NEWS

La Nissan ufficializza il piano di ristrutturazione

Pubblicato 28 maggio 2020

Il piano industriale prevede tagli per 2,5 miliardi di euro, la chiusura di diversi stabilimenti tra cui quello di Barcellona e la riduzione della capacità produttiva.

La Nissan ufficializza il piano di ristrutturazione

È IN PERDITA - Da quando, nel novembre 2018, fu arrestato l’allora numero uno della casa di Yokohama, Carlos Ghosn, la Nissan è scivolata via via in uno stato di crisi che ha portato vendite e risultati economici negativi. Ne sono una prova i numeri che scaturiscono dall’esercizio fiscale chiusosi il 31 marzo 2020, dove, a fronte di un fatturato sceso del 14,6% fino a 83 miliardi di euro, ottenuto dalla vendita di 4,93 milioni di veicoli (il 10,6% in meno di un anno prima), la Nissan ha fatto registrare una perdita netta di 5 miliardi di euro. Di questi, però, 4,7 miliardi sono i costi legati alla ristrutturazione annunciata oggi.

TAGLIO DEI COSTI - Per lasciarsi definitivamente alla spalle l’era post-Ghosn e rilanciarsi la Nissan presenta un piano di ristrutturazione piuttosto pesante con obiettivi che prevede di raggiungere nell'anno fiscale che si concluderà il 31 marzo 2024. Piano industriale prevede un taglio dei costi fissi per 2,5 miliardi di euro, ottenuto mediante una riduzione della capacità produttiva globale, che passa da 7,2 milioni a 5,4 milioni di veicoli, e la chiusura degli stabilimenti in Indonesia, in Spagna (Barcellona), dove vengono costruiti i veicoli commerciali, e nello stato americano del Mississippi (Canton). 

RIDUZIONE DEI MODELLI - Verrà inoltre ridotta del 20% la gamma della Nissan, che passerà da 69 a meno di 55 modelli, focalizzando l’attenzione su un minor numero di modelli più redditizi come le suv e i crossover, cercando di portare l'età media del portafoglio al di sotto dei 4 anni. Ristrutturazione della gamma che verrà avviata molto presto; nei prossimi 18 mesi è infatti in programma il lancio di 12 nuovi modelli o aggiornati. Si punterà molto anche sull'elettrico con l'obiettivo di vendere 1 milione di auto entro il 2023 e di lanciare otto veicoli a batteria.

CHIUSURA DELLE FABBRICHE - Nella nuova geografia disegnata nel piano industriale della Nissan, l’Europa, dove l’unico polo di riferimento rimarrà Sunderland (Inghilterra), avrà un’importanza molto più marginale. La casa cercherà di focalizzare la propria attenzione sui mercati maggiormente redditizi come quelli di Giappone (dove le elettrificate dovranno arrivare al 60% dei volumi), Cina e Nord America. Per aumentare la redditività la casa ha dichiarato di voler aumentare dell’80% l’utilizzo degli impianti e di incrementare le sinergie con gli alleati Renault e Mitsubishi (qui per saperne di più). L’obiettivo, da raggiungere entro la fine dell'anno fiscale 2023, è quello del margine operativo del 5% e di una quota di mercato globale del 6%.





Aggiungi un commento
Ritratto di alex_rm
28 maggio 2020 - 20:40
nell impianto di Barcellona ci lavoravano 3000 persone,puntano a maggiori sinergie con renault e Mitsubishi adesso che si parlava di una separazione. Al momento in Europa Nissan non ha una gamma di veicoli interessanti e a fine anno dovrebbero uscire i nuovi quasquai(rogue sport) e xtrail(molto venduto globalmente col nome rogue).
Ritratto di Blueyes
29 maggio 2020 - 12:21
1
Il rogue l'ho guidato a noleggio negli Stati Uniti, auto comodissima e facile da guidare, gran bella auto. Unici difetti il cambio automatico CVT e il bagagliaio un po' piccolo in relazione alle dimensioni.
Ritratto di Giuliopedrali
29 maggio 2020 - 18:03
Rogue: Cioè la X Trail.
Ritratto di Claus90
28 maggio 2020 - 21:51
Spero che sia svenduta alla FCA pEUOGETO QUESTA Nissan
Ritratto di Ale94
28 maggio 2020 - 22:27
Perchè non dicono che si remano contro con Renault? Va a finire che abbandona l’Europa per lasciar spazio alla Renault.
Ritratto di 82BOB
28 maggio 2020 - 22:42
2
Ma chiudete la fabbrica da Bo-Jo, non in Spagna!
Ritratto di Paolo-Brugherio
29 maggio 2020 - 00:41
6
E così adesso gli indipendentisti baschi andranno a chiedere sussidi al governo centrale spagnolo...
Ritratto di 82BOB
29 maggio 2020 - 05:50
2
Catalani...
Ritratto di Paolo-Brugherio
29 maggio 2020 - 16:22
6
Giusto: catalani! Sempre spagnoli sono...
Ritratto di 82BOB
29 maggio 2020 - 19:26
2
Eviterei di scriverlo, baschi, catalani e non solo potrebbero prenderla male... e comunque, nel caso dei baschi, non è esatto, visto che i Paesi Baschi stanno sia in Spagna che in Francia! ;-)
Pagine