NEWS

Negli USA una class action contro la FCA per i diesel

16 maggio 2018

I clienti dei pick-up RAM 2500-3500 sostengono che i veicoli in questione erano equipaggiati con sistemi illegali per ridurre le emissioni di NOx.

Negli USA una class action contro la FCA per i diesel

DIESELGATE: FCA SULLA GRATICOLA - Neverending Dieselgate. Non finisce di produrre novità la vicenda americana degli scarichi manipolati con dispositivi elettronici al fine di avere analisi favorevoli nei test di omologazione. L’ultima news vede al centro il gruppo FCA e la sua marca RAM in particolare, per il pick-up 2500 e 3500 del periodo 2007-2012, mossi da motore diesel di 6,7 litri dell’americana Cummins. Al centro delle cronache legali-automobilistiche c’è infatti una class action promossa da clienti RAM attraverso lo studio legale Hagens Berman Sobol Shapiro LLP, al quale si deve la diffusione della notizia.

DUE SISTEMI NON CORRETTI - Le richieste degli acquirenti dei pick-up RAM in questione sono motivate con l’accusa dell’impiego sui veicoli di dispositivi irregolari, appunto volti a contenere le emissioni di ossidi di azoto durante i test di omologazione rispetto a quelle prodotte durante la marcia su strada. Secondo l’accusa i marchingegni illegali sarebbero due, di cui uno collocato nel filtro antiparticolato. 

TUTTE LE ACCUSE DEL CASO - Sulla base delle accuse tecniche, la class action sostiene che la FCA e Cummins siano responsabili di occultamento fraudolento di informazioni, pubblicità mendace, con la violazione della norma federale sulla responsabilità oggettiva (utilizzata nelle vicende di criminalità organizzata) e le norme sulla protezione del consumatore. In particolare la denuncia sostiene che FCA e Cummins avrebbero intenzionalmente ingannato il pubblico comunicando livelli di emissioni non corretti e vendendo veicoli inquinanti. La class action si somma alla causa che le autorità americane per la tutela dell’ambiente hanno intentato contro la FCA per la stessa vicenda. Processo che è ancora in corso.



Aggiungi un commento
Ritratto di Gatsu
16 maggio 2018 - 16:57
2
E i clienti come se ne sarebbero accorti? Neanche l'EPA li ha "scoperti" (eppure credo siano più attrezzati dei clienti x rilevare anomalie simili) vedremo se sarà vero
Ritratto di gigetto50
16 maggio 2018 - 17:38
...l'accusa é rivolta contro la Chrysler - Cummins .....ma visto che ora ne é proprietaria la FCA...e sono circa 500mila i clienti che cercano indennizzo. E si aggiungono al caso dei piu' recenti motori VM che comunque hanno avuto il via libera dopo le modifiche al software.
Ritratto di Leonal1980
16 maggio 2018 - 21:20
3
Si ma è Fca è complice di occultamento nelle accuse.
Ritratto di Leonal1980
16 maggio 2018 - 21:19
3
Ma si se le controllano bene, tutte le case sono messe così...
Ritratto di lucios
16 maggio 2018 - 22:12
4
Gli USA, il paese dei paradossi. Abbandonano Kioto, promuovono inquinantissimi e assetatissimi V8 a benzina e poi fanno gli scazzillosi coi diesel. Vorrei vedere se inquina più un diesel VW taroccato o un V8 yankee? Diciamo pure che se il diesel avesse sfondato in America, dove a motori stanno anni dietro rispetto all'Europa, cosa sarebbe successo? Mi sa tanto di classico gioco all'americana?
Ritratto di IloveDR
17 maggio 2018 - 11:02
4
"America first" cit.
Ritratto di Fr4ncesco
17 maggio 2018 - 14:47
Il VW tarocco senza dubbio, il V8 aspirato lavora in un range molto ampio senza compressioni o filtri nocive per i polmoni. È come bere del vino o del vino diluito in acqua, quale va più in testa? Fa conto che le città, USA sono poco inquinate, non hanno problemi di particolato nell'aria come noi dove in Padania e Polonia raggiunge livelli molto elevati.
Ritratto di Challenger RT
17 maggio 2018 - 18:35
Assolutamente d'accordo con Fr4ncesco. La fobia tipicamente italiana delle "grosse" cilindrate a benzina ha offuscato le menti di troppa gente... e il fumo dei diesel ha dato il colpo di grazia! Questo indipendentemente dagli scandali e dalle truffe che chi produce diesel ha dovuto architettare per vendere un prodotto che nessun essere intelligente, e soprattutto libero di scegliere, avrebbe mai comprato. Ti assicuro che un diesel 4 cilindri 1400 emette più inquinanti nocivi di un benzina V8 5700 aspirato a iniezione indiretta. La realtà è quella che ha spiegato Fr4ncesco. Il raffronto tra città degli USA ed Europee ne è la prova tangibile.
Ritratto di lucios
17 maggio 2018 - 20:13
4
Lo fobia si chiama benzina oltre 1,50 a litro e sovrattasse sulle potenze alte, per non parlare delle RCA. Naturale che il consumatore si difende. Sono d'accordo sul fumo dei vecchi diesel, ma già se fossero tutte Euro4 l'aria sarebbe molto migliore. Non dobbiamo dimenticarci però altri componenti che influiscono più delle auto sull'inquinamento in città (camion, autobus, comignoli, caldaie vecchie ecc.). U attuale diesel euro 6 inquina meno di un pari grado benzina. DOCUMENTATEVI!
Ritratto di Zot27
17 maggio 2018 - 20:51
Provi lei a documentarsi su quante centinaia di milioni di UFP fuoriescono allo scarico nonostante il filtro antiparticolato (anzi grazie a)
Pagine