NEWS

La Mini JCW è anche Cabrio

17 gennaio 2016

Debutta la Mini JCW Cabrio che riprende i contenuti della coupé e monta il noto 2.0 da 231 CV.

La Mini JCW è anche Cabrio
DEDICA D’ONORE - Si completa il listino della Mini Cabrio con la sua versione più muscolosa e prestazionale, chiamata John Cooper Works. Il suo 2.0 turbo sviluppa 231 CV e garantisce un’accelerazione sullo 0-100 km/h pari a 6,6 secondi, valore non indifferente per un’automobile lunga appena 387 cm. Il modello è dedicato come da tradizione ad un tecnico fra i più geniali nel settore dell’automobilismo sportivo: John Cooper, scomparso nel 2000, costruttore della prima Formula 1 con motore centrale a vincere un mondiale piloti nel 1959.
 
L’UNION JACK SULLA CAPOTE - La Mini JCW Cabrio riprende i contenuti della versione chiusa e li declina sul corpo vettura della Mini Cabrio, che prevede una capote in tela ad azionamento automatico: il movimento di apertura/chiusura richiede 18 secondi e può attivarsi fino alla velocità di 30 km/h. La capote è disponibile anche nella fantasia ispirata alla bandiera del Regno Unito, mentre rimane l’utile funzione di tetto scorrevole: la sezione della capote più vicina al parabrezza scorre indietro di qualche centimetro e ricrea una sorta di tetto apribile. La Mini John Cooper Works vanta un bagagliaio da 160 a 215 litri, ma lo schienale è ripiegabile separatamente ed è prevista l’apertura per gli sci. L’allestimento JCW prevede una serie di contenuti esclusivi, fra cui i cerchi in lega da 17 pollici (optional da 18), i nuovi particolari estetici e l’impianto frenante maggiorato. La scocca è irrigidita e le sospensioni vengono adeguate in funzione delle caratteristiche più sportive del modello.
 
ANCHE CON L’AUTOMATICO - Elemento chiave della Mini JCW Cabrio è comunque il 2.0 turbo, ad iniezione diretta, per il quale vengono dichiarati 231 CV e 320 Nm. Questi valori, uniti al peso contenuto, garantiscono un’accelerazione sullo 0-100 km/h in 6,6 secondi ed una velocità massima di 240 km/h. Il passaggio 80-120 km/h viene portato a termine in 6,1 secondi. Le prestazioni migliorano scegliendo il cambio automatico a 6 rapporti, offerto in opzione rispetto al classico manuale a 6 marce: in questo caso lo 0-100 km/h scende a 6,5 secondi e la velocità massima raggiunge  242 km/h. L’automatico può essere comandato tramite bilancieri dietro il volante e prevede l’integrazione con il navigatore satellitare, di modo che i passaggi di marcia vengono effettuati in maniera intelligente e solo quando il percorso lo richiede. Il comportamento su strada trae beneficio da numerosi dispositivi di assistenza, fra cui il sistema che simula l’intervento del differenziale anteriore (Differential Lock Control) ed il sistema che migliora l’agilità nei frangenti più impegnativi (Performance Control).
Mini Cabrio
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
22
10
11
9
29
VOTO MEDIO
2,8
2.839505
81


Aggiungi un commento
Ritratto di Ercole1994
18 gennaio 2016 - 14:00
Sinceramente preferisco le edizioni R53/5/6,molto più compatte ed equilibrate di linea. Questa serie,non riesco proprio a farmela piacere...
Ritratto di Ercole1994
18 gennaio 2016 - 14:00
Sinceramente preferisco le edizioni R53/5/6,molto più compatte ed equilibrate di linea. Questa serie,non riesco proprio a farmela piacere...
Ritratto di SINISTRO
18 gennaio 2016 - 17:09
3
Un misto di ex Roadster & Coupè....
Ritratto di Fdkk
18 gennaio 2016 - 18:39
2
Bellissima, peccato che il cabrio in italia sia molto penalizzato soprattutto quando cerchi di rivenderlo. Ho avuto sia Mini (modello normale) che Mini cabrio e ahimè mentre il primo quando ho dovuto venderla ci ho messo meno di 15gg, la seconda ci ho messo mesi e alla fine ho dovuto quasi svenderla.
Ritratto di Claus90
20 gennaio 2016 - 12:37
La versione con la cappotta in tela rende l'auto meno affascinante rispetto alla versione tre porte, i 230 cv su un telaio irrigidito ma comunque leggero sono ottimi, potrebbero fare anche una versione della mini segmento A diciamo dalle proporzioni della Smart fortwo o renault twingo.
Ritratto di Claus90
20 gennaio 2016 - 12:39
* Smart ForFour
Pagine