NEWS

Nuova ondata di piste ciclabili: e la sicurezza stradale?

Pubblicato 17 settembre 2020

Città italiane invase dalle piste ciclabili. L’obiettivo dei comuni è migliorare la sicurezza stradale degli utenti deboli: chi va in bici o sui monopattini elettrici. Ma è davvero così? Il nostro test a Milano dice che, dietro le buone intenzioni, si nascondono guai seri.

Nuova ondata di piste ciclabili: e la sicurezza stradale?

ALLARME ROSSO - Nuova ondata di piste ciclabili in Italia: tutto lecito, grazie ai vari decreti che si susseguono e che consentono ai comuni di avere ampio margine di potere in materia di micromobilità urbana. A trainare il boom dei monopattini di proprietà (un milione circa) e a noleggio (decine di migliaia) è Milano. L’obiettivo del sindaco Sala e dei comuni è migliorare la sicurezza stradale degli utenti deboli: chi va in bici o sui monopattini elettrici. Ma c’è un ma. Ormai gli incidenti che coinvolgono i monopattini elettrici non si contano più, in tutto il Paese. All’ombra della Madonnina, solo negli ultimi due giorni, un incidente gravissimo (monopattinista in coma) e un altro in cui un 27enne straniero ha riportato un trauma cranico. Tanto che lo stesso Sala adesso frena: ha appena annunciato che, per ora, il numero di tavolette a noleggio (6000) non cresce. E che una dozzina di steward delle società di noleggio monitoreranno i comportamenti illeciti dei monopattinisti.

VIDEO-DENUNCIA - Il fatto è che adesso il problema è di difficile soluzione, come dimostra il nostro test a Milano (guarda il video qui sotto): dietro le buone intenzioni dei sindaci e degli assessori ai Trasporti, si nascondono guai seri. Anzitutto, le nuove piste ciclabili non sono per nulla protette: d’improvviso, presentano criticità pesanti. In generale, lo spazio nelle carreggiate è esiguo: questo non consente una pacifica convivenza fra i vari veicoli. In più, si moltiplicano le infrazioni da parte di tutti gli utenti. Non ultimo, mancano i controlli da parte di vigili in carne e ossa nelle zone più delicate.

VIDEO




Aggiungi un commento
Ritratto di Andre_a
18 settembre 2020 - 10:30
8
@katayama: non è che gli stai troppo vicino? Se mantieni la distanza di sicurezza quando sei dietro, e il metro e mezzo quando sorpassi, non ci dovrebbero essere problemi.
Ritratto di katayama
18 settembre 2020 - 10:36
Sì sì, sicuramente sono io che sbaglio, questo è fuori discussione. Come volete.
Ritratto di Andre_a
18 settembre 2020 - 10:55
8
Scusa se insito, ma se uno ti casca davanti, anche per il più assurdo dei motivi, e tu non puoi non investirlo, allora si, è proprio colpa tua (ma non secondo me eh, anche secondo il codice della strada). Purtroppo lo vedo bene quanta gente preferisce rischiare la vita del ciclista di turno piuttosto che perdere un minuto per sorpassare in sicurezza.
Ritratto di katayama
18 settembre 2020 - 12:57
No, vabbé, non volevo essere polemico (bugia). Però oggettivamente si pone un problema "d'attenzione maggiore", quando sono fuori contesto. Ne ho visti diversi anche nell'hinterland, anche su strade extra-urbane. Io sono motociclista e già in casa mi rompono per via dei pericoli, semplicemente mi metto nei loro panni.
Ritratto di Andre_a
18 settembre 2020 - 13:09
8
Su questo sono d’accordo: il monopattino è un mezzo nuovo, tutti quelli che lo guidano sono principianti, e tutti gli altri non ci si sono ancora abituati. Un po’ di tempo ci vuole, vietarli poco dopo averli permessi o modificarne la disciplina in continuazione non è la soluzione giusta.
Ritratto di flavio84
19 settembre 2020 - 19:03
Magari è l automobilista/motociclista piu prudente e attento al mondo...gliene vogliamo fare una colpa se in giro è pieno cogli0ni col monopattino che zig zagano, che sorpassano, che non hanno protezioni?se tutti rispettassimo alla lettera il cod della strada, non ci sarebbero ne morti ne incidenti, ma tutti(me e te compreso), qualche regola non la osserviamo
Ritratto di Benjamin
17 settembre 2020 - 20:01
Le piste devono avere larghezza sufficiente, essere fisicamente separate dalle corsie delle auto e non possono finire nel nulla con immissioni improbabili in altre tipologie di corsie. Bolzano docet, qui, come ciclabili, rasentiamo la perfezione.
Ritratto di Almeron771
17 settembre 2020 - 20:45
Sarebbe bello limitare ulteriormente la auto e le strade a favore di monopattini e bici.Purtroppo i media si stanno scatenando contro i momopattini, nessuno dice quanti sono gli incidenti in bici e li paragona a quelli in monopattino, se facessero questo paragone dovrebbero togliere le bicilette dalla strada.Tuttavia...io sono per più piste ciclabili più bici,più monopattini, meno auto.
Ritratto di Pierre Cortese
17 settembre 2020 - 21:41
1
Dunque non si capisce che ci fai su un forum di auto. Prova quelli di bici e monopattini. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando.
Ritratto di Almeron771
17 settembre 2020 - 21:52
L'auto è un altro interessante mezzo di trasporto, utile in certe circostanze e abussto in altre.in famiglia 4 persone abbiamo un'auto tre momopattini tre bici.Prima avevamo due auto, poi abbiamo capito che la sevonda non serviva, ma la prima si.Ci vuole un po di tutto, senza esagerare .
Pagine