NEWS

La New Stratos sarà prodotta in 25 esemplari

9 febbraio 2018

La Manifattura Automobili Torino costruirà una piccola serie della supersportiva ispirata alla Lancia Stratos e basata sulla Ferrari 430 Scuderia.

La New Stratos sarà prodotta in 25 esemplari

TORNA UN MITO - L’imprenditore tedesco Michael Stoschek ha concesso alla Manifattura Automobili Torino (MAT) di realizzare 25 esemplari della New Stratos, una fuoriserie con il telaio e il motore della Ferrari 430 Scuderia ispirata alla “mitica” Lancia Stratos, coupé diventata una leggenda dei rally dopo aver vinto tre edizioni consecutive del Campionato del Mondo (dal 1974 al 1976). La New Stratos verrà costruita in 25 esemplari e sarà venduta in tutto il mondo, secondo quanto ha rivelato questa mattina la MAT, un’azienda di Torino che si occupa di auto su ordinazione. La MAT costruirà una versione stradale dell’auto, una da corsa e una nota al momento come Safari, che potrebbe avere l’assetto rialzato e un look ispirato a quella da rally. I tre modelli saranno esposti al Salone dell’automobile di Ginevra (8-18 marzo).

SU BASE FERRARI? - La MAT non ha fornito dettagli tecnici sull’auto, quindi non sappiamo se la New Stratos riprenderà la base della Ferrari 430 Scuderia (con il suo V8 da 510 CV), ma il piccolo costruttore torinese ha anticipato che lo stile nostalgico dell’auto verrà preservato e che il motore erogherà 550 CV. I 25 esemplari della coupé saranno personalizzabili dai loro clienti. Lo stile della New Stratos è stato messo a punto 8 anni fa dalla Pininfarina, che aveva accolto la richiesta di Stoschek di realizzare un bolide ispirato alla Stratos. A capo di quel progetto c’era Paolo Garella, il fondatore della MAT, che può quindi “riversare” sui 25 esemplari tutte le competenze maturate nel corso dello studio e dello sviluppo. La Lancia non ha mantenuto i diritti di utilizzo sul nome Stratos, che sono stati acquisiti proprio da Stoschek.

Aggiungi un commento
Ritratto di Alfiere
9 febbraio 2018 - 17:47
1
Orripilante il frontale...
Ritratto di katanè
9 febbraio 2018 - 18:55
"Lancia Stratos IL PASSATO CHE RITORNA FUTURO"!!! Ben venga questa joint venture, potrebbero aumentare il numero sempre in scala ridotta (250 o 2500 pezzi) e rilanciare (se capaci) il marchio Lancia e "dirottarlo" sulle raffinate eleganti sportive. Questo si, che sarebbe un buon rilancio!
Ritratto di HaldeX
9 febbraio 2018 - 23:03
1
La storia di questa auto è davvero assurda. Come è assurdo di come FCA non riesca tutelare le proprie ricchezze...
Ritratto di elakos
9 febbraio 2018 - 23:37
Questa vicenda merita una lucida (per quanto mi sia possibile) analisi: 1- Questione del nome: Assurdo e incomprensibile come FCA non si sia mai preoccupata di registrare il nome Stratos, davvero scandaloso e questo permette di capire quanta poca lungimiranza e cura dei propri gioielli abbiano in azienda. 2- Linea: Tutti a criticare l'operazione nostalgia nella forma, ma nessuno si ricorda di due tra i maggiori successi odierni che rispondono al nome di New Mini e 500?! evidentemente a voi non piace l'idea, ma alla stragrande maggioranza delle persone si. 3- Questione giocattolo per ricchi si\no\forse: e allora? lo scopo finale di un prodotto è quello di essere apprezzato e venduto. Che vada in mano a dei ricchi non è affar nostro, così come l'uso che ne faranno. Inoltre, cosa ancor più importante, prolungherà la memoria storica di un marchio che in FCA stanno per chiudere. 4- Eh ma questa produzione è obsoleta meccanicamente e non ha senso: Questo è un prodotto che si compra per effetto nostalgia e comunque, se dovesse mantenere le caratteristiche tecniche del vecchio modello, sarebbe un unicum nel suo genere: se infatti il telaio è quello della conosciuta Ferrari, è anche vero che il passo è stato sensibilmente accorciato, proprio come la vecchia Stratos che aveva un interasse cortissimo. Ne consegue che il comportamento dinamico era davvero unico tra le super car. 5- Questione del Marchio: non so con che marchio la venderanno, probabilmente FCA non permetterà mai di usare quello Lancia, ma seppur con tutti i suoi difetti, questa operazione commerciale permetterà di tenere acceso un flebile lumicino di interesse su di una realtà italiana passata e gloriosa. Magari chissà, restituendole anche un briciolo della dignità perduta.
Ritratto di Gordo88
10 febbraio 2018 - 00:15
La base della f430 significa che non vuole essere l ultimo baluardo della tecnica oggi disponibile ma non per questo vuol dire che non sia veloce o terribilmente divertente!! Per quanto riguarda i diritti sul none stratos per me fca ha fatto male ad abbandonarne i diritti, una versione su base 4c avrebbe venduto bene..
Ritratto di Challenger RT
10 febbraio 2018 - 04:58
Finalmente pane per i denti di tutti quelli che ad ogni articolo tirano in ballo il ritorno di Lancia "magari con una nuova Stratos"! Eccoli accontentati! Questo è ovviamente e ragionevolmente tutto quello che si può fare, se non addirittura di più, in questi casi. E' ovvio che FCA non avrebbe mai e poi mai potuto costruire una nuova Stratos da vendere a 200.000 euro, perchè ne avrebbe persi molti di più per ogni pezzo venduto. Quindi ben venga questo progetto, che avrà il suo giusto prezzo, anche di 1.000.000 di euro. E non è un'auto per "ricchi annoiati", è sicuramente un'auto per appassionati che possono spendere quello che sarà il giusto costo. Ricordo ancora quando molti anni fa dalla finestra della mia classe vidi nel cortile della scuola per la prima volta una Stratos (stradale) parcheggiata accanto ad una Fiat 127. Dall'alto notai che la Lancia non era più grande della Fiat, ma solo più bassa. Nonostante le sue dimensioni, allora come oggi non era un'auto per tutti, sia per costo che per tipologia, come lo fu l'impareggiabile mostro S4 (che costava 3 volte una Thema). E come per la S4, gli esemplari di fine produzione della Stratos rimasero invenduti per anni... Quindi parafrasando la vecchia pubblicità di un'auto che è poi diventata l'ultima Lancia... "Per pochi, ma non per nessuno". Per tutti gli altri ci sono le Stratos Kit Car (inglesi), che però non sono poi così tanto regalate....
Ritratto di lucios
10 febbraio 2018 - 11:03
4
Beh, chissà se la Ferrari metterò a disposizione i telai? Anche se sono precedenti rispetto a quelli che produce attualmente.
Ritratto di Bruno91
10 febbraio 2018 - 13:59
1
Quello che mi chiedo anche io... Spero che non anonimo delle Ferrari.
Ritratto di Bruno91
10 febbraio 2018 - 14:00
1
*Smontino
Ritratto di Fr4ncesco
12 febbraio 2018 - 20:42
O useranno il telaio di un'altra auto oppure chi vuole questa Stratos dovrà fornire una 430.
Pagine