NEWS

La Nissan conferma la produzione della GT-R50 Italdesign

10 dicembre 2018

La supercar giapponese sarà assemblata nello stabilimento di Moncalieri ed è già disponibile su ordinazione a 1 milione di euro.

La Nissan conferma la produzione della GT-R50 Italdesign

SOL0 50 ESEMPLARI - Dopo la presentazione del prototipo alla scorsa edizione del Festival of Speed di Goodwood, la Nissan ha confermato la produzione della GT-R50 Italdesign, una versione della supercar giapponese che sarà realizzata in collaborazione con la storica azienda italiana di design fondata nel 1968 da Giorgetto Giugiaro. Sarà prodotta in soli 50 esemplari per celebrare i 50 anni del modello Nissan GT-R nel 2019, e i 50 anni della Italdesign compiuti nel 2018. Dal punto di vista estetico la Nissan GT-R50 Italdesign non presenterà differenze rispetto al prototipo presentato a luglio scorso; le nuove immagini ritraggono la supercar di colore azzurro con dettagli cromatici oro, ma i clienti potranno optare per differenti abbinamenti, sia per l’esterno che per gli interni, scegliere tra diversi pacchetti e arricchirla con personalizzazioni aggiuntive. Chi vorrà acquistare la GT-R50 Italdesign dovrà visitare la pagina web dedicata www.GT-R50.nissan e contattare la Italdesign per fornire i dettagli delle personalizzazioni desiderate. Il prezzo partirà da 990.000 euro più le tasse, ogni pacchetto o personalizzazione avrà un costo aggiuntivo. Le consegne partiranno dal 2019 e si protrarranno fino al 2020.

UNA GT-R EVOLUTA - La Nissan GT-R50 Italdesign è frutto di un’evoluzione stilistica della GT-R, curata interamente dalla azienda torinese. Il design e l’aspetto muscoloso mettono in risalto la sua indole sportiva in modo ancora più marcato rispetto al versione di serie. Le linee sono estremamente spigolose e decise, il frontale presenta tre prese d’aria, una grande griglia centrale e due laterali dalle forme romboidali. Caratteristiche le feritoie posizionate sotto i fari, che si sviluppano in senso verticale e vanno a congiungersi con lo spoiler, creando quasi un angolo retto. I fari anteriori con luci a led, le prese d’aria sul cofano e gli specchietti affusolati hanno linee taglienti e minimali. Il tetto è stato abbassato di 54 millimetri rispetto alla GT-R di serie, gli sfoghi d’aria a ridosso dei passaruota anteriori sono più ampi. Al posteriore, oltre al lunotto ridisegnato, spicca l’alettone regolabile di dimensioni generose e i fanali con sottili luci a led. Il paraurti posteriore è caratterizzato dalla presenza di tre serie di feritore che si estendono orizzontalmente; lateralmente spiccano le due uscite dello scarico a forma circolare.

GLI INTERNI - Anche gli interni della Nissan GT-R50 Italdesign sono stati totalmente rivisitati. I sedili sono in alcantara con inserti in pelle, i fianchetti delle portiere, il cruscotto e i diffusori dell’aria presentano dettagli in tinta che riprendono il colore della carrozzeria; le razze del volante sono in fibra di carbonio e la corona è rivestita di alcantara.

IL MOTORE -  La Nissan GT-R50 Italdesign è equipaggiata con una evoluzione del propulsore della GT-R Nismo, la versione più estrema della supercar giapponese; si tratta del V6 biturbo da 3.8 litri con turbine e iniettori maggiorati, un nuovo intercooler, pistoni e bielle modificati, così come albero a gomiti e albero a camme. Numerosi altri componenti sono stati ottimizzati per poter sostenere una coppia motrice di 780 Nm, mentre la potenza stimata è di 720 CV, 120 CV in più rispetto al propulsore della GT-R Nismo di serie. 

Nissan GT-R
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
244
56
40
28
36
VOTO MEDIO
4,1
4.09901
404




Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
10 dicembre 2018 - 20:08
2
Molto bella, sembra un'auto incastonata in un'altra e le prese naca non si vedevano da un'infinità, come non si vede da un'infinità di tempo un'auto straniera costruita in (seppure piccola serie) da un carrozziere specialista in Italia.
Ritratto di Agl75
10 dicembre 2018 - 22:15
Più che in piccola serie direi quasi in modo artigianale. 50 pezzi sono veramente pochissimi e considerando le varie personalizzazioni, il “rischio” è di averle tutte diverse
Ritratto di Fr4ncesco
10 dicembre 2018 - 22:46
2
In effetti ancor meno che serie, però è sempre suggestiva la fabbricazione italiana.
Ritratto di francesco.87
10 dicembre 2018 - 20:50
stupenda esternamente, ma base e interni della attuale non potranno mai giustificare un costo cosi alto!! il vero prezzo sarebbe 250/300 forse
Ritratto di Cosworth141090
10 dicembre 2018 - 20:54
La GT-R è come il fritto.... è in grado di rendere sublime qualsiasi cosa.
Ritratto di Quelli di alVolante
11 dicembre 2018 - 00:15
Pancetta o guanciale?
Ritratto di anarchico2
10 dicembre 2018 - 21:04
Orribile e pacchiana.
Ritratto di zero
10 dicembre 2018 - 23:22
50 esemplari... 990.000 euro più tasse e pacchetti... mah... All'atto pratico, più una notizia di gossip che una novità di mercato. Una volta, si sarebbe detto: carta e inchiostro sprecati. Ma è solo una mia sensazione o ultimamente si sta facendo molta difficoltà a trovare notizie e novità concrete di cui dar conto e di cui parlare? Tra mezzi elettrici a tappeto, siluri da record abbandonati, tecnici che raccontano per l'ennesima volta le stesse cose, macchine milionarie prodotte in "ben" 50 esemplari... Che ci resta? Ah sì... Giusto... Meno male che c'è la Skoda Scala!
Ritratto di Cosworth141090
11 dicembre 2018 - 00:54
Beh, per come la vedo io, quei 50 esemplari venduti a 990.000 euro sono molto concreti, altroché! Ovvio, non stiamo parlando della panda, della Golf o di un SUV: si parla appunto di sole 50 auto. 50 auto che rappresentano l'eccellenza italiana in termini di design, che incontra l'élite prestazionale made in Jap, unite in un prodotto che richiede una cifra altrettanto esclusiva. Non è una novità concreta di cui parlare secondo te? Meglio parlare dei cassaintegrati FCA? Oppure dei carburanti "Green" di Volkswagen? O ancora delle 0 stelle ai Crash test? Il fatto che sia un prodotto ESCLUSIVO non lo rende un argomento futile....anzi, per una volta in cui l'Italia offre un contributo rilevante per dare vita a qualcosa di unico, cerchiamo di non essere polemici suvvia!
Ritratto di zero
11 dicembre 2018 - 08:24
Certamente, è concreto nel senso che queste 50 macchine le costruiranno e le venderanno. Ma non intendevo questo. E non intendevo dire che queste notizie non andrebbero date. Volevo invece dire che, ultimamente, ci si sta focalizzando in modo massiccio solo su notizie "estreme" (come questa o come quella specie di missile su ruote per battere il record di velocità terrestre) o su non notizie (come la raffica di articoli su previsioni elettriche a 10-20-30 anni o come la notizia sulla eccellenza della piattaforma Giorgio... Eccellenza che è indubbiace acclarata, ma di cui ormai gli appassionati sanno tutto). Mi piacerebbe, invece, leggere di cose e novità concrete, cioè di cose che io e che altra gente normale può acquistare e guidare: chi ha 1.000.000/1.200.000 di euro da spendere in una macchina non sta certo qui a leggersi le news di AlVolante. Quindi, ok dare le notizie, ma a patto che non diventino le uniche notizie da dare. Poi... Certo... Può darsi pure che altre notizie proprio non ce ne siano, e allora la cosa è ancora più grave, perché vuol dire che il panorama automobilistico è diventato di una noia e di una povertà disarmanti.
Pagine