NEWS

I piani della Mitsubishi per i prossimi anni

18 ottobre 2017

Molto ambiziosi gli obiettivi: 30% in più per vendite e fatturato, con la redditività in aumento del 6%.

I piani della Mitsubishi per i prossimi anni

GRANDI AMBIZIONI - Mitsubishi Motors ha annunciato le linee strategiche valide per il triennio 2017-2020. Le vendite dovranno superare le 1,3 milioni di unità, vale a dire il 30% in più rispetto agli attuali risultati. La stessa percentuale è fissata per l’aumento del fatturato, che dovrà arrivare sino a 18,9 miliardi di euro, mentre il miglioramento dell’utile operativo è stato fissato ad almeno il 6%. Ciò mentre nel bilancio 2016-2017 tale quota non è andata oltre lo 0,3%. 

ASIA IN PRIMO PIANO - In queste coordinate generali è stata tratteggiata una strategia di sviluppo che punta soprattutto ai mercati di asiatici. Particolare attenzione sarà posta al Giappone, anche attraverso il rilancio delle minicar, molto importanti per la Mitsubishi. Per la crescita in Cina sono previste le novità dell’Outlander e della Eclipse Cross (foto qui sopra). Altra espansione dovrà avvenire nell’Oceania e negli Usa. Per dispiegare questo sforzo il management della casa prevede un investimento di 4,5 miliardi di euro in ricerca e sviluppo nel periodo dei tre anni. Che significa il 5% del fatturato.

NUOVI MODELLI - Tale politica di crescita si articolerà con il lancio di 11 nuovi modelli, di cui 6 completamente nuovi. Tra le novità due sono state già anticipate dalla stessa casa la Xpander la Eclipse Cross. Come indirizzo politico e progettuale, la Mitsubishi sarà impegnata nello sviluppo di veicoli elettrici. Per quel che concerne gli scenari geo-politici, la casa ha annunciato un potenziamento produttivo in Cina e in Indonesia. Per ottenere l’ambizioso obiettivo del miglioramento del 6% dell’utile operativo, il management della Mitsubishi ha inserito tra i traguardi da raggiungere la riduzione dei costi di produzione: l’1,3% per ognuno dei tre anni del piano in questione. Un altro importante contributo all’azione economica dovrà arrivare dalle iniziative di sinergia industriale con le altre realtà del gruppo. Ciò è stato quantificato in almeno 757 milioni di euro per anno.

Aggiungi un commento
Ritratto di AMG
18 ottobre 2017 - 21:22
L'Outlander fantastico, difatti speravo in un rilancio in grande stile per il marchio dopo un periodo (peraltro quasi ingiustificato) piuttosto buio. Insomma tutto ciò prima del disastro dello scandalo e dell'acquisizione (all'epoca si era parlato di collaborazione) da parte di Nissan Renault.
Ritratto di Illuca
18 ottobre 2017 - 22:30
proprio come...FCA...
Ritratto di Vincenzo1973
19 ottobre 2017 - 11:00
Mitsu era sull'orlo del fallimento dopo lo scandalo emissioni, quindi no (per fortuna) FCA non e' nella stessa situazione
Ritratto di Xadren
19 ottobre 2017 - 10:02
1
Dalla Mitsubishi mi aspetto due cose e non so se arriveranno: il nuovo Pajero (non il P. Sport, quello classico) e la nuova Lancer. Credo che la marca sia diventata molto opaca negli ultimi anni e ha bisogno di recuperare la sua immagine. Spero che l'alleanza con Nissan dia frutto.
Ritratto di Dr.Torque
19 ottobre 2017 - 10:10
Tutti i piani aziendali sono uguali: più fatturato, più margine operativo, meno spese, meno inventario. Poi vengono puntualmente disattesi ed i dirigenti che li hanno stilati restano sempre lì.
Ritratto di morino
19 ottobre 2017 - 11:07
L'errore di fondo è stato puntare tutta la produzione su crossover e suv, abbandonando di fatto il segmento delle coupé sportive, delle medie e delle berline... come tirarsi la zappa sul piede.
Ritratto di Alessandro Sorvino
23 ottobre 2017 - 21:27
Per questo commento... verrai santificato!!! ;-)
Pagine