NEWS

Negli Usa parte la class action contro la Volkswagen

25 febbraio 2016

In California è stata avviata la causa collettiva contro la VW, che equipara il Dieselgate a una vicenda di criminalità organizzata.

Negli Usa parte la class action contro la Volkswagen
INIZIO DELLE CAUSE DI GRUPPO - Dopo la causa intentata contro la Volkswagen dallo stesso dipartimento di Giustizia americano, negli Stati Uniti si è aperto il previsto capitolo delle class action, cioè le cause legali collettive promosse da gruppi di clienti della casa tedesca che ritengono di essere stati ingannati e chiedono di essere risarciti. Una di queste iniziative è stata avviata in California a nome di 200 proprietari di vetture del gruppo tedesco. 
 
TONI PESANTISSIMI - La cosa potrebbe portare a pesanti costi economici per il gruppo Volkswagen, ma era sostanzialmente prevista e non stupisce. Clamorose appaiono invece le modalità con cui è stato redatto l’atto di accusa che ha dato il via alla causa collettiva. In pratica esse aprono una nuova prospettiva finora non presa in considerazione: quella di aspetti penali molto gravi. L’istanza depositata dagli avvocati chiede ai giudici di affrontare la vicenda come “uno dei più gravi crimini aziendali nella storia, una lezione istruttiva sugli obiettivi di successo a ogni costo”. 
 
AUTORITÀ FEDERALI - Nel sostenere questa richiesta la denuncia sostiene che la magistratura deve affrontare la vicenda sulla base della normativa federale americana che tratta i traffici illegali, cioè lo stesso apparato giudiziario alla base delle inchieste contro la criminalità organizzata. Il ragionamento alla base di questa tesi è che il gruppo Volkswagen avrebbe agito di comune accordo con le società controllate americane, con i marchi VW, Audi e Porsche esattamente come in una autentica associazione a delinquere. E nel sostenere questa accusa gli avvocati patrocinatori della class action hanno coinvolto Martin Winterkorn, ex presidente del gruppo tedesco, e Matthias Muller, attuale capo del gruppo.
 
PUBBLICITÀ INFONDATA - Altro aspetto dell’atto di accusa presentato ai giudici californiani è la messa in relazione diretta del ricorso al software illegittimo per controllare le emissioni di NOx (QUI per saperne di più), con l’impegno della Volkswagen per pubblicizzare e promuovere le sue auto vantandone pregi di rispetto ambientale che in realtà erano immotivati.


Aggiungi un commento
Ritratto di poliedrico
26 febbraio 2016 - 10:08
Qui più che discussione sulla notizia é il festival delle prese in giro.. Fiattari, Pro-Vag....Da mesi ormai continuano a riproporre le stesse notizie e gli epiloghi sono semplicemente degli strascichi che questa truffa mondiale ha portato con sé...Ognuno si compri l'auto che vuole e si faccia il "santino" della casa automobilistica da adorare che meglio crede...A chi é appassionato di auto, non interessa se é meglio una o l'altra..le notizie parlano da sole e alla fine uno fa quello che vuole..
Ritratto di AndreaE88
26 febbraio 2016 - 10:46
Tanti bei commenti per alimentare una guerra economica contro l'Europa già martoriata da problematiche ben conosciute. Gli Usa vorrebbero dare l'esempio? Cambiassero tutti l'auto da 300g/km con quelle elettriche o ibride,poi le class Action e le denunce avranno un senso logico per incentivare e promuovere un cambiamento di mentalità, anche volto a criminalizzare che danneggia l'ambiente. La Volkswagen pagherà per la truffa inflitta ai clienti, statene pur certi,ma dovremo pensare al problema ad spettro. Guardiamoci attorno,non seguiamo le masse.
Ritratto di R T
26 febbraio 2016 - 11:36
Ecco un commento inutile di chi non ci ha ancora capito nulla, in USA vendi auto che inquinano e consumano? Basta che lo dichiari, al limite compri da altre case i crediti per sforare il limite di CO2 . Dichiari di avere auto ultra ecologiche? Se non corrisponde al vero paghi e pure salato, e se sei così fesso da farlo truffando come VW ti becchi anche le denunce penali e se sei un tedesco stolto da non aver capito che li i consumatori non sono pecoroni come gli europei di denunce te ne becchi 3, una dall'ente preposto, una class action e una dai singoli stati, esattamente come sta succedendo. Metterla sul loro scarso, se non di parte, senso ecologista è fuori luogo, le regole sono chiare e da sempre i consumatori ben sanno come mungere chi si fa beccare come un fesso.
Ritratto di Davelosthighway
26 febbraio 2016 - 19:03
RT dice il vero. La gente che la mette sulla morale ecologista non ha proprio capito come girano i soldi! O meglio come son girate le p...e agli USA col discorso diesel gate. É una truffa e basta. Qualunque sia il tema rimane truffa.
Ritratto di AndreaE88
26 febbraio 2016 - 20:38
Scusate manca la parola "ampio spettro". Forse è più comprensibile il commento. Non vedo dove ho sbagliato RT, difatti ho detto che pagheranno per quello che hanno fatto,il resto lo sappiamo e non vado ad addentrarmi nei particolari. I particolari li hai scritti tu. Comunque la metto nell'aspetto ambientale,non per salvaguardare VW,ma la nostra salute. Davelosthighway, scusami, non mi ero accorto che tra le righe avevo scritto che quella di VW non è una truffa.
Ritratto di R T
26 febbraio 2016 - 21:10
"Gli Usa vorrebbero dare l'esempio? Cambiassero tutti l'auto da 300g/km con quelle elettriche o ibride,poi le class Action e le denunce avranno un senso logico per incentivare e promuovere un cambiamento di mentalità, anche volto a criminalizzare che danneggia l'ambiente" chi lo ha scritto? Io o tu? Piaccia o no, casa loro regole loro, se non sta bene inutile sindacare se come quando è quanto inquinano tanto per spostare il focus dal problema. Li se truffi paghi, poi se hai un'animo tanto ecologista prenditela con chi per vendere senza investire in tecnologie ecologiche ha piazzato quel software nelle centraline di 11 milioni di auto
Ritratto di AndreaE88
27 febbraio 2016 - 18:06
Certo l'ho scritto io. E riscrivo. Pagheranno per quello che hanno fatto. E ripeto pagheranno per quello che hanno fatto. Poi se della tua salute non te ne frega niente..non prendertela solo con VW, il problema è globale.
Ritratto di AndreaE88
27 febbraio 2016 - 18:13
Ah e come mai si è accorta l'America?a noi quando facciamo la revisione,non controllano i gas di scarico?come mai non se ne son accorti?e non dire che siamo italiani perché è un ente che noi paghiamo.
Ritratto di R T
27 febbraio 2016 - 18:49
Come gia scritto era il commento di chi non ci ha capito nulla, tieni fatti una cultura sul perché durante una revisione non se ne accorgeva nessuno http://www.altalex.com/documents/news/2003/10/15/gas-di-scarico-dei-veicoli-attuata-la-direttiva-europea-sui-controlli-delle-emissioni E su cosa è basata la truffa http://www.glistatigenerali.com/imprese_inquinamento/volkswagen-truffa-scandalo-emissioni/
Ritratto di R T
27 febbraio 2016 - 19:05
Ora che hai (forse) letto spiegami tu che cippa c'entra quello che hai scritto all'inizio con il testo dell'articolo e poi ritorna a pettinare le bambole
Pagine