NEWS

La Microlino ha ottenuto l’omologazione

17 agosto 2018

A settembre ci sarà una preserie e a dicembre partirà la produzione di serie. Prime consegne in Svizzera a gennaio 2019. Prezzo: 12.600 euro.

La Microlino ha ottenuto l’omologazione

NOVITÀ CON PASSATO - A due anni dalla presentazione a Ginevra della concept car Microlino, la svizzera Micro Mobility System (azienda in origine produttrice di monopattini) a luglio ha ottenuto gli ultimi benestare degli uffici competenti per l’omologazione UE per la sua vetturetta. La Microlino si era fatta notare fin dal suo esordio per la linea più che ispirata alla celeberrima Isetta progettata e costruita dal 1953 all’inizio del 1956 dalla Iso di Bresso (Milano) e quindi fabbricata dal 1955 al 1962 dalla BMW, per un totale di oltre 160 mila unità. 

RIFERIMENTO STORICO - Le differenze tra la Microlino e l’Isetta riguardano ovviamente la scocca (per esempio, l’Isetta era lunga 2,25 m mentre la Microlino è 2,40 m) anche se è rimasta la caratteristica principale, quella dell’accesso dalla unica porta, davanti. A cambiare radicalmente è invece il motore. Mentre la vetturetta degli Anni 50 era mossa da un motore monocilindrico a benzina, la Microlino è in battuta con le esigenze e le aspettative di oggi, vale a dire che si muove a trazione elettrica. Per l’alimentazione del motore è prevista la possibilità di scelta tra un pacco di batterie da 8 kW/h e un altro da 14 kW/h. Nel primo caso l’autonomia omologata è di 126 km, mentre per la seconda soluzione si arriva a 202 km. Il tempo di ricarica è di 4 ore. 

MADE IN ITALY - Il progetto Microlino ha anche una importante partecipazione italiana: la produzione della vettura è prevista infatti ad opera della italiana Tazzari EV di Imola, azienda sorta nel 2007, specializzata in auto elettriche e che partecipa per il 50% nelle società svizzera. Secondo l’agenzia Reuters i programmi produttivi prevedono per il 2019 un totale tra 1500 e 2000 unità, con lo stabilimento della Tazzari che comunque è in condizione di arrivare a 5000 esemplari all’anno con possibilità di ulteriore ampliamento. 

GRANDE INTERESSE - La Micro Mobility System ha salutato con entusiasmo il superamento dei test dell’omologazione europea, affermando anche che attualmente sono 7200 le prenotazioni per la vettura. Ovviamente sono pre-ordini, che dovranno essere perfezionati una volta avviata concretamente la produzione. Perfezionamento che avverrà con il pagamento della vettura, il cui prezzo è fissato in 12.600 euro.

Aggiungi un commento
Ritratto di Jonny1
1 settembre 2018 - 23:11
Mi fai venire in mente la Multipla, quella degli anni sessanta per intenderci. Ero bambino e non capivo la linea di quella macchina. Non capivo perché procedeva sempre in retromarcia... Mi aveva così tormentato che credo di aver avuto il mio primo trauma adolescenziale. Non che la Multipla successiva fosse bella eh, però era di una comodità esuberante!
Ritratto di Giuliopedrali
19 agosto 2018 - 15:38
Infatti è un auto interessante, soprattutto perché qua qualcuna in minigonna e con un bel paio di gambe alla fine vuole salirci per vedere che effetto che fa...
Ritratto di Giuliopedrali
19 agosto 2018 - 17:05
Comunque Iso Rivolta che è legata storicamente a questa ha dichiarato che non centra niente con questa operazione Microlino, però secondo ci sarebbe da guadagnarci.
Ritratto di FOXBLACK
19 agosto 2018 - 21:15
Ahahah per l auto e ahahah per certi personaggi che commentano senza collegare il cervello. ...ahahah. ..oh non faccio nomi tanto si vede chi sono ahahah. ...
Ritratto di Tatra70
19 agosto 2018 - 22:17
Ma il volante che non ha nessuna connessione meccanica è omologabile?
Ritratto di GeorgeN
20 agosto 2018 - 09:41
velocità max???? 80km/h???
Ritratto di 82BOB
20 agosto 2018 - 10:46
Idea carina, ma nel complesso non so quanto riuscita...
Ritratto di Giuliopedrali
20 agosto 2018 - 12:19
Be se consideriamo che le varie Aixam, Tazzari, Casalini, Chatenet, quadricicli, le "caisses a savon" come le chiamavano i francesi, vengono anche 20.000 € con la sicurezza di una 600 del 1955 forse... E si fa la figura di liceali ricchi o vecchi senza patente, questa invece si vede subito che c' hai il grano e una BMW a casa e magari una Iso Rivolta vera in qualche garage, pardon banca svizzera...
Ritratto di agallotti
1 ottobre 2018 - 19:14
Ma non è la vecchi a Isetta?
Pagine