MG E-Motion: un motore elettrico per la coupé

Veloce e con un’autonomia di 500 km, la E-Motion rilancia per la MG il tema della coupé GT.

ALLE ORIGINI - La MG torna a realizzare una vettura sportiva e sceglie per l’occasione sembianze da elegante coupé in stile granturismo. Lo fa con un prototipo esposto al Salone dell’automobile di Shanghai, la MG E-Motion (nelle foto), dotata di una carrozzeria molto più elegante e sinuosa delle MG attuali. L'ex azienda inglese è ora un marchio del gruppo cinese SAIC e produce vetture per il mercato cinese e inglese basate sulle ultime Rover, ma conserva una solida reputazione nelle automobili sportive, grazie al successo di alcune spyder negli Anni 60 e 70. La MG E-Motion anticipa novità che potrebbero esordire sui nuovi modelli, sia in termini di stile che di contenuti tecnici.

RICORDA LE ASTON MARTIN - La MG E-Motion ha linee morbide e attraenti, ispirate ad alcune coupé della produzione inglese: il taglio sfuggente del padiglione e la vetratura laterale ricordano per esempio le Aston Martin, mentre la fanaleria posteriore è verticale come su alcune TVR. A livello tecnico però la MG ha scelto un motore elettrico di tipo sportivo, che promette 500 chilometri di autonomia a fronte di un’accelerazione 0-100 km/h in 4 secondi netti. L’abitacolo ha quattro sedili e non appare troppo sacrificato, complice la scelta di utilizzare lunghe portiere (aprili verso l’alto) che facilitano l’accesso ai posti dietro. All’interno è presente la connessione ad internet, requisito che la MG considera fondamentale per attrarre clienti più giovani.



Leggi l'articolo su alVolante.it