NEWS

Milano: blocco del traffico domenica 2 febbraio

Pubblicato 30 gennaio 2020

Dalle 10 alle 18 sarà interdetto il traffico: tutti dettagli e chi può circolare e le zone esentate.

Milano: blocco del traffico domenica 2 febbraio

TUTTI A PIEDI - Domenica 2 febbraio, dalle ore 10 alle ore 18, in virtù dell’ordinanza firmata dal sindaco Giuseppe Sala, sarà in vigore a Milano il divieto di circolazione di tutti i veicoli in quasi tutte le zone della città. Per far rispettare lo stop, il Comune ha previsto 70 differenti pattuglie della Polizia locale con postazioni fisse e in movimento. Sarà la prima domenica senza auto dal 2015, uno dei motivi alla base della decisione è l’aumento della concentrazione di polveri sottili oltre i limiti, fissati a 50 microgrammi per metro cubo (la media di Pm10 è stata di 93,5 µg/m³).

CHI PUÒ CIRCOLARE - Il fermo però non riguarderà tutti i veicoli; potranno infatti regolarmente circolare in città quelli “green”, ivi compresi le elettriche e le ibride plug-in e anche i dispositivi per la micromobilità (monopattini, hoverboard). Esclusi dal divieto anche le auto del Corpo diplomatico (con targhe CD), quelle del Corpo consolare (CC), i veicoli muniti di contrassegno per il trasporto di portatori di handicap, quelli che compongono la flotta del servizi di car sharing e i taxi di turno.

I TRATTI LIBERI - Per tutti coloro che vengono da fuori città, al fine di facilitare l’utilizzo dei mezzi pubblici, che per l’occasione sono stati potenziati, sono esclusi dal divieto di circolazione i parcheggi di interscambio posti in corrispondenza delle stazioni periferiche: Cascina Gobba, Forlanini, San Donato 1 e 2, Bisceglie, Lampugnano, Molino Dorino e San Leonardo, Famagosta, il tratto stradale di via Ripamonti tra il Comune di Opera e via Gagini in corrispondenza del capolinea tranviario, e il tratto stradale compreso tra le Cascine Guascona e Guasconcina ed il capolinea della linea automobilistica del trasporto pubblico locale in via Jemolo.

LO STADIO - Inoltre, per agevolare l’accesso alle aree di sosta situate presso lo stadio Meazza, a partire dalle ore 12 saranno esclusi dal blocco i seguenti tratti stradali: via Sant’Elia nel tratto compreso tra le vie Natta e Diomede, via Diomede nel tratto compreso tra le vie Sant’Elia e Caprilli, via Natta, via Montale nel tratto compreso tra le vie Natta e Ippodromo, via Patroclo nel tratto compreso tra le vie Ippodromo e Achille, via Achille, viale Caprilli, piazzale dello Sport, via degli Aldobrandini, via Palatino, via Rospigliosi, piazza Axum, via Harar, via Tesio, via Novara, nel tratto compreso tra l’innesto alla tangenziale Ovest e via Harar.

> QUI L'ORDINANZA COMPLETA





Aggiungi un commento
Ritratto di remor
30 gennaio 2020 - 14:22
Veramente secondo i canoni continentali di alcuni oggi l'auto fra internet sul touchmonitor, le luci d'ambiente ecc. è più elettrodomestico che mai. Poi magari mettiamoci anche le versioni SPORTive con minigonne - spoiler - ecc. MA per motorizzazioni da 80 su una seg.B oppure 95CV su una C; e dunque cos'altro aggiungere sullo stato dei fatti sul presunto piacere di guida?..... Meno male che almeno qua in territorio nazionale chi non ha più di tanto interesse per il piacere di guida fa una scelta radicale/coerente e si prende una Panda o una Ypsilon (le quali per rispetto all'argomento non esistono con alcun pacchetto estetico Race sulla ad esempio 1.2 fire 69CV), chi invece gradisce l'argomento prende ad esempio direttamente un'Alfa (trazione posteriore, ricordiamolo, a proposito di piacere di guida)
Ritratto di remor
30 gennaio 2020 - 14:27
* Dimenticavo, in merito all'elettrodomestico, la guida autonoma..
Ritratto di otttoz
30 gennaio 2020 - 14:13
sostituire, grazie alle agevolazioni statali,le caldaie inquinanti con pompe di calore e i veicoli inquinanti con quelli elettrici,produrre energia elettrica con fonti rinnovabili...subito!
Ritratto di grintoso
31 gennaio 2020 - 11:16
Vogliamo parlare del contrassegno per il trasporto di portatori di handicap sarebbero da controllare se l'ammalato e a bordo. Io vedo tante volte gente con il contrassegno nei parcheggi degli ipermercati che di problemi non ne hanno, e portano via il posto a gente che con il problema reale.
Ritratto di Citroen DS 23
31 gennaio 2020 - 15:26
Sarò curioso di sapere se i livelli di inquinamento si abbasseranno effettivamente oppure no. Staremo a vedere.
Ritratto di sergioxxyy
31 gennaio 2020 - 16:51
per andare allo stadio sei esente!!!!! allora anche io che voglio fare compere!!!
Ritratto di Giulio Menzo
31 gennaio 2020 - 19:44
2
Me lo aspettavo,provvedimento praticamente inutile
Ritratto di Dario 61
1 febbraio 2020 - 10:29
Solito inutile provvedimento
Ritratto di Mbutu
1 febbraio 2020 - 11:00
Ribadendo le mie perplessità (eufemismo) su un blocco fatto per alcune ore alla domenica ci tengo a riportare una notizia a cui, ovviamente, è stato dato poco risalto. Perchè mentre qualcuno si riempie la bocca di "gretini", "ecologisti da strapazzo", "radical chic" e simili la Scienza (sempre sia lodata) ci viene in soccorso liberando il campo dalle baggianate che troppe persone, per ignoranza o preconcetto, si bevono. Cito: "Sulla base di alcuni dati tecnici riportati negli ultimi giorni dagli organi di stampa, Arpa Lazio e Ispra, precisano che nel Comune di Roma le emissioni di polveri sottili in atmosfera (Pm10), generate dal settore trasporti, sono pari a circa il 60% del totale; quelle generate dal riscaldamento domestico sono invece pari al 30%". Così Arpa Lazio e Ispra in una nota. "I dati sono frutto degli aggiornamenti condotti nel 2019 dall'Arpa Lazio per la redazione del Piano di Risanamento della Qualità dell'Aria. La quota rimanente di emissioni (pari al 10%) riguarda altre sorgenti, come industria e settore agricolo - si legge - Il traffico, inoltre, non genera solo le emissioni di Pm10 ma, nella città di Roma, è responsabile di circa il 70% delle emissioni di ossidi di azoto (NOx). Queste contribuiscono alla formazione di ulteriori polveri, il cosiddetto Pm10 secondario, che si va ad aggiungere a quello emesso direttamente dai veicoli". Cosa che se uno avesse fatto la fatica di leggersi il rapporto che abbiamo commentato qualche giorno fa anzichè accontentarsi del titolone già saprebbe ma che adesso viene esplicitato senza mezzi termini dalla stessa autorevole fonte che è stata manipolata in quell'occasione. Ovviamente questo non sposta di una virgola la necessità di affrontare in maniera seria ed integrata il problema da tutti i punti di vista. Ma spiega perchè gli "sciocchi ed ignoranti burocrati" che ci governano, IN VIA EMERGENZIALE, se la prendono con le auto (in particolare diesel).
Ritratto di puccipaolo
1 febbraio 2020 - 15:38
6
Quindi riassumendo.. se ho una punto e devo ancora finire di pagarla, resto a piedi e mi devo pagare il bus. Se oltre alla Porsche in garage ho una Tesla da 100k € scorrazzo per Milano e trovo pure parcheggio!
Pagine