NEWS

La New Stratos sarà prodotta in 25 esemplari

9 febbraio 2018

La Manifattura Automobili Torino costruirà una piccola serie della supersportiva ispirata alla Lancia Stratos e basata sulla Ferrari 430 Scuderia.

La New Stratos sarà prodotta in 25 esemplari

TORNA UN MITO - L’imprenditore tedesco Michael Stoschek ha concesso alla Manifattura Automobili Torino (MAT) di realizzare 25 esemplari della New Stratos, una fuoriserie con il telaio e il motore della Ferrari 430 Scuderia ispirata alla “mitica” Lancia Stratos, coupé diventata una leggenda dei rally dopo aver vinto tre edizioni consecutive del Campionato del Mondo (dal 1974 al 1976). La New Stratos verrà costruita in 25 esemplari e sarà venduta in tutto il mondo, secondo quanto ha rivelato questa mattina la MAT, un’azienda di Torino che si occupa di auto su ordinazione. La MAT costruirà una versione stradale dell’auto, una da corsa e una nota al momento come Safari, che potrebbe avere l’assetto rialzato e un look ispirato a quella da rally. I tre modelli saranno esposti al Salone dell’automobile di Ginevra (8-18 marzo).

SU BASE FERRARI? - La MAT non ha fornito dettagli tecnici sull’auto, quindi non sappiamo se la New Stratos riprenderà la base della Ferrari 430 Scuderia (con il suo V8 da 510 CV), ma il piccolo costruttore torinese ha anticipato che lo stile nostalgico dell’auto verrà preservato e che il motore erogherà 550 CV. I 25 esemplari della coupé saranno personalizzabili dai loro clienti. Lo stile della New Stratos è stato messo a punto 8 anni fa dalla Pininfarina, che aveva accolto la richiesta di Stoschek di realizzare un bolide ispirato alla Stratos. A capo di quel progetto c’era Paolo Garella, il fondatore della MAT, che può quindi “riversare” sui 25 esemplari tutte le competenze maturate nel corso dello studio e dello sviluppo. La Lancia non ha mantenuto i diritti di utilizzo sul nome Stratos, che sono stati acquisiti proprio da Stoschek.



Aggiungi un commento
Ritratto di alex_rm
9 febbraio 2018 - 12:51
Operazione nostalgia che forse sarà comprata da qualche collezionista,visto che monta parti meccaniche di una vecchia 430 e costerà un botto io preferirei una nuova 488.dopo il tedesco che si è rubato il marchio Testarossa un altro tedesco si è preso il marchio Stratos.
Ritratto di probus78
9 febbraio 2018 - 13:11
probabilmente i tedeschi ci amano più di quanto non amiamo noi stessi... motoristicamente parlando..ovviamente. Io ricordo che da bambino adoravo la Stratos e ne avevo un modellino con i colori Alitalia bianco-rosso-verde. Era l'auto che mi piaceva di più in assoluto, anche se non ebbi mai la fortuna di vederla da vicino...
Ritratto di stefbule
9 febbraio 2018 - 13:15
11
@probus78 è risaputo che ai tedeschi piace l'Italia ma non gli italiani.
Ritratto di Spock66
9 febbraio 2018 - 13:55
L'ennesimo giocattolo inutile per pochi straricchi che la terranno chiusa nel garage 360 giorni all'anno (..e prima che qualche bimbo.m.in.kia mi faccia notare che un anno di giorni ne ha 365 (o 366), intendo dire che la usa 5 giorni all'anno). Sarebbe invece stato bellissimo se fosse stato il rilancio della Lancia (che gioco di parole): una Stratos per l'immagine al Top (diciamo sui 100K), una Fulvia Coupè come dai modelli che giravano tempo fa (bellissima e mitica, ma anche accessibile, tipo BMW Serie 4), una Delta Integrale tosta (tipo BMW M2) e una nuova Thesis/Thema sulla base della Giulia ricarrozzata in abito elegante..un sogno che mai si realizzerà..
Ritratto di Dr.Torque
9 febbraio 2018 - 14:10
L'originale era un'astronave atterrata nel mondo dei rally. Questa è un'ottima interpretazione in chiave moderna... ma manca completamente l'effetto innovativo dell'originale. E' un bellissimo giocattolo per ricconi, ma fatica ad andare oltre quello.
Ritratto di Stiletto
9 febbraio 2018 - 14:37
Praticamente certo che NON userà la piattaforma (accorciata, tra l'altro) della F430, né il suo motore. Quando Stoschek ha commissionato la sua Stratos come One-off c'era già l'intenzione di produrla in piccola serie, ma la Ferrari minacciò le vie legali e costrinse il tedesco a togliere ogni riferimento al cavallino. Probabile l'impiego di motori in libera vendita (GM, Ford?)
Ritratto di Fr4ncesco
9 febbraio 2018 - 16:13
Mi piace l'iniziativa di riproporre un modello anche se la casa di origine non c'è più, un po' come fa quell'azienda indipendente che ripropone la Trans Am su base Camaro o la Ares con la Pantera su base Huracan. Una one-off, imho, non aveva però molto senso (anche se elogiata al tempo), una piccolissima serie già sì. Presumo però avrà origini diverse dalla base Ferrari.
Ritratto di francesco.87
9 febbraio 2018 - 17:15
in pratica è quella di parecchi anni fa, forse sarebbe satato melgio stravolgerla nuovamente su base 458 almeno
Ritratto di gbvalli
9 febbraio 2018 - 17:46
Se la facessero con un buon 1.8 - 2.0 sui 250 CV (ci sarebbe già quello della 4C), costruita in serie col marchio Lancia e venduta a 40-50000€ , ne venderebbero 25000 invece di 25, e rilancerebbero il marchio assieme all'immagine dell'auto italiana.
Ritratto di Challenger RT
10 febbraio 2018 - 05:35
L'Alfa Romeo 4C quanti esemplari vende all'anno in totale? Per una utopica Lancia Stratos "popolare", a non meno dei 70000 euro (prezzo base) della 4C, se le vendite totali annuali arrivassero a 2500 esemplari si dovrebbe gridare al miracolo! Lo dico a malincuore e da amante di auto prodotte, o comunque vendute, nel più basso numero di esemplari possibile...
Pagine