NEWS

Nissan Townstar: il nuovo multispazio parla francese

Pubblicato 27 settembre 2021

“Fratello” del Renault Kangoo, il Nissan Townstar ha dettagli di stile specifici e dotazioni dedicate. Due le versioni: Combi (per trasporto passeggeri) e Van (merci). In arrivo anche con motore elettrico.

Nissan Townstar: il nuovo multispazio parla francese

NEL 2022 L’ELETTRICO - Prosegue a ritmo serrato la collaborazione tra Renault e Nissan anche nel settore dei veicoli commerciali, dove al debutto della terza generazione del Kangoo firmato dalla casa transalpina fa seguito l’annuncio del prossimo arrivo del van multispazio marchiato Nissan e quasi del tutto identico al prodotto Renault. Così, dopo il Kubistar e l’NV250, basati rispettivamente sulla prima e sulla seconda generazione del Kangoo, ecco il Nissan Townstar, sul quale esordirà la power-unit elettrica nel corso del 2022 destinata a mandare fuori produzione l’e-NV200, prima furgonetta a emissioni zero nel suo segmento di mercato. Come nel caso dei due precedenti small-van della Nissan, anche il nuovo Townstar sarà disponibile nelle varianti trasporto merci (Van) e trasporto persone (Combi)

NIENTE DIESEL - Rispetto al Kangoo, sul Nissan Townstar scompare la motorizzazione a gasolio: secondo le prime informazioni diffuse dalla casa, il nuovo modello sarà offerto con due tipologie di motorizzazione per entrambe le versioni Van e Combi: un 1.3 benzina da 130 CV e 240 Nm di coppia, già allineato alla normativa antinquinamento Euro 6d-Final, e un motore 100% elettrico con batteria da 44 kWh e 245 Nm di coppia. La versione elettrica dispone di un innovativo sistema di gestione dei consumi e un sistema di raffreddamento della batteria. Ai bassi costi d’esercizio, il nuovo Townstar abbina una percorrenza più lunga con singola ricarica, garantendo un’autonomia di 285 km (in attesa di omologazione).

SICUREZZA E INFOTAINMENT - La stabilità del Nissan Townstar durante la guida è assicurata dal Side Wind Assist, che protegge dalle raffiche di vento laterali, e dal Trailer Sway Assist durante gli spostamenti a pieno carico. La frenata di emergenza con riconoscimento dei pedoni e dei ciclisti, il sistema di parcheggio automatico e il cruise control intelligente supportano efficacemente il guidatore soprattutto nei contesti urbani e in quelli più trafficati. Per la prima volta, l’Around View Monitor (AVM) è presente su un LCV compatto Nissan. Una serie di telecamere riproduce una vista dall’alto a 360 gradi dello spazio attorno al veicolo, facilitando le manovre di parcheggio.

Non manca il dispositivo Nissan ProPILOT, che regola l’accelerazione, la frenata, lo stop e la ripartenza, mantenendo il veicolo all’interno della corsia di marcia, rivelandosi così il perfetto alleato durante la guida in autostrada. La chiamata d’emergenza E-Call, la connettività con protocolli Apple CarPlay e Android Auto e la ricarica wireless del telefono sono presenti su tutta la gamma. Sulla versione totalmente elettrica, inoltre, sono disponibili ulteriori funzioni avanzate di connettività, accessibili tramite un touchscreen da 8 pollici, connesso al quadro strumenti digitale da 10 pollici.

STILE RIUSCITO, DENTRO E FUORI - Il nuovo Nissan Townstar è sviluppato sulla piattaforma CMF-CD dell’Alleanza Renault Nissan ed è il primo modello europeo Nissan a sfoggiare il nuovo logo. La versione Van è stata pensata per soddisfare appieno le esigenze di clienti business in cerca di versatilità, praticità, spazio e capacità di carico unite al sistema di parcheggio automatico, quest’ultimo molto comodo in città. Le prime immagini diffuse dalla Nissan rivelano la presenza del montante centrale, tra cabina di guida e vano di carico: a quanto pare la soluzione Open Sesame (che prevede l’assenza di tale montante, per favorire un accesso più ampio alla zona riservata alle merci) è destinata a restare un’esclusiva Renault per il suo Kangoo.

La versione Combi punta a diventare un veicolo ideale per le famiglie, con numerose soluzioni di carico, per un volume utile di 775 litri con il divano posteriore in posizione eretta. L'abitacolo del nuovo Townstar offre ai clienti il comfort tipico di un’autovettura grazie all’alta qualità dei rivestimenti di sedili e portiere, la moderna console centrale e le finiture del cruscotto.

Il Nissan Townstar 100% elettrico riflette gli spunti estetici della suv Nissan Ariya, compresi i fari led di serie, lo scudo frontale aerodinamico con motivo “Kumiko” e le luci diurne con firma luminosa V-motion. La versione dotata di motore a benzina, da parte sua, si distingue per il look grintoso e dinamico conferito dalla nuova calandra. Le prese d’aria ottimizzano il flusso aerodinamico attorno al paraurti e alle ruote anteriori, riducendo la resistenza aerodinamica e i consumi a vantaggio dell’autonomia.

FINO A 3,9 METRI CUBI DI VOLUME - Il vano di carico del Nissan Townstar in versione van ha una capacità d 3,9 m3, con paratia girevole aperta, e può ospitare agevolmente fino a due Europallet, per una portata massima di circa 800 kg e una capacità di traino di 1.500 kg. Credenziali in grado di adattarsi ai requisiti specifici di ogni impresa. Ampie porte scorrevoli laterali facilitano le operazioni di scarico e scarico del veicolo, che in alternativa può essere allestito con portelloni a doppio battente asimmetrico (60%-40%) apribili a 180 gradi o con il portellone posteriore incernierato in alto. 

GARANZIA DI 5 ANNI - Il nuovo Townstar, così come tutta la gamma dei veicoli commerciali Nissan (che comprende anche il NV300 e il NV400, due van di formato maggiore, da poco ribattezzati rispettivamente Primastar e Interstar), è coperto da garanzia europea di 5 anni o 160.000 km, oltre alla garanzia di 8 anni o 160.000 km sulla batteria della versione 100% elettrica. Sono inclusi la copertura paraurti, la garanzia sulla verniciatura, e l’assistenza stradale, per la massima tranquillità dei clienti.

Nissan Townstar
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
2
2
6
3
14
VOTO MEDIO
2,1
2.074075
27




Aggiungi un commento
Ritratto di Gordo88
27 settembre 2021 - 18:12
1
Già sul qashqai non proporre una motorizzazione diesel è una scelta azzardata ma su un van come questo la ritengo assurda.. toccherà fare dei bei sconti per poterla rifilare a qualcuno.
Ritratto di Illuca
27 settembre 2021 - 22:14
Più brutto non avrebbero potuto farlo
Ritratto di Das Driver
28 settembre 2021 - 07:47
Esteticamente orrenda, potrebbe essere pratica, non fosse che chi utilizza questo genere di veicoli lo fa per viaggi o per lavoro, quindi molti km. Niente diesel??? La demenza assoluta.
Ritratto di ziobell0
28 settembre 2021 - 10:15
Diciamo che l'estetica su un mezzo del genere passa in secondo piano...per l'assenza del diesel bisogna farsene una ragione
Ritratto di Turbostar48
28 settembre 2021 - 16:54
La versione elettrica sarà sicuramente un flop, come lo è stato per il Kangoo Z.E.
Ritratto di Adry83
28 settembre 2021 - 19:11
Almeno il Kangoo è più bello
Ritratto di jonnybee85
28 settembre 2021 - 19:17
Pare che abbiano usato il telaio e carrozzeria della dacia dokker
Ritratto di Rav
29 settembre 2021 - 00:11
3
Capisco che dovessero andare al risparmio ma almeno il paraurti anteriore per adattare la mascherina al family feeling lo potevano modificare. Di tutti quanti il Kangoo rimane a mio avviso il più riuscito.
Pagine