NEWS

Milleproroghe: le novità per gli automobilisti

Pubblicato 27 febbraio 2020

Approvato in via definitiva, il provvedimento riguarda assicurazione famigliare, monopattini, noleggio e Ecobonus.

Milleproroghe: le novità per gli automobilisti

NOVITÀ - Dal Senato è arrivata finalmente la fiducia sul decreto Milleproroghe, senza ulteriori modifiche rispetto al testo approvato il 20 febbraio dalla Camera. Le modifiche apportate nelle scorse settimane in Parlamento entreranno ovviamente in vigore il giorno dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Queste le novità più importanti. 

I MONOPATTINI - I monopattini potranno circolare come fossero biciclette, ma solo in città. Avranno potenza non superiore ai 500 W e potranno muoversi su strade con limite a 50 km/h. Età minima 14 anni e i minorenni dovranno indossare il casco, mentre sarà obbligatorio l’uso del giubbino riflettente mezz’ora dopo il tramonto e mezz’ora prima dell’alba. I monopattini in sharing dovranno essere assicurati. Per il resto, i Segway, i monoruota e gli hoverboard (quelli con due ruote in parallelo) continueranno a essere soggetti al decreto Toninelli e potranno circolare solo nelle strade con limite di velocità 30 km/h e solo nei comuni che hanno aderito. 

RC PER LA FAMIGLIA - Come abbiamo già anticipato nelle scorse settimane, entra in vigore la l’assicurazione RC familiare che prevede l’estensione della classe di rischio più favorevole a tutti i veicoli posseduti dal nucleo familiare. Anche se, in caso di incidente con colpa e conseguente indennizzo di almeno 5 mila euro, il titolare della polizza sarà soggetto a un malus fino a cinque classi di merito.

BOLLO E NOLEGGIO - Un ulteriore aspetto  riguarda il pagamento della tassa automobilistica dei veicoli noleggiati a lungo termine che che dal primo di gennaio non è più di competenza del proprietario del veicolo (la società di noleggio), ma è a carico dell’utilizzatore del veicolo stesso. Nel milleproroghe è anche scritto che le tasse in scadenza nel primo semestre 2020 possano essere versate entro il 31 luglio 2020 senza l’applicazione di sanzioni e interessi. 

ECOBONUS - Il Milleproroghe interviene anche sull’Ecobonus, lo sconto offerto dallo stato in caso di rottamazione e contestuale acquisto di un modello a basse emissioni. Se finora era applicabile solo demolendo vetture Euro 1, 2, 3 e 4, ora è esteso anche alle Euro 0, sanando quindi l’anomalia precedente. Contemporaneamente si abbassa, da 70 a 60 gr/km, la soglia massima di emissione di CO2 prevista per poter fruire dell’Ecobonus per l’acquisto di veicoli. 



Aggiungi un commento
Ritratto di Oxygenerator
28 febbraio 2020 - 13:56
Più chiaro di così ..... :))
Ritratto di RENT-TO-RENT-MOBILITY
28 febbraio 2020 - 15:40
Non è proprio così, il problema è che le società di RENTING dalle più grandi alle più piccole quelle con almeno una flotta attiva di 2/3.000 veicoli su strada hanno preso sede legale nelle regioni a statuto speciale, vedi Trentino, Valle d'Aosta ecc... e quindi il bollo (tassa di proprietà) che in quelle regioni è minore rispetto alla Lombardia, Lazio o altre regioni viene pagato in quelle regioni a beneficio di quelle regioni, però poi le vetture girano in prevalenza sulle altre regioni e quindi tali regioni erogano servizi per un numero di veicoli dei quali non incassano la tassa di proprietà. In conclusione ora le società di renting devono trovare il modo di pagare il bollo nella regione dove ha sede il contraente del contratto che sia Azienda o privato. Esempio io ho 3 auto a noleggio e risiedo come Azienda in Emilia Romagna, le socità di renting dovranno pagare i bolli delle mie auto in Emilia e non più in Trentino o latre regione dove hanno loro la sede legale. Spero di essere stato d'aiuto e chiaro per tutti.
Pagine