NEWS

Motori termici: ancora una generazione, poi basta

6 dicembre 2018

L’ultima evoluzione nel 2026, poi alla Volkswagen interromperanno lo sviluppo di nuovi motori a scoppio.

Motori termici: ancora una generazione, poi basta

ANCORA UNA - La prossima generazione di motori a scoppio sarà l’ultima, almeno stando ai piani della Volkswagen. La casa tedesca farà debuttare nel 2026 l’ultima evoluzione dei suoi motori a pistoni, per poi interromperne lo sviluppo dedicandosi in toto a quelli elettrici. Come riporta l’agenzia Bloomberg, Michael Jost, responsabile della strategia della Volkswagen, nel corso di una conferenza stampa tenuta nei giorni scorsi, ha confermato che la casa tedesca sta lavorando su quella che sarà l’ultima piattaforma per i veicoli endotermici. Dopo il 2050 potrebbero infatti ancora essere presenti alcuni modelli a benzina e diesel solo in regioni dove le infrastrutture di ricarica sono insufficienti. 

FUTURO ELETTRICO - Il piano di espansione gruppo Volkswagen dà un’idea di come nel prossimo decennio assisteremo ad una trasformazione epocale del mondo dell'automobile. Il colosso tedesco prevede di costruire fino a 15 milioni di veicoli elettrici prossimo decennio, con un piano di investimenti di 50 miliardi da spendere entro i prossimi cinque anni per la completa trasformazione del Gruppo attraverso l’introduzione di auto elettriche, guida autonoma e digitalizzazione. La produzione della berlina compatta Volkswagen I.D. inizierà in Germania tra 12 mesi e sarà seguita da altri modelli della linea I.D. che saranno assemblati in due siti produttivi in Cina a partire dal 2020. Le auto saranno ingegnerizzate sulla piattaforma MEB (Modularer Elektrobaukasten). La Volkswagen prevede di lanciare entro il 2030 versioni completamente o parzialmente elettriche di oltre 300 mezzi tra auto, furgoni e camion.



Aggiungi un commento
Ritratto di Marco_Tst-97
8 dicembre 2018 - 16:36
Ma i motori non escono di produzione con una generazione di modelli, ma con almeno due o anche tre, il che significa che potrebbe durare, secondo le tue stime, dai 14 ai 24 anni di utilizzo di questi motori su auto di nuova generazione.
Ritratto di Giuliopedrali
8 dicembre 2018 - 11:53
Si credo anch'io. FCA è la cosa più sicura che non ci sarà se continua così...
Ritratto di Marco_Tst-97
8 dicembre 2018 - 13:05
Oggi ce l'hai proprio com FCA, eh? Ogni tanto cerchi qualche mulino a vento da scambiare da gigante...
Ritratto di Mbutu
8 dicembre 2018 - 15:44
Non so, se la piega presa è questa dubito che nel 2026 svilupperanno ancora nuovi motori a combustione. Intendiamoci, ne produrranno ancora ma non penso che investiranno soldi per lo sviluppo. O quanto meno si limiteranno al minimo indispensabile.
Ritratto di Marco_Tst-97
8 dicembre 2018 - 15:46
Se lo hanno detto significa che lo studio è già in corso e non possono buttare così i soldi spesi sullo studio. Inoltre, credici che entro il 2026 i listini saranno pieni solo di auto elettriche. I motori termici saranno ancora in listino fino, diciamo, al 2050 almeno.
Ritratto di Mbutu
8 dicembre 2018 - 18:21
Marco, tu hai un grosso problema: non leggi. O almeno capisci solo quello che vuoi (che spesso, lasciatelo dire, non è molto). Cosa non ti è chiaro di "Intendiamoci, ne produrranno ancora" ? Perchè io non ho detto che nei listini ci saranno solo auto elettriche; anzi ho detto proprio il contrario. Ho solo detto che secondo me limiteranno al minimo lo sviluppo (e gli investimenti) SE la piega intrapresa resterà questa. Riguardo all'annuncio: sono o no libero di pensare che magari sia stato fatto per tranquillizzare il mercato che i motori termici CHE CONTINUERANNO A FARE ANCORA PER ANNI (leggi tre volte) non saranno degli "scarti" ma potranno essere definiti "il top della ricerca" ? Del resto, al di là dell'annuncio, tu sai forse quanti soldi in effetti hanno investito nello studio "già in corso e non possono buttare così"? Sulla tua previsione del 2050 (che guarda caso è anche quella dell'articolo) perchè no? Del resto ci sono ancora oggi delle regioni della terra dove si circola in carretto. E come ben sottolinea l'articolo probabilmente fra 30 anni non ovunque ci saranno le infrastrutture adeguate. A me basta che si cominci dove è possibile.
Ritratto di Marco_Tst-97
8 dicembre 2018 - 18:59
Il problema è che nel tuo stesso articolo da una parte parlavi del fatto che ne avrebbero ancora prodotte, dall'altro dicevi di dubitare del fatto che nel 2026 svilupperanno nuovi motori a combustione. A questo punto devo giungere alla conclusione che intendessi che dopo il 2026 non continueranno degli studi in proposito?
Ritratto di Marco Bal
9 dicembre 2018 - 00:12
Il vero inquinamento mondiale e' causato dagli allevamenti intensivi e all'agricoltura industriale. Informatevi e Documentatevi...
Ritratto di querelle61
10 dicembre 2018 - 16:18
In effetti pare che il miliardo di bovini di allevamento da solo emetta circa il 20% della CO2 totale.
Ritratto di Renee
9 dicembre 2018 - 11:28
Poi a piedi o con l'asinello..
Pagine