NEWS

La MG sbarca in Italia

di Paolo Alberto Fina
Pubblicato 08 dicembre 2020

Lo storico marchio britannico, di proprietà cinese, proporrà da gennaio 2021 la crossover MG EHS Plug-In Hybrid, dotata di motore ibrido con batterie ricaricabili.

La MG sbarca in Italia

QUASI 100 ANNI - La MG è una storica casa inglese note per le sue auto sportive di piccola taglia, che venne fondata nel 1924 ed entrò a far parte 28 anni dopo del gruppo British Motor Corporation, un vero e proprio conglomerato di aziende britanniche nel mondo dell’auto. Dopo aver cambiato svariati nomi, l’ultimo dei quali fu Rover, nel 2000 il gruppo passò alla BMW e, cinque anni dopo, la MG fu scorporata dalla Rover e venduta alla cinese Nanjing Automobile Corporation (NAC), che a sua volta fu rilevata due anni dopo dal colosso cinese SAIC Motor, il principale produttore di auto cinese. 

SI PARTE DALLA EHS - Da allora, la SAIC ha dato una certa stabilità alla MG e ne ha organizzato il rilancio, avvenuto un passo alla volta: prima in Cina, dove la MG è arrivata sul mercato nel 2009; e poi nel Regno Unito, dove la casa è presente dal 2011 e ha messo radici, perché gestisce un centro stile e ha rimesso in funzione lo storico impianto di Longbridge, nei pressi di Birmingham. Ma la SAIC non intende fermarsi qui e porterà la MG in altri Paesi europei, fra i quali l’Italia, dove le consegne sono in programma da gennaio 2021; i primi dieci punti vendita si troveranno nel Centro Nord. Per prima arriverà la MG EHS Plug-In Hybrid, crossover di medie dimensioni prodotta in Cina, rivale di Citroën C5 Aircross e Ford Kuga.

 

È MODERNA - Lunga 457 cm, la MG EHS Plug-In Hybrid ha forme equilibrate che non brillano per originalità. La plancia offre qualche finezza in più, perché il cruscotto è costituito da uno schermo di 12,3” ed è presente un sistema multimediale dotato di schermo tattile a sbalzo di 10,1”. Non mancano le luci d’ambiente a led, regolabili in 64 colori. Numeri alla mano, il baule della MG EHS non è ampio in termini assoluti, perché offre 448 litri con il divano in posizione d’uso, ma la capienza è simile alle rivali, nelle quali le componenti del sistema ibrido di norma sono alloggiate sotto il pavimento del baule e ne riducono la capienza. 

52 KM A ZERO EMISSIONI - L’edizione 2021 della MG EHS Plug-In Hybrid è spinta dal motore ibrido ricaricabile, composto dal benzina 1.5 turbo con 162 CV e dal motore elettrico con 122 CV. Complessivamente, la potenza è di 258 CV e la coppia di 370 Nm. La MG EHS può contare su una trasmissione a 10 rapporti connessa a un sistema di trazione anteriore. Selezionando la modalità di guida elettrica, si arriva a percorre fino a 52 km prima di scaricare le batterie di 16,6 kWh cariche al 100%. Nel caso migliore, dunque attraverso una rete elettrica in corrente alternata da 3,7 kW, le pile si rigenerano completamente in 4,5 ore. Invece, selezionando la modalità ibrida, i due motori lavorano in sinergia nell’ottica di massimizzare l’efficienza: e così, il 1.5 arriva a percorrere quasi 50 km/l. La crossover offre anche prestazioni di buon livello, perché fa lo 0-100 km/h in 6,9 secondi e raggiunge i 190 km/h.

PREZZO ALLETTANTE - La MG EHS Plug-In Hybrid arriverà in Italia da gennaio 2021, con un prezzo d’attacco allettante: circa 34.000 euro, quasi 10.000 euro in meno delle rivali con sistema plug-in. Le personalizzazioni saranno meno estese rispetto alla concorrenza, perché la EHS offrirà soltanto 4 colori esterni, ma in compenso andranno fatte poche rinunce sul fronte degli aiuti alla guida: di serie o a pagamento verranno proposti la frenata automatica, l’avviso di angolo cieco, il sistema contro l’involontario cambio di corsia e anche il regolatore di velocità adattivo.

MG EHS
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
19
12
25
22
72
VOTO MEDIO
2,2
2.226665
150




Aggiungi un commento
Ritratto di orlak
9 dicembre 2020 - 15:14
* finanche pari a Q3
Ritratto di Giuliopedrali
9 dicembre 2020 - 16:58
orlak fai sul serio...
Ritratto di alex_rm
10 dicembre 2020 - 06:27
Giuliooedrali imparava ad aver rispetto del lavoro delle persone,la compass viene costruita in Italia nello stabilimento di Melfi(impianto all avanguardia)e da lavoro a più di 2000 famiglie,stai stancando con le tue frasi deliranti e offensive verso il lavoro degli italiani e la tua estenuante propaganda filocinese
Ritratto di Giuliopedrali
10 dicembre 2020 - 08:58
alex-rm : d'accorso allora siccome è italiana "italiana" allora consideriamo la Ypsilon o appunto la Compass un prodigio tecnologico pari alla Tesla 3 o alla RAV4... Anche la nostra malavita dà lavoro a molte famiglie purtroppo... E poi sul flop annunciato, ammesso anche che negli altri Paesi europei non venda tanto quanto in UK e Norvegia, però anche solo vendendo solo in quei 2 Paesi ha già superato Alfa Romeo in 30 Paesi d'Europa...
Ritratto di Flynn
9 dicembre 2020 - 19:44
@vincenzo 73: nemmeno io riesco a mettere sullo stesso piano Tipo, Fiesta o Scala con Sandero eppure la maggior parte della gente preferisce quest’ultima.Perché?Il livello di questa MG non lo conosco , ma se in altri Paesi vende il lecito dubbio che non sia così pessima mi viene. Ragion per cui chiedo anche a te: sei pronto a mettere una mano sul fuoco che sarà un flop annunciato?
Ritratto di Vincenzo1973
10 dicembre 2020 - 09:53
@Flynn se la comprano avranno fatto i loro ragiornamenti. ma se valgono i loro, valgono anche i nostri quando parliamo di Panda e Sandero. Sinceramente tutta questa gente che si straccia le vesti per le MG...sento solo Pedrali che ne parla. estetica banale, contentui normali, prezzo non popolare, secondo me gli italiani non le prenderanno nemmeno in considerazione. pero' non ho la palla di vetro. vedremo nel breve visto che le commercializzeranno tra breve. detto questo la Compass e' una signora macchina e chi la compra (non io perche non amo crossover/fuoristrada) non e' un fesso e checche' ne dica Pedrali, Jeep ha una sua credibilita' ovunque,.,.
Ritratto di Giuliopedrali
10 dicembre 2020 - 18:48
In Europa no tanto per cominciare se no qualcuna ne venderebbero, in Cina discretamente è l'unica italiana (Jeep italiana buuu buuu) venduta, vende meno di NIO comunque Jeep ed è l'unica italiana presente non esistono più nè Fiat, nè Alfa nè Maserati, i francesi si stanno ritirando... Se uno guarda i numeri la credibilità ce l'hanno le auto dai Paesi con lingue difficili come: tedesco, coreano giapponese e perfino cinese oggi, quelle da dove si parlano i più scorrevoli idiomi: italiano, francese o inglese non se le file proprio nessuno oggi al di fuori dei propri Paesi di provenienza, basta sfogliare un Bestsellingcars.blog.
Ritratto di Vincenzo1973
10 dicembre 2020 - 18:54
ma non e' un gioco a chi vende di piu. allora vale in Cina per la NIU e non per la Panda in Italia?! tutte le tue previsioni, tutte tutte, sono state sbagliate. non ne hai azzeccata una. e nessuno si straccera' le vesti per quest'auto di auto cinese. nessuno, nemmeno tu che guidi altro (come hai ammesso). quindi ma chi se la compra?? il mio vicino ha comprato la DR evo GPL...uno obbrobrio che nemmeno se me lo regalano. ma non perche voglio fare lo splendido ma perche e' un'auto vecchia ed e' l'unica che qualcuno compra, perche te la buttano dietro. le altre, quando alzi il livello,sei costrettto ad alzare il prezzo ed a quel punto il gioco e' finito e non vendono. fanno qualche numero (piccolissimi visto il mercato) in Norvegia? e quindi? in Inghilterra sono alla canna del gas se si attaccano ad un'auto del genere...ma per piacere dai
Ritratto di Vincenzo1973
10 dicembre 2020 - 18:56
guarda la somma, Jeep poco meno di 2 milioni di auto, sotto guida FIAT che l'ha rilanciata alla grandissima dopo essere fallita (chapter 5) e numeri (vado a memoria) intorno alle 6-700000 unita'...cresciuta di 3 volte e nessuno se le fila. non se le filano che hanno dovuto portare in Europa la linea della Compass (prima arrivava dal Messico) perche vendeva troppo.
Ritratto di RubenC
8 dicembre 2020 - 21:41
1
Proprio per questo penso che potrebbe avere più successo la ZS elettrica che non questa HS.
Pagine