 %).
 
LA GLE STA ARRIVANDO… - Ma la Enduro è solo un antipasto rispetto a quello che arriverà poi. Stiamo parlando innanzitutto della M, la grossa suv di lusso, che cambia nome (diventa Mercedes GLE), adotta un nuovo frontale e, contemporaneamente, viene affinata a livello meccanico per consumare meno. Alla gamma, poi, si aggiunge  una versione ibrida ricaricabile (la 500e, nella foto sopra), che abbina un 3.0 V6 turbo a benzina da 333 cavalli a un motore elettrico da 116, per una potenza massima di 442 cavalli. Per questa versione, la casa dichiara 30 km percorribili solo a corrente ed emissioni di anidride carbonica di soli 78 g/km, il tutto abbinato a prestazioni impressionanti: “0-100” in 5,3 secondi e 247 km/h di velocità massima. Un esemplare di GLE 500e era presente a Monza; abbiamo apprezzato una volta di più gli interni spaziosi e riccamente rifiniti che già caratterizzavano la M, ma c’è da dire che l’ingombro delle batterie del sistema ibrido ruba parecchi centimetri nel baule (la capacità, rispetto al modello privo di motore elettrico, cala da 690 a 480 litri).
 
 
…ASSIEME ALLA SUA VERSIONE COUPÉ - La Mercedes GLE è già ordinabile (con prezzi che vanno dai 58.440 euro della 250 d col 2.1 diesel da 204 cavalli ai 131.770 della AMG 63 S 4Matic con 585 CV), ma il lancio ufficiale nelle concessionarie italiane è previsto per fine settembre. Stesse date per la nuova GLE Coupé, versione decisamente più sportiva caratterizzata dal tetto più basso e arcuato e, in generale, da elementi più aggressivi: mascherina con una sola “lama” trasversale invece di due, sottili luci posteriori orizzontali, targa incastonata nel paraurti. Anche della GLE Coupé, che si presenta come la rivale diretta della BMW X6, era presente un esemplare (una AMG 63 4Matic, venduta a 125.590 euro), che troneggiava imponente, eppure slanciata, in un padiglione a parte. A stupirci positivamente nell’abitacolo, simile per stile e finiture a quello della GLE “normale”, è stata l’abitabilità: il divano è a prova anche di spilungoni, senza problemi di spazio per la testa e le gambe. Decisamente ampio (anche se non di facile accesso, per via della soglia molto alta) il bagagliaio, da 650 litri.
 
E POI, LA SOSTITUTA DELLA GLK - Ma non è finita qui: a settembre arriverà anche la G (la fuoristrada “dura e pura” della Mercedes, in vendita fin dal 1979) in versione rinnovata. Aggiornamenti a paraurti e parafanghi faranno il paio con un nuovo 4.0 V8 biturbo da 422 cavalli e con miglioramenti agli altri motori. I modelli più importanti dal punto di vista delle vendite, però, arriveranno ancora più in là: ma non di molto. In autunno è infatti previsto il debutto della GLC (la suv media che andrà a sostituire la spigolosa GLK), e nel 2016 arriverà anche la GLC Coupé, che riprenderà da vicino le forme del prototipo presentato al recente Salone di Shanghai (foto qui sopra).


Aggiungi un commento
Ritratto di FiestaLory
15 maggio 2015 - 10:05
Personalmente trovo la pubblicità della Enduro abbastanza ingannevole (per carità, non che sia l'unica): viene ritratta nel mentre di prodezze fuoristradistiche in una landa rocciosa, contesto per la GLA quantomeno insidioso, a prescindere da tre cm di altezza in più o qualche fascione ingrandito. Per quanto riguarda la riforma della nomenclatura, credo che sarebbe stato più logico chiamare la futura GLC coupé "GLK" e la GLE coupé "GLS"
Pagine