NEWS

Nissan: un futuro senza diesel in Europa

8 maggio 2018

Il costruttore giapponese annuncia il cambio di strategia e entro pochi anni venderà solo modelli benzina, ibridi e elettrici.

Nissan: un futuro senza diesel in Europa

CAMBIO DI STRATEGIA - La Nissan segue l’esempio della Toyota e smetterà di vendere in Europa automobili con motore diesel, più costosi da sviluppare e finiti nell’occhio del ciclone a causa delle emissioni di ossidi d’azoto, una sostanza inquinante cancerogena per l’uomo alla base dallo scandalo Dieselgate in cui è coinvolta la Volkswagen. Il costruttore giapponese non ha fornito tempistiche precise, riferisce l'agenzia Reuters, ma un portavoce dell’azienda ha fatto intendere che la strada è tracciata e in pochi anni tutte le sue automobili saranno vendute senza motori diesel ma solo con quelli benzina, ibridi o elettrici.

QUESTIONE DI COSTI - La svolta della Nissan arriva pochi mesi dopo quella analoga annunciata dalla Toyota, che da inizio 2018 vende in Italia solo auto a benzina o ibride (qui per saperne di più) e presto farà lo stesso in tutta Europa. I motori diesel hanno bisogno di complessi sistemi per il trattamento dei gas di scarico per rispettare le normative presenti e future, che fanno lievitare i costi in particolare sulle auto compatte e medie (le principali per Nissan e Toyota). Le vendite in Europa sembrano premiare la strategia dei costruttori giapponesi: nei primi tre mesi dell’anno le vendite di auto diesel in Europa sono diminuite del 17% rispetto all’anno scorso.



Aggiungi un commento
Ritratto di Zot27
8 maggio 2018 - 22:34
Vero che ha un'aerodinamica favolosa, ma è anche abbastanza spaziosa (440 la somma dei due vani dietro). Il rav Hybrid secondo me fa 10 al litro a 130, ma effettivi di media, cioè andando a 140-150 tachimetrici quasi tutto il tempo. Ma il risparmio che offre è considerando tutto, facendo per esempio oltre 300k km in una decina di anni
Ritratto di Mark R
8 maggio 2018 - 23:38
Prendiamo la CLA, l'esempio perfetto che chiedevi.... vanta un Cx di 0.24 con allestimento sport... la prius V4 ha lo stesso Cx... quindi aerodinamiche studiate ad hoc. Peso simile, ruote simili (225 vs 215); la prius V4 pur essendo 10cm più corta ha un bagagliaio più grande eppure ha anche la batteria dell'ibrido (470 vs 502lt). La prova di alVolante riporta, per la CLA220 CDI sport automatic, un consumo di 17km/l in autostrada (reali 132kmh)... medio di 17.2km/l. Per la prius V4 in autostrada i 16.1km/l (ai 135kmh effettivi... quindi arriva circa a 17km/l se teniamo i 132kmh effettivi); se guardi om*****o in autostrada da roma a forlì hanno fatto i 20km/l. Consumo medio di 22.2km/l per alVolante. Io riesco a consumare quanto dichiara toyota nei listini... anzi meglio... sulla prius V2 da libretto è dichiarata 4.2l/100km, io faccio i 4l/100km di media annuale. Non per niente il motore della prius V4 vanta il record di efficienza per un motore a benzina... ben il 40%. Oggi il diesel con il rapporto di compressione che ha (media di 16:1) può raggiungere massimo il 40% teorico e sottolineo teorico. Altra cosa da non sottovalutare... i diesel finchè sono nuovi tutto va bene, consumi "bassi"... Ma quando iniziano le magagne con i sistemi di post-trattamento dei gas di scarico, le varie EGR si bloccano, i collettori di aspirazione si ostruiscono, le valvole per gli stessi motivi non chiudono bene, le geometrie variabili iniziano a bloccarsi... L'efficienza del diesel cala.... Il benzina, invece, ha una resa pressochè costante.
Ritratto di Roomy79
8 maggio 2018 - 23:46
1
Sull’affidabilita’ vince l’ibrido alla grande, concordo in pieno, niente volani bimassa, costose frizioni, iniettori, cinghie da rifare/ sostituire. Io non volevo decretare la superiorità del diesel sull’ibrido, dico solo che non esiste ancora una gamma e un’offerta completa con questa motorizzazione, e che oggi molti professionisti sono ancora obbligati a scegliere diesel, quindi non si può sentire la gente che esulta se bloccano gli euro 6! Se vendi un prodotto deve essere conforme, politica e case devono mettersi d’accordo, altrimenti si fa solo demagogia ai danni di gente che si alza tutte le mattine per portare a casa la pagnotta.
Ritratto di Mark R
8 maggio 2018 - 23:54
Per me era scontata l'affidabilità dell'ibrido toyota.... Io ti ho solo riportato un esempio come tu avevi chiesto... E dai dati ti ho fatto notare che i consumi non sono così diversi in autostrada; ovvio, fuori da essa l'ibrido vince a mani basse. Mah... mi sembra errato dire "che oggi molti professionisti sono ancora obbligati a scegliere diesel" e il perchè te l'ho dimostrato con i dati sopra... e nessuno obbliga, c'è la scelta.... Semplicemente si tratta solo di informarsi e di non credere alle leggende metropolitane. Poi se pensiamo in ottica manutenzioni, un motivo in più per scegliere l'ibrido toyota soprattutto per coloro che fanno tanti km all'anno (vedi rappresentanti etc etc).
Ritratto di Mbutu
8 maggio 2018 - 22:59
Roomy, sui consumi dell'ibrido ti hanno già risposto. Io faccio una puntualizzazione sull'affermazione "La gente col diesel ci viaggia per lavoro, non per capriccio". Il problema è che, purtroppo, non è così. Ci sono tantissime persone che hanno scelto il diesel senza averne realmente la necessità.
Ritratto di Roomy79
8 maggio 2018 - 23:20
1
Ma su questo siamo d’accordo, fino al segmento C, il diesel è stato super inflazionato. Io mi chiedo (e non è un mio problema diretto tra l’altro), che alternative ci sono per chi macina km e km con wagon o furgoni/minivan per lavoro? La mia non era una battuta, perché nessuno commercializza furgonati ibridi se permettono consumi così clamorosamente bassi in ogni condizione? Un motivo ci sarà.
Ritratto di money82
8 maggio 2018 - 19:50
1
bhe 17% in meno rispetto all' anno precedente non è poco.
Ritratto di Facip
9 maggio 2018 - 01:05
Credo che il mercato andrà in questa direzione. Nissan - Renault- Mercedes sviluppano auto su piattaforme in parte comuni. Vedrete che tra 10 anni i diesel saranno scomparsi.
Ritratto di Amedeo81
17 maggio 2018 - 16:25
in questo esempio (Nissan, Renault, Mercedes), i motori diesel non sono sviluppati da Nissan, ma dai partner. Credo che Nissan approfitti di questa ingiustificata caccia alle streghe verso il diesel per ridurre la dipendenza dai partner. Ad ogni modo, se questa decisione demagogica di Nissan verrà confermata, distoglierò la mia attenzione dall'X-Trail, come ho già fatto con la Honda CR-V e con la Subaru Outback
Ritratto di Giuliopedrali
9 maggio 2018 - 08:46
Si ovvio, coi tedeschi che non si raccapezzeranno..
Pagine