NEWS

Nissan Micra 1.0: parca, ma quando “corre” alza la voce

18 dicembre 2017

Il 1.0 aspirato della Micra è tranquillo e può essere guidato anche dai neopatentati, ma diventa un po' rumoroso quando si accelera al massimo.

Nissan Micra 1.0: parca, ma quando “corre” alza la voce

DA 12.600 EURO - Utilitaria dal piglio sportiveggiante, la Nissan Micra è ordinabile in Italia da maggio 2017 anche con il motore “base” a benzina tre cilindri aspirato 1.0 di cilindrata: eroga 71 CV e promette bassi costi di gestione, secondo la casa giapponese, a fronte di qualche rinuncia nello spunto. Complice il prezzo di listino inferiore rispetto alle Micra con i motori turbobenzina 0.9 IG-T da 90 CV e turbodiesel 1.5 dCi da 90 CV: il 1.0 da 71 CV costa 2.100 euro in meno dello 0.9 (12.600 euro contro 14.700 euro) e 4.200 euro in meno del 1.5 (16.800 euro), quindi non stupisce che il 30% delle Micra vendute in Italia e il 20% di quelle in Europa adotti proprio il 1.0, stando ai numeri registrati dal costruttore. Il tre cilindri è avvantaggiato in particolare nel nostro Paese, dove può essere guidato anche dai neo-patentati (lo stesso non vale per i motori da 90 CV).

VA GUIDATA CON CALMA - Compreso nel prezzo della Nissan Micra 1.0 c’è il cambio manuale a 5 rapporti (l’automatico si potrà avere nel 2018), dotato di rapporti molto lunghi: infatti, il motore va “spremuto” a fondo prima che l’auto riguadagni velocità e bisogna tirare le marce per effettuare un sorpasso, ma in queste condizioni il 1.0 (silenzioso a velocità costante) fa sentire un po' la sua voce. La scelta delle marce lunghe è comune a tante altre utilitarie e serve per migliorare le percorrenze con un litro di benzina, visto che a velocità costante il motore “lavora” a regimi più bassi e consuma quindi meno carburante: la Nissan non a caso dichiara in media 21,7 km/l. Durante il nostro primo contatto su strada abbiamo ottenuto però una media di 15,4 km/l dal computer di bordo, anche se tenendo il climatizzatore spento e con uno stile di guida più accorto si potrebbero ottenere risultati migliori, in particolare evitando brusche riprese e assecondando l’indole docile e tranquilla dell’auto.

NEL 2018 QUELLA DA 120 CV - Il motore 1.0 non priva la Nissan Micra di una notevole gradevolezza di guida, che si riflette fra le curve, dove la buona tenuta di strada e il peso relativamente contenuto (970 kg a vuoto) la rendono agile. Queste doti verranno messe in luce dalla novità attesa per il 2018, di cui la Nissan ha parlato in anteprima a margine della nostra presa di contatto: il prossimo anno sarà in vendita una Micra dotata di un motore 1.0 a benzina da 120 CV. Questo motore sarà riservato ad una versione più sportiveggiante, riconoscibile dall’esterno per dettagli che riproducono la costosa fibra di carbonio e colori più briosi. Nel 2018 arriveranno anche la connettività Android Auto per il sistema multimediale e gli alzavetro posteriori elettrici, a richiesta però dal terzo livello di allestimento. Il cambio automatico a 6 marce (a richiesta) sarà abbinabile ad una versione del motore 1.0 con 100 CV.

Nissan Micra
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
52
67
53
20
21
VOTO MEDIO
3,5
3.511735
213


Aggiungi un commento
Ritratto di Ale94
18 dicembre 2017 - 21:28
Scusa potrei sapere cosa hai preso in considerazione nella tua scelta e i motivi? Grazie
Ritratto di Moreno1999
18 dicembre 2017 - 21:47
4
Volkswagen Polo (pro: grande tecnologia sia per benessere a bordo che per sicurezza, contro: prezzo alto ed estetica non proprio entusiasmante), Seat Ibiza (pro: dotazione molto buona e linea gradevole, contro: interni rifiniti in economia, impossibilità di avere determinate configurazioni con il motore da neopatentati), Ford Fiesta (pro: linea gradevole, buona dotazione e prezzo più basso delle altre, contro: l’essere vincolati all’allestimento Plus perché inspiegabilmente l’85 cavalli supera i limiti concessi). Mazda 2 (pro: estetica, design degli interni, rapporto finora più che soddisfacente con il marchio, contro: impossibilità di avere fari full led e pacchetto i-activesense con l’allestimento intermedio). Mi sarebbe piaciuto vedere anche la Swift (curiosità personale, ma le mancano i motori da neopatentati) e potrei in extremis valutare anche la Yaris. Fiesta e Polo scartate subito per i motivi elencati, il miglior compromesso secondo me e i miei familiari è la Mazda2 e al 90% finiremo su quella. Oltretutto mi rassicura il fatto che sia un 4 cilindri (gli altri COMUNQUE sarebbero dei 1.0-1.1 aspirati e non turbo) e che dalle diverse testate vengano garantiti consumi irrisori a fronte di una discreta efficienza per quanto riguarda le prestazioni. L’estetica in particolar modo è apprezzatissima da mia madre, che sarà per i primi tempi “l’utilizzatrice” del mezzo nei suoi spostamenti quotidiani. Purtroppo (o per fortuna) do molta importanza all’estetica e, visto che dovremo tenerla per diversi anni, non posso transigere. Per questo motivo eliminate subito le coreane e la C3. Qualità percepita ed opinione dei proprietari mi hanno portato a non considerare la Clio. 208 esclusa perché la avevo in autoscuola e ho odiato all’inverosimile il cambio manuale, gommosissimo, rumoroso e con la retro e la prima che faticavano ad ingranarsi anche su un esemplare nuovo e con relativamente pochi km. Corsa esclusa perché già la abbiamo e onestamente non penso proprio valga la pena di fare un bis. Italiane manco a parlarne. Micra, come dicevo, non mi è piaciuta ne fuori ne dentro quando ho avuto modo di toccarla con mano a Ginevra. Škoda Fabia la considero la tristezza incarnata in auto, sempre limitandomi a livello estetico esterno e interno. Non penso manchi nessuna all’appello
Ritratto di Moreno1999
18 dicembre 2017 - 21:49
4
Argomento meglio relativamente alla polo: con l’ultima promozione Mazda il delta tra i prezzi delle due aumenta a più di 1500€ e si finirebbe fuori budget già con la Polo Confortline
Ritratto di Ale94
18 dicembre 2017 - 22:06
Considerando le tue/vostre esigenze, budget e gusti allora Mazda 2. Comunque se uno deve spendere meglio un prodotto valido e moderno specialmente perchè la macchina almeno a casa mia si cambia raramente....
Ritratto di Moreno1999
18 dicembre 2017 - 22:10
4
Si assolutamente da noi nessuna è mai stata cambiata prima del nono/decimo anno d’eta... le 4 alternative finali secondo me sono le più centrate, moderne ed esteticamente appaganti, pur trattandosi di semplici utilitarie. La scelta della Mazda2 avviene soprattutto per approfittare di un’interessante offerta con la quale ci verrebbe full optional ad un prezzo più che umano, inferiore perfino a quello della Ibiza. E a quel punto entra in gioco le componenti “cuore e fiducia” in quanto finora sul marchio non abbiamo niente da dire
Ritratto di Moreno1999
18 dicembre 2017 - 22:10
4
*entrano
Ritratto di Ale94
18 dicembre 2017 - 22:16
Se ne avete già una, vi fanno un buon prezzo su un full-optional allora scegli questa.
Ritratto di Thresher3253
18 dicembre 2017 - 22:08
La Mazda 2 l'ho tenuta in forte considerazione e mi sembra la scelta più sensibile, anche perché, intendiamoci, il contro che hai elencato si può tranquillamente mettere da parte. Da me Mazda é una scelta impossibile perché il concessionario Mazda più vicino é a 200 km, fai te... La Yaris l'ho valutata un bel po', principalmente per il motore ibrido, ma alla fine ho deciso che se devo prendere una auto nuova alzo il budget, mi rimbocco le maniche e vado di segmento C, quasi sicuramente Mazda 3.
Ritratto di Moreno1999
18 dicembre 2017 - 22:13
4
Vivendo in zona Milano/Monza per fortuna non si pone il problema della scarsa diffusione dei dealer sul territorio nazionale (problema che non nego assolutamente) visto che il nostro concessionario di riferimento è a qualcosa come 8 km da casa. Nel nostro caso dovrà per forza essere una segmento B in quanto adatta alle esigenze di due neopatentati e di un utilizzo prevalentemente urbano più superstrade/tangenziali
Ritratto di bridge
18 dicembre 2017 - 20:23
1
Che fine hanno fatto i motori 1.2 (aspirato e turbo) del precedente modello?
Pagine